36

14.2K 1K 1.2K
                                    

Kamikaze - Rompasso

Harry

«Il signor Young non vuole farsi toccare», spiega Sally, fermandosi di fronte a me e rilasciando un piccolo sbuffo che smuove una ciocca dei suoi capelli chiari. «Non capisco cos'abbia contro noi infermieri.»

«Non disperarti. Ti capiterà spesso di avere a che fare con pazienti suscettibili», tento di rassicurarla.

«Peccato che il signor Young si faccia toccare solo da Charlotte e da qualcun altro», interviene invece Louis, guardando Sally di sottecchi.

«E perché?» domanda lei evidentemente infastidita, incrociando le braccia. «Cos'ha Charlotte Cooper che io non ho, dottor Tomlinson?»

«Esperienza, empatia, simpatia...» elenca velocemente il mio amico. «Forse, dovresti imparare da lei come si parla ai pazienti. Sai, rivolgersi a loro come se fossero dolci cuccioli di cane e non persone, porta ai tuoi risultati.»

La sua risposta secca lascia la ragazza di stucco, ferma a fissarlo con le labbra dischiuse e le gote rossastre.

Louis sembra soddisfatto della reazione che ha appena ottenuto e solleva teatralmente le sopracciglia. «Il mio è solo un consiglio. Il tuo tirocinio richiede un voto e certamente non potrò valutare le tue capacità, in questo modo. Vorrei che ti impegnassi di più», conclude lui.

Rivolgo un'occhiata piene di scuse che non pronuncio alla ragazza che, dopo aver spostato i capelli biondi dietro la schiena, annuisce e si allontana da noi.

Serro la mascella e guardo stavolta l'idiota. «Sei impazzito?» sbotto. «Ti sembra il modo di...»

«Trattare una che ha convinto Meghan a scambiare tutti i suoi turni in modo da risultare sempre e costantemente con te? Sì, mi sembrava il modo giusto, dal momento in cui siamo in un ospedale e non in un locale di incontri.»

«Tu», sibilo. «Tu sei un grandissimo pezzo di merda.»

«Ti ho rovinato la scopata, amico?» cantilena, inclinando la testa e sorridendo in modo furbesco e fintamente dispiaciuto.

«Ma che cazzo stai dicendo?» dico tra i denti. Se fossimo soli, non esiterei a mollargli un pugno. Non può trattare così una tirocinante, a prescindere dalle sue motivazione che comunque ritengo futili.

«Senti, razza di cretino senza un minimo di spina dorsale», borbotta serio, voltandosi per fronteggiarmi dalla sua misera statura. «Non mi piace il modo in cui ti comporti. Charlotte lavora qui e non mi pare che lei abbia flirtato con qualcuno per farti del male. Ti conosco così bene da sapere che il tuo scopo è quello di infliggerle dolore, facendo il cascamorto con una tirocinante. Ho appena evitato una delusione per quella ragazza e scongiurato il peggio, perché la pazienza di Charlotte raggiungerà presto un limite e tu la stai minando troppo spesso.»

Provo a controbattere, ma mi precede. «Perciò, vuoi flirtare? Va benissimo. Vuoi trovarti una ragazza? Mi sta bene. Ma mi fa girare tremendamente i coglioni che tu debba farlo proprio qui, solo per ferire Charlotte. Non è così che ci si comporta, Harry. Aziona il cervello.»

Rimango perplesso di fronte al suo monologo e non ho neanche il coraggio di contraddirlo, poiché ha perfettamente c'entrato il punto. Non voglio ferire Sally, per cui ovviamente non sento niente, e le volte in cui le ho rivolto la parola più del dovuto sono state sempre con la presenza simultanea di Charlotte nei paraggi.

Doctor Dream 2 Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora