TRIS' POV

Il mattino seguente, ovvero qualche ora più tardi, eravamo tutti seduti sul mio divano, per discutere di alcune questioni.

-Allora - iniziò Logan - ieri ho chiamato Jason e mi ha detto che la valigetta dobbiamo portargliela domani, quindi avremo la giornata libera, oggi, e domani mattina presto ripartiremo.

-Ok. - Katherine appoggiò la schiena al divano.

-Qualcuno sa cosa c'è nella sua valigetta? - chiese Ryan.

-Non lo so e, onestamente, non ho neanche osato chiederglielo. Sappiamo tutti com'è. - sospirò Logan.

-Hai ragione. - Katherine sogghignò.

-Quindi oggi che facciamo? - chiese Justin.

Justin... No, non mi ero ancora scordata della nostra breve chiacchierata di quella notte. Avevo così tante cose da chiedergli.

A partire dalla sua domanda sull'incendio. Voglio dire, lui non faceva parte della mia squadra, quindi come faceva a sapere che io ''venivo da li'' ?

Questo fatto lo sapevano solamente Katherine, Aimee e Jason, oltre a me; e loro non glielo avevano sicuramente detto, era la regola. La privacy nella società era a dir poco sacra; questa era la cosa che amavo di più lì dentro.

Inoltre, a parte chiedergli come sapeva dell'incendio, ero molto propensa a scoprire se aveva anche qualche informazione in più. Sapevo che ad appiccare l'incendio erano state le stesse Katherine ed Aimee, ma non sapevo perchè.

Non glielo avevo mai chiesto in un anno, e non avevo neanche intenzione di farlo, ma era un punto di domanda che insisteva nella mia testa sin dal primo giorno che ero entrata a far parte della società.

-Allora andiamo! - Aimee e il suo entusiasmo mi riportarono alla realtà.

-Tempo di mettere le scarpe!

-Muoviti, Tris.

Una scusa stupida, ma buona, considerando l'improvvisazione, e la fortuna di essere effettivamente scalza.

Sotto ai miei pantaloncini e alla mia canotta corta, abbinai le mie amate, e putroppo disprezzate, Converse. Mentre andavo veloce verso la porta vidi Justin e mi affiancai a lui.

-Hai dormito, poi? - mi chiese lui a voce abbastanza bassa, per far si che solo io riuscissi a sentire.

-Si, tu?

-Si.

-Bene. Ehm, dov'è che stiamo andando di preciso?

Ridacchiò; a lui potevo chiederlo, agli altri no, sarebbe stato imbarazzante; cioè non che mi imbarazzassi, però...

-A fare un giro per Philadelphia. Aimee ed io non ci siamo mai stati, quindi...

-Oh perfetto. - sorrisi; in effetti neanche io ci ero mai stata, quindi perchè no? - Oh, Justin c'è un'altra cosa che vorrei chiederti.

-Dimmi pure.

-Come fai a...

-Ragazzi, ci muoviamo o no? - Ryan ci interruppe, prima di salire in macchina.

-Sarà meglio andare, - disse Justin - parliamo più tardi.

-Va bene.

Così lui salì sul suo fuoristrada, e io sulla mia auto sportiva.

JUSTIN'S POV

Parcheggiammo le nostre automobili, abusivamente, dietro al parcheggio di un albergo vicino al Delaware River.

New GirlLeggi questa storia gratuitamente!