Capitolo dieci

54 2 3
                                                  

️⬆️⬆️Ci piace zayn come prestavolto di Dave?🤔

La serata alla fine è saltata.
Sono stata chiamata da scuola e mi hanno avvertita che Alyssa stava male, aveva la febbre alta.

Adesso è a letto e le sto facendo gli impacchi di acqua fredda, la febbre non scende nonostante il paracetamolo. La porto in bagno e la immergo nella vasca senza bagnare i capelli, la asciugo e le metto un pigiama pulito.
Cerco di farla svegliare così provo a farla mangiare un po' ma è incosciente.

Mi sto preoccupando sono passate già tre ore e la febbre non è scesa per niente mentre le sciacquo per l'ennesima volta il panno per la fronte la vedo scattare in preda alle convulsioni.

-" Freddiiiiee! Chiama l'ambulanza presto!"- urlo in preda al panico. Afferro Alyssa le sbottono la maglia del pigiama e la metto di lato, ho letto ad un corso all'università che serve per facilitare la respirazione ed evitare che ingoino vomito o sangue e quindi che si strozzino. Dopo circa due minuti di puro terrore si calma ma non riprende i sensi.

-" Hanno detto che arrivano presto e che c'era un'ambulanza nei paraggi"- dice Freddie bianco come un cadavere e palesemente preoccupato.

Nel quarto d'ora successivo c'è caos, sembra di essere davanti alla tv, non mi rendo conto che stanno davvero portando via la mia sorellina ancora incosciente.

-" Signorina mi sente? Sta bene?"- chiede il medico.

-" Eh? Si.. Si..  scusi. Sono... sono frastornata, non è mai stata così male"- rispondo.

-" È appunto questo che voglio sapere. È la prima volta che ha le convulsioni? Quanto sono durate?"- mi domanda.

-" È la prima volta, anche la febbre cosi alta, il massimo è stato 38°. Sono durate circa due minuti."- rispondo.

-" È possibile contattare la mamma o il papà della bambina?"- chiede.

-" Nostra madre è morta e il loro papà... beh non è reperibile, può scrivere anche morto, è lo stesso. Io sono il loro tutore legale."- rispondo rigida.

-" Ah allora continuo a parlare con lei. Alyssa ha allergie che mi deve segnalare? Operazioni o malattie importanti? Problemi congeniti?"- chiede a raffica.

-" Niente di tutto ciò, è sempre stata forte e sana. Comunque le prendo il suo libretto pediatrico, li ho segnato tutto ciò che le riguarda da quando è nata ad oggi"- rispondo mentre vado nel cassetto e prendo ciò che ho detto.

Prendo il necessario e insieme a Freddie scendiamo per raggiungere l'ambulanza ma quando stiamo per salire ci bloccano.

-" Può salire solo un parente"- mi dicono.

-" Siamo soli, non posso lasciarlo."- rispondo.

-"Mi dispiace ma è la legge. Dovrete raggiungerci per conto vostro"- risponde l'infermiere. Lascio perdere per non far perdere tempo ai medici e corro verso la strada.

-" Se vedi un taxi fermarlo, io cerco il numero e chiamo"- dico a Freddie ma, mentre sto per comporre il numero, il telefono squilla e il nome di Dave lampeggia.

-" Pronto"- rispondo velocemente.

-" Hey piccola, come sta la bambina?"- chiede.

-" Male, ha avuto le convulsioni, la febbre non scende, è ancora incosciente e..."- dico in preda al panico.

-" Calmati, vengo da te e chiamo un medico che la visiti"- dice lui.

-" No, l'ha appena portata via l'ambulanza. Non potevamo salire in due e sto cercando un taxi anzi ci sentiamo dopo altrimenti come lo chiamo il taxi se parlo con te. Se si sveglia e non mi trova la bambina si spaventa"- dico rendendomi conto di star perdendo tempo.

Sam Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora