Capitolo 1

901 21 0

-Sei sicura di non voler mi accompagnare al aeroporto,insieme a jack-chiese mia zia.
-Emh....no,non amo le lacrime da addio-rivelai,per poi essere baciata da mia zia sulla fronte.
-Stammi bene Summer-disse
-Lo farò-affermai sorridendo.
Mia zia si avvicinò alla sua auto,aprì la portiera,ma di colpo si fermò-Fai pace con jack,non meritate di separarvi per delle cazzate-
Ma cosa?!
-Z-zia come sai...beh che i-io è jack...cioè-mi zittì con una mano.
-Basta vederti,tu desideri lui è lui desidera te,so che appena nomino il tuo nome a jack compare un sorriso tra le labbra,so come sei gelosa appena Melissa se li avvicina,muori dalla rabbia,so anche che vi amate e che al cuore non si comanda-ammette.
Per poi accendere l'auto e scomparire dalla mia vista,mi ha lasciata a bocca aperta.
Davvero si vede che sono pazza di jack?

Pov'Jack

Ho appena lasciato Keyla sul primo volo per Los Angeles,era molto silenziosa era come se mi volesse dire qualcosa ma non avesse le parole per dirmelo.
Apro la porta del mio ufficio e vado verso la mia scrivania dove poche ore fa avevo lasciato alcuni compiti da correggere.

-

-Non ho capito,se la protagonista e innamorata di lui,perché non va e non glielo dice-chiedo al alunno difronte a me.
-Prof e questo il bello della mia storia,la protagonista e timida,ha paura di sbagliare,e poi ...prof i suoi non voglio per niente che lei sia innamorata di lui-esclama.
Bingo,ecco che ci risiamo con questa storia.
Rimango in silenzio,senza dire niente-Prof tutto ok?-chiese.
-Si.....Andrea lo leggero più profondamente,e poi ti farò sapere-lo avviso.
-Va bene...arrivederci-disse per poi a andare via.
-Arrivederci-sussurai fissando un punto della stanza.
La storia e uguale e identica a quella mia e di Summer,ovvio che di mezzo ci sono sempre i genitori.
La mia attenzione cade sul mio cellulare che iniziò a vibrare.Comparve il nome "Summer",lo lasciai squillare,per poi prenderlo tra le mani e sentire il messaggio che mi aveva lasciato in segreteria.

"So che non mi vuoi ne vedere e ne parlare,ma voglio chiederti una cosa,stasera starò davanti al teatro,ti aspetterò,se non verrai vuol dire che tra noi e tutto finito se verrai...beh"

E li che il messaggio si chiude,questa sera sarà l'ultima, volta che la vedrò?
Il messaggio dice chiaramente cosa devo fare,ma sono ancora confuso.

Pov'Summer

"So che non mi vuoi ne vedere e ne parlare,ma voglio chiederti una cosa,stasera starò davanti al teatro,ti aspetterò,se non verrai vuol dire che tra noi e tutto finito se verrai...beh"

Fatto il messaggio e stato inviato,spero lo legga e lo riceva.Ho avuto la forza per dirlo quelle parole,non li parlo da quel momento in cui mi mandò via dal suo ufficio.Spero solo che venga e che mi faccia felice per una volta per tutte.Sospirai rumorosamente per poi dirigermi verso i corridoi della scuola.....

19:00

Sono davanti al teatro,ed e da più di tre ore che aspetto jack e non si fa vivo,decido quindi di alzarmi e fare una camminata,intanto che la aspetto.

19:45

Quaranta-cinque minuti dopo,niente ancora niente,jack non si fa vivo,iniziò ad avere freddo,ma devo resistere,per lui resisterò.

20:00

Ho cambiato posizione,ora sono sotto l'orologio e sento il don e don delle campane suonare,sono le otto e in punto e ancora niente.

20:30

Inizia a piovere,ed io mi stringò al mio cappotto,meno sto per andare quando una macchina,con le luci potente mi annebbia la vista,mi alzò di scatto e vado verso la macchina che blocca il traffico.
Ma appena vedo bene quella figura davanti a me,mi prendere un accidente,e jack il mio amore.
Sorrido e vado verso lui,non mene frega se mi bagno,voglio lui.Siamo faccia a faccia-Sei arrivato alla fine-dico.
-Baciami Summer-affermò sorridendo.
Non melo feci ripetere una altra volta,che mi avvicinai a lui per baciarlo-Anno nuovo-disse per baciarmi a stampo-Vita nuova-conclusi io affermandolo dalla camicia,per poi baciarlo,e ridere.

My teacher (Stagione 3)Leggi questa storia gratuitamente!