26

590 67 4

Drew stava stretto fra le braccia di Simon. 

Aveva dato sfogo alle sue frustrazioni piangendo, singhiozzando, e facendo l'amore con suo marito.

-Stai meglio?- 

-Domanda di riserva?-

-Vuoi parlarne?-

-Sono solo...confuso...da un lato sono felice, mia madre è viva, dall'altro sono infuriato...perché non me lo ha detto...-

-Ha pensato di fare il tuo bene...non credo ci siano altre spiegazioni. Sai...non credo che ci siano genitori perfetti al mondo...tutti commettono degli errori...ne faremo anche noi con i nostri figli...-

-E che...aspetta- Alzò la testa guardando Simon negli occhi. -Hai detto "NOSTRI"? Stai pensando di avere altri figli?-

-Tu no? Io ne vorrei altri...Clair deve avere fratelli e sorelle, anche se ha un mucchio di amici, ma...-

Drew lo baciò non lasciandolo finire. -Sì, ne voglio altri...e sì...anche noi sbaglieremo...faremo errori...e....- Sospirò. -È stato il modo...in cui lo ho scoperto che mi ha sconvolto...ma...stranamente sono felice...lei c'è...è viva...non è solo un sogno...o un immagine di un passato...e voglio conoscerla e comprendere le sue scelte...-

Simon lo baciò con enfasi. -Mi piace quando parli in un certo modo...mi mandi il sangue al cervello...- Ringhiò sulle sue labbra.

-Ah, si chiama cervello ora?- Gli rispose mettendogli una mano sull'erezione e iniziando a muoverla. -Quanti figli vuoi avere?-

-3...4...- Rispose ansimando.

Drew rallentò la mano. -Solo?-

-Tutti quelli che vuoi...tutti...- Ringhiò infine mettendosi fra le sue gambe ed entrando in lui in una spinta. -Dio...non sai quanto ti amo...-

-Ne voglio una decina...- Ansimò Drew.

Simon ringhiò mentre entrava ed usciva dal corpo del marito. -Tutto quello che vuoi...amore...- gli disse prima di baciarlo e di muoversi in lui, e con lui. -Sei mio...solo mio...totalmente mio...dimmi che lo sei...- Ringhiò di nuovo mordendolo sul collo e sulle spalle.

-Sì...oddio...sì...tuo...solo tuo...oddio sto per...-Gridò infine.

Simon si spostò stringendogli la base del pene. -Non ancora...-

Drew emise un gemito, un misto di piacere e dolore. 

Ansimando e tremando, un orgasmo senza eiaculazione, lo stordiva.

 -Cazzo!- Gridò, mentre il suo corpo aveva ancora degli spasmi.

Tenendogli il pene stretto con la mano, Simon ricomincio a muoversi, veloce in lui. 

Con forza, i loro corpi sbattevano riempiendo la stanza di quel rumore, mescolato ai loro gemiti.

-Dillo di nuovo...che sei solo mio...-

-Solo tuo...quante volte...vorrai sentirlo...ancora?- Ansimò.

-Sempre...devi dirlo sempre!- Si mosse lento fino a trovare il punto di massimo piacere, per suo marito.

Lo fece gemere di nuovo, gridava e urlava il suo piacere, che Simon tratteneva con la mano ancora stretta sulla base.

Non lo lasciò nemmeno quando ebbe lui un orgasmo. 

Drew lo guardò con gli occhi spalancati.-Ma...-

-Sta zitto...-Gli disse spostandosi e mettendosi a cavalcioni su di lui. 

Con la mano libera si preparò da solo, allargandosi e lubrificandosi con il suo stesso sperma, raccolto dall'orifizio del marito, si mise sopra di lui. 

Tenendo ancora con la mano quel punto che lo fermava, che gli frenava il suo seme.

Scese sull'asta, fino a togliere la mano. E si mosse lento, facendo gemere ancora e ancora Drew. 

Finché esplose.

-Oddio...ti amo...non sai quanto ti amo...-Gridò infine, rilasciando il suo piacere dentro di Simon.

White Panther. *Serie Talisman*Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora