6

649 73 2

Gabriel alzò la testa guardando Derek negli occhi. -Cosa vuoi che siamo Derek?-

-Merda...ho detto anche quello...- disse saltando in piedi ed allontanandosi.

Gabriel sorrise e annuì. -Credo ti servirà di lezione per evitare di bere in quel modo...-

Era arrivato al finestrone del salone, passandosi continuamente una mano nei capelli. 

Gabriel si alzò lentamente, e gli si avvicinò da dietro.

-Cosa vuoi che siamo Derek? Non te lo chiederò una terza volta...se vuoi, intanto, ti dico io cosa vorrei. Vorrei prenderti e strapparti i vestiti dal corpo, sbatterti su quella cazzo di finestra, ed entrarti dentro, scoparti fino a lasciarti senza fiato. E dopo vorrei tu facessi lo stesso con me...-

Derek aveva posato le mani sul vetro della enorme finestra.

-Allora fallo Gabriel...-

-Se lo faccio le cose si complicheranno...e se iniziamo una relazione...di qualsiasi natura...dovremo continuare a vederci per via di Sean...-

-Ne sono consapevole...ma...voglio correre il rischio...sono 6 anni che ti desidero, cristo, da quando sei entrato nel mio ufficio, a firmare quelle carte...-

Guardò il riflesso dell'altro nel vetro, lo vide avvicinarsi e stringere le sue braccia intorno al suo corpo. Per poi voltarlo, avevano un altezza simile, e anche le loro corporature si assomigliavano.

-Baciami Gabriel...- chiese mentre le mani dell'altro gli percorrevano il corpo. 

Si posò con tutto il corpo su quello di Derek, prima di impossessarsi della sua bocca.

Un bacio profondo, pieno di passione, che li eccitarono entrambi, si strusciavano i bacini, emettendo lievi gemiti nella bocca altrui. 

Continuarono a baciarsi, mentre con le mani si spogliavano veloci, presi dalla frenesia. 

Dal portafoglio Gabriel tirò fuori un profilattico, ormai nudi, uno difronte l'altro. 

-Voltati...- Ruggì mentre indossava il profilattico. Fece scendere sulla mano molta saliva che iniziò a spalmare sull'orifizio di Derek, che gemeva e si muoveva con il bacino sulle sue dita. 

Infilò un dito dentro, poi il secondo, e un terzo, allargandolo e preparandolo per quanto poteva.

-Gabriel...scopami...cazzo!- ansimò Derek.

A quella richiesta, l'altro perse la testa ed entrò in un colpo. 

Una mano lo teneva su un fianco mentre l'altra lo teneva per una spalla.

Dopo qualche istante in cui Derek riprendeva fiato, iniziò a muoversi, in colpi secchi, duri, che faceva gemere entrambi. 

Gabriel spostò la mano dalla spalla dell'altro scendendo giù per la schiena, continuando a muoversi sempre più veloce, si chinò in avanti, e con la mano, prese il membro di Derek masturbandolo veloce, voleva sentirlo godere. E pochi istanti dopo, lo sentì tendersi come una corda di violino.

-Oh, sì vieni, vieni...-Gli ringhiò mordendo e leccandogli la schiena mentre continuava con i colpi sempre più veloci nel suo ano, ed a masturbarlo.

Infine lo sentì, sulla sua mano, che si riempiva di liquido caldo, mentre dei lunghi gemiti uscivano dalla gola dell'amante. 

-Sì, cazzo...sì...-Ringhiò, mentre esplodeva anche lui, in un orgasmo e riempiva il preservativo.

La mano di Gabriel non si era fermata, aveva rallentato, ma continuava il suo massaggio.

Poi uscì lento da lui, si tolse il profilattico, e lo annodò buttandolo a terra. Voltò Derek e lo baciò.

-E ora, possiamo andare nella tua camera, a continuare ciò che abbiamo iniziato...-

Black Panther Eyes  *Serie Talisman* -Short Spin Off-Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora