Canzone per il capitolo: Night changes- One Direction

Inizialmente riluttante, ho deciso di accettare l'invito di Niall. In fondo mi piace parecchio la sua compagnia, mi fa ridere e questo adesso mi rende felice. Da quando ho rifiutato la prima volta, non ha più insistito ed io l'ho apprezzato tanto.

" Mi dispiace tanto lasciarti cenare da solo" abbraccio Zayn e gli poggio il mento sulla spalla riempiendolo di baci.

"Chi ha detto che sarò solo?
Io stasera sono il tuo cane da guardia" gira di poco il volto nella mia direzione; mi stacco improvvisamente.

"Stai scherzando?" alzo un sopracciglio.

"No" addenta un biscotto e riporta gli occhi sul giornale. E' da stamattina che cerchia pagine e pagine di riviste alla ricerca di un lavoro. Allungo una mano e sposto dispettosa la scatola da cui sta facendo rifornimento, facendogli alzare subito lo sguardo. Toglie gli occhiali e incrocia le braccia come niente fosse. "Che c'è?"

"Tu stasera non vieni"

"Si che vengo"

"No"

"Si". Sembriamo due bambini dispettosi.

"Zayn, mi stai facendo arrabbiare"

"Oh, sul serio?" si alza dalla sedia e mi solleva da terra, ridendo. Tiro pugni senza forza sulla sua schiena, urlandogli di mettermi giù. "Sto scherzando, sciocca" prende la mia guancia tra le dita e la stringe debolmente, baciando poi la mano quando la ritira. Mi rilasso visibilmente. "Mi sembra un tipo a posto" alza le spalle.

"Grazie per il permesso, Zayn. Se mi avessi detto di non uscire, sarei rimasta sicuramente a casa"

"Sono così importante?"

"Assolutamente no" alzo gli occhi al cielo.

"A che ora passa a prenderti?"

"Alle nove". Guarda l'orologio.

"Guarda che sono le sette" sorrido e abbasso lo sguardo. " Non vorrai mica farlo aspettare!?" gli mando veloce un bacio schioccandolo tra le dita e mi dirigo in camera.

Ogni volta che c'è in programma un appuntamento, l'unico vero problema per una donna viene riassunto in una sola, semplice domanda: "Cosa mi metto?"
Mi stendo a pancia sotto sul letto sospirando tra le lenzuola. La vibrazione del cellulare accanto a me mi risveglia dal sonno in cui non ricordo nemmeno di essere caduta; è un messaggio di Niall.

Niall.
L'appuntamento.
Sono le otto e mezza. Come ho potuto dormire tutto questo tempo?

Ho deciso di concederti mezz'ora in più.
Scherzo. Sono in un ritardo sfacciato, perdonami.
A dopo honey!

Faccio letteralmente un salto dal materasso infilando la testa direttamente nell'armadio. Sbatto più volte gli occhi e sbadiglio rumorosamente. Prendo la prima cosa che mi passa tra le mani e corro in bagno, uscendone esattamente due minuti prima che arrivi il tanto atteso squillo di Niall.

NIALL POV

Capisci di essere innamorato quando ti accorgi che il sorriso che fai quando la vedi non è lo stesso che vede lei.

"Mi hai perdonato per il ritardo?" sorride.

"Devo confessarti una cosa" morde il labbro inferiore e si avvicina al mio orecchio. "Mi sono addormentata e se non fosse stato per il tuo messaggio probabilmente a quest'ora starei ancora dormendo come un ghiro in letargo" ridiamo insieme.

"Coppia vincente" le pizzico la guancia. "Ho una sorpresa per te" allargo il sorriso, felice. Apro la portiera del taxi e le allungo un braccio per farle prendere la mano. Quando siamo comodamente seduti, estraggo dalla tasca una benda nera per coprirle gli occhi e l'i pod per riempire le sue orecchie con la musica pop. Canticchia a momenti alterni quando riconosce la melodia.

Love Actually (#Wattys2015) // N.H.Leggi questa storia gratuitamente!