TRIS

Non appena mi rivestii, lasciai quel ragazzo a dormire sul letto. Era ubriaco come pochi, ma non mi importava.

Uscii da lì e tornai dai miei ragazzi, trovandoli seduti al nostro tavolino. C'erano Aimee e Ryan.

-Ehy, ce l'hai fatta? Credevo non tornassi più! - Ryan ridacchiò.

Io feci lo stesso; controllai l'orologio e notai che era passata quasi un'ora da quando mi ero allontanata. Ma ne avevo bisogno, e non mi importava di quanto tempo ci avessi messo.

-Gli altri? -chiesi.

-Katherine e Logan sono scomparsi, si staranno facendo qualcuno, ovviamente, e Justin è andato a prendere da bere. - mi rispose Aimee.

Neanche a farlo a posta, ecco che torna Justin con dei bicchieri pieni di alcol per noi.

-Ehy, Tris, ben tornata! - mi fece l'occhiolino e io risi.

-Grazie. Hai preso qualcosa anche per me?

-In effetti si, ho preso quattro Sex On The Beach. Spero che sia di vostro gradimento!

-Da impazzire!

Mi avventai sul mio bicchiere, e gli altri fecero lo stesso ridendo per la mia reazione. Ero ubriaca, che potevo farci?

Poco dopo tornarono anche Katherine e Logan.

-Allora? Chi vi siete fatti? - chiese Ryan.

-Chi lo sa! - Katherine alzò le spalle, fingendosi ingenua.

-Oh, no. Loro si sono fatti a vicenda, non è vero? - Justin li prese in giro.

-Puoi giurarci amico, è una bomba a letto! - Logan rise, indicando Katherine, che sorrise di rimando.

Una volta a casa, eravamo distrutti. Tutti salirono nelle proprie stanze. Ovviamente tutti, tranne me. Io mi fermai di sotto, e dopo essermi tolta il vestitino e le scarpe, ed essere rimasta in intimo, mi allungai.

Quando fui sul punto di addormentarmi, sentii una risata dietro di me. Mi girai e vidi Justin. E certo, chi voleva essere sennò?

-Che vuoi ora? - mi portai un braccio sugli occhi per coprirli.

La testa stava per scoppiarmi!

-Mi fai quasi pena.

-Io non faccio pena.

-Infatti ho detto quasi.

Sentii un peso sul divano su cui stavo quasi dormendo, segno che Justin si era seduto accanto a me.

Mi alzai con la schiena e feci lo stesso.

-Beh, ora che mi hai svegliata, che vuoi?

-Portarti a letto. - dopo aver visto la mia espressione, aggiunse - Non voglio scoparti, solo non mi va di vederti dormire qui. Sembra scomodo.

-Lo è!

Mi alzai e andai dritto verso la sua camera. Non mi vergognavo a farmi vedere in intimo, nè da lui nè da nessun altro, e inoltre con questo caldo non c'era altro modo possibile per dormire.

Una volta nel suo letto, tirai giù le lenzuola. Poi mi girai rivolgendogli la mia schiena.

-Tris, promettimi una cosa. - mi disse lui serio.

-Cosa?

Cambiai posizione e mentre mi girai a guardarlo, lui fece lo stesso e ci ritrovammo faccia a faccia, con pochissimi centimetri di distanza. Feci un respiro profondo.

New GirlLeggi questa storia gratuitamente!