Capitolo 2

616 16 1


Un altro drink,mi versa nel mio bicchiere di colore rosso,Britney.E da più di tre ore che beviamo e scherziamo.E la cosa a me piace e come.
-A cosa brindiamo-chiesi alzando il bicchiere che portavo in mano.
-Alla nostra vita-dice Sarah.
-Salute-Dicemmo per poi accoppiare i nostri bicchieri fino a formare un din
-Mi piacciono un botto i tuoi capelli Summer-disse Rachele.
-Grazie-li avevo un po' scalati,e mi facevano un viso rottondo.
Mi alzai,e per poco non perdevo l'equilibrio,dalle ragazze ricevetti una risata assordante.
Andai verso il camino dove vicino si trovava la radio,la accessi e parti Blame di Calvin Harris e Jhon Newman,ed iniziai a ballare,trasportando le mie amiche a ballare.

Can't sleep
Keep awaking
Is that the woman next to me?
Guilt is burning
Inside I'm hurting
Insane a feeling i can't keep

So blame in on the night
Don't blame it on me
Don't blame it on me
Blame it on the night
Don't blame it on me
Don't blame it on me

So blame in on the night
Don't blame it on me
Don't blame it on me
Blame it on the night
Don't blame it on me
Don't blame it on me

Settembre 09-10-2013

Mi svegliai con un gran mal di testa,aprì li occhi e la mia prima impressione fu che non mi ricordo niente di ieri sera.Portai una mano sulla testa,feci un gemeti di dolore,ho un gran mal di testa.Mi alzai col busto e mi trovai jack davanti a me, che si leggeva un giornale.
-Buongiorno amore dormito bene-chiese,avvicinandosi a me per poi baciarmi a stampo.
-Buongiorno mi puoi dire cosa e...successo sieri sera?-chiesi
Mi alzai del tutto dal divano,e mi sedetti a gambe crociate.
-Ieri ti sei presa una grande sbronza,le ragazze mi hanno chiamato per venirti a prendere,e appena ti ho vista mi sono messo a ridere eri per terra e stavi dormendo,come se niente fosse-affermò ridendo.
-Ah......aspetta stai ridendo di me-domandai con uno sguardo suicida.
-No amore,sto ridendo con te-si avvicinò a me e mi prese a modo sposa,per poi portarti in cucina e appoggiandomi sul marmo.
-Ma lo sai che tra un po' e il nostro anniversario-sussurro tra le mie labbra-Davvero?-chiesi,anche se lo sapevo perfettamente.
-Si.....ricordo ancora come abbiamo festeggiato la prima volta-mi bacio il collo provocandomi dei brividi lungo la schiena.
-E come abbiamo festeggiato-ammisi.
-Beh...io ricordo solo il come....-mi strinse i fianchi,mentre io incrociai le mie gambe lungo la sua schiena-Ecco come abbiamo festeggiato-continuo....

-

-Allora vediamo cosa,mangiamo per pranzo-aprì il frigorifero e iniziai a vedere...
C'era solo pomodoro una insalata,e nella dispensa due lattine di tonno.Pero jack aveva proprio fatto la spessa.
-Amore ti va se mangiamo una insalata di tonno e pomodoro-urlai,da così lui mi potesse sentire.
Non ritardo la risposta,così mi misi al opera,inizia a cucinare,o meglio a preparare da mangiare.
Tagliai il pomodoro,e aprì il tonno,e abbrustolì un po' di pane che trovai nella dispensa,e il gioco e fatto.
Portai il tutto in tavola,e jack sorrise appena mi vide con due pianti in mano.
-Amore hai fatto tutto da sola,però...-osservò cosa c'era sul piatto.
-Modestamente sono una brava cuoca lo so-ammisi ridendo.
-Vediamo cosa hai cucinato -prese una forchetta e iniziò a mangiare.
-Come-ero in paziente di vedere il risultato.
-Ottimo....fatti baciare-mi misi sulle sue gambe e lo baciai.
Dopo aver finito di mangiare,jack prese un libro da leggere,mentre io iniziai a fare i compiti.
Vediamo da dove iniziamo,Filosofia?o Matematica?ce di meglio....Grammatica?
Optai per Filosofia,dovevo leggere e capire un testo lungo tre pagine,carina la prof ad averci dato questo per casa.
-Amore,mi puoi aiutare-chiesi dalla stanza della nostra camera.
Ma jack non rispose...quando ritentai.
-Amore mi puoi aiutare in filosofia-urlai,forse non mi aveva sentito.
Ma ancora nessuna risposata,mi alzai dalla sedia sbuffando,e mi dirigi verso il salotto.
-Jack ti stavo chiamando ma tu...-mi fermai di colpo appena lo vidi che si era addormentanti,come era bello mentre dormiva,li levai gli occhiali,e il libro dalle mani.
Mi sedetti anche io è mi sdraiai vicino a lui,mi accoccolai sul suo petto,e li baciai a stampo le sue labbra.
Filosofia può anche aspettare!Io da cui non mi muovo....

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!