CAPITOLO QUARANTASETTE: Natale

200 22 1

-177

Il tempo sta passando velocemente, oggi è il venticinque Dicembre ed è Natale, la festa più bella, almeno per me.
Siamo a Venezia e devo dire che qui è tutto fantastico, le strade danno quell'aria natalizia che c'è anche a New York, qui non è neanche male.

"Io direi di aprire i regali!" Batte le mani Linda eccitata, beh, la mia migliore amica in questi casi si trasforma in una bambina che vuole il suo regalo a tutti i costi.

Tutti annuiscono e mi reco sotto l'albero per prendere i regali con l'aiuto di Julia, questo gesto mi ricorda i miei genitori, quando ogni anno ci davano i nostri regali e felici li aprivamo.

"Questo è il mio regalo per te" consegno il pacco alla mia migliore amica che mi ringrazia e porge invece il suo regalo a me.
Inizio a scartarlo pian piano, mentre vedo gli altri scambiarsi i regali, Julia con Cameron, Kaleb con Luca e infine Teresa con Matt.

"Grazie!!" Linda urla alla vista del bracciale pandora con un ciondolo che le ho regalato e mi abbraccia.
Apro anche io, trovando all'interno una collana con il mio nome inciso sopra, è particolare e mi piace molto.
La ringrazio anche io e porgo i miei regali a tutti gli altri compreso Kaleb, il quale da un pacchetto regalo anche a me.

Ho deciso di regalargli un disco di Ed Sheeran e due biglietti per il suo concerto, visto che è pazzo di lui, proprio per questo quando li trova davanti ai suoi occhi, spalanca la bocca e mi abbraccia anche lui.
"Verrai con me" sussurra al mio orecchio e sorrido annuendo.
Infondo è ovvio che dovevo andare con lui!

Mi affretto ad aprire il suo regalo notando che mi incita a farlo e all'interno trovo un braccialetto con una scritta piccola: "365 giorni di noi".
Spalanco la bocca dopo aver letto e alcune lacrime minacciano di uscire, ma cerco di spingerle indietro.
Non ci posso credere!

"K-kaleb" balbetto e lo stringo forte a me cercando di non piangere.

"E adesso si brinda!" Urla Julia alzando il bicchiere con lo champagne.

-176

Oggi faremo il giro in gondola, proprio per questo siamo pronti per salire, ma ovviamente in gondole diverse.
Saliremo a coppie e a portarci sarà un uomo, i primi a salire saremo io e Kaleb e devo dire che sono molto emozionata.

"Ragazzi, avanti" l'uomo ci porge la mano aiutandoci a salire ed io per la sbadata che sono rischio quasi di cadere.

"Godetevi il panorama" inizia a remare e il suono dell'acqua mi fa rilassare tantissimo.

Kaleb mi sorride ed io faccio lo stesso, per poi girarmi e guardarmi intorno osservando un po' tutto.

È la mia prima volta in gondola e anche se può sembrare una cosa stupida da mettere nella lista, per me non lo è.

"Benvenuti a Venezia!"

-171
31 Dicembre, a 00:00 un nuovo anno ci avvolgerà e il vecchio si porterà con se tutto, i momenti, gli sguardi, gli amori...tutto, ma rimarranno per sempre nei nostri pensieri.

"5..4..3..2..1...BUON ANNO!" tutti urliamo in coro, ma sento delle braccia afferrarmi per la vita.

"Buon anno a te, piccola" Kaleb.
Mi giro e lo abbraccio per poi rimanere a qualche centimetro di distanza da lui.
Le nostre labbra si sfiorano ed io chiudo gli occhi e li riapro più volte per restare lucida.

"Se ti bacio non succede nulla, vero?" chiede ed io scuoto la testa, per poi tirarlo verso di me e attaccargli le labbra.

Non mi importa se lo sto facendo davanti a tutti i ragazzi, e non mi importa neanche di Teresa, io lo voglio e basta.

"Io ti voglio Kaleb" sussurro staccandomi da lui e lo vedo sorridere.

"Ti voglio Martina"

365 giorni di noi (WATTYS 2019) Leggi questa storia gratuitamente!