Dalia

94 15 3
                                    

Le lezioni erano finite e Jimin uscì dal cancello della scuola con un sorriso a trentadue denti sul viso. A Yoongi era piaciuto il suo regalo, questo poco ma sicuro, quindi era deciso di continuare con il suo piano e come era solito fare ogni giorno andò a dare una mano al padre.

Passarono due ore e Jimin stava dando da bere con l'innaffiatoio ad un vaso di rose rosse, quando sentì l'angolo della sua camicia tirarsi. Guardò verso il basso e trovò una bambina con un grazioso vestitino blu.

«Hai bisogno di qualcosa?» chiese Jimin abbassandosi al livello della bambina.

«Ehm... Volevo un fiore per mia mamma. Oggi é il suo compleanno e volevo farle un regalo.» rispose la bambina prendendo tra le sue piccole mani una ciocca di capelli.

«Certo, hai già qualche idea? Magari hai visto un fiore particolare qui in giro?»

«Mi piace molto quello lì.» la bambina spostò il braccio e indicò ad un fiore in particolare. La dalia.

Jimin ne prese due, le legò con un nastro dello stesso colore del vestito della piccola e li diede a lei.

«Ecco a te mia cara.»

«Aspetta devo darti i soldi.» aprì il borsellino ma venne fermata dal più grande.

«Non preoccuparti. Te li regalo.»

«Davvero? Grazie mille.» fece un piccolo inchino e corse fuori dal negozio.

Il giorno dopo Jimin entrò nell'aula di musica con in mano una delia rosa. La mise sempre nello stesso punto e aspettò ancora una volta l'arrivo di Yoongi.

«Ancora un altro fiore?» si domandò a voce alta Yoongi. Prese il fiore e lo annusò. Sorrise. Iniziò a leggere la nota:

"Hey, spero ti piaccia questo fiore.
Oggi ho scelto una dalia. Simboleggia la gratitudine. Grazie per aver accettato il primo regalo e spero accetterai anche i prossimi, solo se lo vorrai.

CC"

«Uhm... CC? Mi sto chiedendo chi sia.» Osservò la stanza e trovò la porta un po' socchiusa. Si diresse verso la porta, l'aprì ma non trovò nessuno.

«Mi sembrava di aver visto qualcuno. Mi sarò immaginato tutto.»

Flowers ||Yoonmin||Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora