Jealousy

247 17 2

CAPITOLO 17

"Che ci fai tu qui?" domanda Harry.

"Buongiorno anche a te" replico

"Pff" si siede sulla sedia di fronte alla mia.

"Non so cucinare e quindi ti ho preparato solo del latte caldo con i cereali" sorrido dolcemente.

"Fai pure come se fosse casa tua" ruota gli occhi al cielo. Si alza e prima che possa andare mi metto immediatamente in piedi per raggiungerlo e gli afferro la mano.

Nel momento in cui si gira e aggrotta entrambe le soppracciglia, si scompiglia i capelli e mi guarda mi imobilizzo e il cuore perde dei battiti.

"Uuu"  scrocchia le dita.

'Emmm...non mangi?" dico.

Ride.

"Perchè ridi?"

"Perchè sei diventata tutta rossa" quelle fossette cavolo.

"Vado al mare a farmi una bella nuotata e poi mi bevo qualcosa al bar" ah, di nuovo quel sorriso.

Annuisco e lo lascio andare.

-----

Dopo circa un'ora io ed Harry siamo pronti.

"Andiamo?" replica intrecciando le nostre dita, ma tolgo immediatamente la mano.

"Per andiamo dove intendi dire precisamente?" dico ridendo nervosamente.

"Dove voglio io!" alza il tono di voce che mi fa ribalzare dallo spavento.

"Voglio ritornare al mio Hotel. Ho promesso a Zayn che  ci saremo visti" dico

"No"

"Harry ti prego"

"Cos'ha Zayn che io non ho!?" sputa all'improvviso.

"Ma che dici!?"

"Dimmi, non sono bello per caso?"

mi fissa intensamente e cerca di studiare la mia espressione.

"S-sì che sei bello, ma che c'entra?" domando. Sono al quanto sorpresa dal suo comportamento.

"È più bello lui!?"

"Harry smettila."

Mi afferra il polso e me lo stringe fortemente.

"Allora?" dice

"Allora cosa!?"

"Allora cosa vedi in più in quel cazzone di Zayn?"

"Be, lui mi ama e mi fido di lui"sussurro

"Ahahha non ci credo, ripeto che è solo un cazzone"

"Un cazzone che non mi stupra" gli faccio un sorriso a 32 denti.

A quel punto mi lascia e non parla più.

-----

"È questo l'hotel, grazie" sorrido falsamente e scendo dall'auto.

Quando sono all'interno dell'edificio vado direttamente nella mia stanza e me la ritrovo vuota e allora faccio per  riuscire, ma nel momento in cui sento l'acqua della doccia aprirsi capisco che lui è a pochi metri da me.

-----

Quando esce gli salto letteralmente addosso.

"Mi sei mancato così tanto!!" lo stringo forte forte.

You make me  dieLeggi questa storia gratuitamente!