Capitolo 4

500 15 0



-Piacere io sono Summer-li porsi la mano.Lei la guardo e poi mi sorrise.
-Piacere io sono Charlotte-
Davanti a me c'era una donna fantastica,portava un cappotto blu scuro,che li copriva le ginocchia.
Dei tacchi a spillo lucidate e un borsetta di Prada..
-Lo sai che sei molto bella-affermò ridendo,e guardando sia me che jack corporeamente.
-La ringrazio-dissi.
-Ti prego dami del tu,oddio quando mi danno del lei,mi sento vecchio-esclamò sedendosi sul divano.
Io ero ancora in mobile,quando jack accolse la mia attenzione-Amore siediti vicino,a me-
Annuì e mi dirigi verso lui.Fra noi si creò il silenzio,le mie labbra non smettevano di sorridere,forse perché davanti a me c'era la mamma del mio uomo.Diciamo che la situazione era un po' imbarazzante.
-Vuole qualcosa....-mi fermai per pensare cosa le potessi offrire-acqua,un panino...-
Un panino??!!Che cazzo dico.
-No,ero venuta per invitarvi al ricevimento che si terrà del museo d'arte-ci spiego.
-Oh..-mi girai verso jack che era sorpreso da quello che aveva detto sua madre poco fa.
-Non ditemi di no,mi farebbe molto piacere conoscenti meglio Simona-disse.
Ahahahah Simona?E seria?
-Il mio nome e Summer-dissi-Se le fa piacere,verremo-vidi jack fare una faccia al quanto non piacevole.
-Oh.....bene-si alzò da dove era-Allora ci vediamo tra nove giorni,jack ti chiamerò per dirti le indicazioni-
-Ok mamma ciaooooo-disse jack sottolineando Ciao.
-Summer e stato un piacere-
Sorrisi e mi alzi -Anche per me-dissi.
Charlotte ci diede un ultima occhiata,e poi sene andò via,lasciatoci sorpresi della sua visita.
-Carina tua madre-mi rivolsi a jack.
-Forse e carina come si veste,ma dentro e una strega-
Pesi il cuscino e glielo tirai addosso,aveva appena chiamato sua madre strega,la sua affermazione mi fece ridere un po',ma non glielo feci notare.
-E vero,e sempre stata cattiva con me-ammise.
-Davvero?Povero amore mio-mi sedetti a cavalcioni su di lui.E iniziai ad accarezzarli i capelli.
Jack sorrise,e mi strinse i fianchi,per poi baciarmi a stampo-Amo questa posizione lo sai-mi sussurrò nel orecchio sinistro.
-Si....ma-mi alzai di scatto-devo fare i compiti-presi la borsa che poco fa era per terra e andai in camera.
-Daiii Summer-piagnucolo jack,facendomi ridere.

-

Avevamo appena finito di mangiare,e stavo lavando i piatti,quando due potenti mani mi presero per i fianchi facendomi rabbrividire tutta la schiena.
-Jack,fammi lavare i piatti-dissi.
Non mi ascolto,anzi iniziò a baciarmi il collo,facendomi ridere.-Dai-dissi.
-Ti voglio-mi sussurrò.Non potevo concentrarmi con lui addosso a me.
Mi girai e li sorrisi,fronte contro fronte-Baciami-affermai sorridendo..
Non perse altro e mi bacio,potevo sentire la sua lingua cercare la mia.Il bacio poi si trasformò in qualcosa di più.Stava per sbottonarmi i jeans,ma io lo fermai-Non vorrai mica farlo qui-dissi maliziosamente.
Mi spinse al muro,bloccandomi con le sue braccia,e facendo combaciare perfettamente il mio petto con il suo.Desideravo essere sua-Non resisto-sussurrò sessualmente.
Le mia mani vagarono per tutto il suo pert,fino ad arrivare ai bordi della maglietta che portava,in meno di un minuto la maglietta raggiunse il suolo.Senti le sue mani andare dietro di me,per sbottonare la mia camicia,che in poco tempo raggiunse il suolo,anche lei.Mi prese in braccio in stile sposa,e mi stesse sul letto,per poi mettersi a cavalcioni su di me.Ci liberammo anche dei pantaloni,rimanendo solo in biancheria intima,sussultai quando la lingua di jack percorse tutto il mio interno coscia arrivando poi davanti a me.
-Ti amo-disse ad un fiato dalla mia bocca.
-Anche io-in questo momento desideravo solo fare l'amore con lui.Ribaltai la situazione,iniziai a baciarlo tutto il petto fino a arrivare ai boxer,che poi tolsi,mi imbarazzai a quella vista.
Ma continuai con i miei baci,mi spinse facendomi ritrovare sotto di lui,ancora una volta.Con una mossa veloce entrò in me facendomi inarcare la schiena,appoggio la fronte sulla mia per guardami dritta nei occhi.Attorcigliai le gambe al suo bacino attirando lo maggiormente a me,le spinte iniziarono ad aumentare e con loro anche la velocità,chiusi li occhi godendomi tutto il piacere che jack mi poteva provare.
-Summer-gemette jack in preda al piacere.
Per poi venire insieme,jack si sedette a fianco a me tutto affannato.
-E stato bello come la prima volta-affermò sorridendo.
-E no-dissi,per poi appoggiarmi sul suo petto.Mentre jack mi guardava stranamente.
-E stato ancora meglio-Ridemmo insieme.

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!