CAPITOLO QUARANTUNO: Aaron

269 36 3

Apro la porta sorridente, per ciò che è appena successo.
"Ehi" Linda mi saluta ed io faccio un cenno con la testa, poi incrocia le braccia sotto il petto.
"Scusami se ho dormito da Marcus, ma..tu che hai? Sei..felice?" chiede ed io annuisco per poi salire sopra e prendere la lista.
"Ho fatto una lista sulle cose da fare prima di morire, l'ha vista Kaleb e mi ha detto che lui mi aiuterà" gliela porgo in modo che la legga, mentre mi porto una ciocca dietro l'orecchio.
"Dio che dolce!" spalanca la bocca, e mi abbraccia.
"Va bene, va bene" dico staccandomi.
"Dopo tutto questo tempo che non siamo state insieme abbiamo proprio bisogno di una serata fra ragazze" annuisco alla sua proposta, e prende il telefono per chiamare le altre.
Salgo di sopra per sistemarmi i capelli, visto che sono scombinati dal vento.
Guardo il mio riflesso sullo specchio, e sorrido passandomi una mano sulle labbra, ricordano il bacio a stampo dato a Kaleb.
Molto spesso è l'alcool che mi rende audace, ma questa volta sono stata proprio io.
Dopo aver dato qualche colpo di spazzola scendo al piano di sotto, aspettando Linda.
"bene andiamo a casa di Julia, ci aspettano le altre" .

-328
"Martina, sveglia!" Una voce maschile mi chiama, mi scuote.
Perché non si può dormire in santa pace?
"Chiunque tu sia, mettiti un tappo in bocca e dormi anche tu" mormoro con gli occhi chiusi, sento una risata e sbuffo aprendo gli occhi.
"Kaleb?" Chiedo stranita, e lui annuisce.
"Preparati, andiamo a cavallo" spalanco la bocca alla sua affermazione e mi alzo subito per poi iniziarmi a preparare.

"Okay, quindi metto un piede qui, e poi.." sussurro, "Qui" e mi ritrovo sopra il cavallo, che a quanto ho capito dovrebbe chiamarsi Aaron.
Che sensazione..strana.
"Adesso?" Chiedo preoccupata sentendo un grugnito proveniente dal cavallo.
"Tranquilla, adesso cammineremo" mi spiega un ragazzo che si occupa delle corse con i cavalli.
Kaleb mi guarda da lontano e mi sorride, faccio lo stesso anch'io e poi distolgo lo sguardo sentendo che mi sto muovendo.
"Oh mio dio" sussurro e cerco di restare dritta con la schiena, come mi aveva detto prima.
"Che ne dici di accelerare un po', eh Aaron?" Colpisce il cavallo con la mano in modo leggero, ed esso cammina più veloce, quasi una corsa.
"Vai!" lo colpisce ancora e Aaron inizia a correre, cosa devo fare?
Il panico mi assale e chiudo gli occhi, il cavallo inizia a percorrere tutti gli ostacoli, quindi presumo sia addestrato.
Ma certo Martina! Che domande sono?
Il ragazzo di prima ci raggiunge fermando il cavallo, e mi aiuta a scendere.
Lo ringrazio e poi mi giro verso Aaron, "Grazie anche a te" dico passando una mano sul suo volto. Penso che mi aprirò una fattoria.
Se ci arriverai.
Già.
"Piaciuto?" Chiede Kaleb ed io annuisco, anche se devo ammettere che un po' di paura l'ho avuta.
"Due punti della lista sono completati, ora mancano gli altri" dice iniziando a camminare, ed io lo seguo annuendo.
"Il terzo punto è dormire nel deserto" sussurro e lui si gira verso di me.
"Bene, allora prepara tutto che domani si parte"

365 giorni di noi (WATTYS 2019) Leggi questa storia gratuitamente!