20

544 68 0

-Lo so che non ti fidi...ma fallo per me...- Crystal guardò Wonder, che continuava ad imprecare.

 Il giorno prima erano arrivati tardi alla sede degli Hunter. 

Era stato distrutto tutto. 

Di J.J. non c'era traccia e ora, oltre a Cassiopea che non riprendeva conoscenza, c'era pure Albert che era entrato in uno stato catatonico, per lo shock. Per non parlare che Naxos era scomparso con Star e Diamond, e di Josh che con Tristan erano spariti subito dopo che gli avevano detto di Ed. Per poi finire con alcuni sigma, che continuavano a piangere .

-Siamo in una situazione che nessuno di noi si aspettava...-

-Marcus cosa dice?-

Wonder emise un sospiro. -Ripete di aver fiducia in Naxos e negli altri...anche in Ed stesso...- si passò una mano fra i capelli. 

-Quando gli hai permesso di esercitare il suo dominio sul suo branco...sapevi già che sarebbe successo qualcosa di simile...eravamo stati avvisati tutti...per questo si sono allontanati per 18 anni...-Crystal, posò una mano sul braccio dell'amico. -So che non riesci a fidarti di lui...ma fidati di me, e di mio figlio...e in Diamond...-

Wonder sbuffò sedendosi. -Stranamente, mi fido...anche di lui...solo che...-

-Hai paura, come tutti noi...-

L'Alpha annuì. -Faccio chiamare tutti...credo sia ora...-

Crystal gli posò una mano sulla spalla. -I Draghi saranno al tuo fianco di nuovo...Alpha Dylan.-

-----------

J.J. sentiva ormai di essere sveglio. 

Quindi spalancò gli occhi sulla creatura che aveva davanti.

Naxos gli fece un sorriso triste. Teneva in mano il collare che stava per indossare prima di sparire.

-Perché mi hai fermato?- 

Naxos non gli rispose.-Dove siamo?-

Lo stregone sospirò. -In un rifugio dove nessuno non può trovarci...-

-Cosa gli è successo? Non sembrava più lui...-

-La sua confusione, la paura della creatura che è...-

-Ha ucciso gli Hunter...-

-Naxos scosse il capo...non tutti...-

J.J. corrugò la fronte. -Ma lui ha detto che...-

Naxos sospirò, indicò dietro di se, aprendo la porta della stanza in cui era, si trovò catapultato in una sorta di gigantesco ospedale da campo, dove Star e Diamond si muovevano regolando qui e là delle sacche.

-Sono tutti qua?- 

Lo stregone annuì.

-Ed non è confuso...avevate già in mente tutto questo...-

-Ci sono molti traditori, non sapevamo di chi poterci fidare..-

-Cassiopea?- 

-Appena conclusa la missione di Ed, tornerà come prima...-

-Le ha preso i poteri?- 

-No...ma è in una sorta di coma...- La voce di Ed lo fece voltare di scatto.

-Potevi dirmelo...- Sbuffò J.J.

-Eri ancora collegato ad Albert...-

-Lo sono ancora...-

-Ma qui non ti sente...-

-Lo sento io però...sento il suo dolore...la sofferenza...-

-Cerca di avere pazienza...- Ed guardò verso la stanza. -Stanno tutti riposando...quando si sveglieranno staranno bene...anche...-

J.J. sentì una fitta al cuore. 

-Anche i torturatori torneranno loro stessi...-

J.J. guardò ogni creatura nella stanza finché lo vide e corse verso quel letto, quel corpo, che lungo tempo era stato un automa. 

Ora era la, sarebbe tornato suo fratello.

 -Shane...-Mormorò accarezzandogli la testa. Non aveva più cicatrici.

Dietro di loro, Josh e Tristan guardavano Ed e Naxos. 

-Avremo dovuto avvisarli...-

Ed sorrise. -Lo sanno già...-

Omegaverse: FabulousDove le storie prendono vita. Scoprilo ora