CAPITOLO DICIANNOVE: "Anche voi qui?"

294 44 3

Finalmente siamo ritornate a casa, non ho intenzione di dire ciò che è successo ieri alle ragazze, soprattutto a Teresa.
Nonostante Kaleb le abbia detto di non provare nulla per lei, insiste.
Non sono sicura che fra loro ci sia stata soltanto una scopata, magari anche qualcos'altro?
Abbandono questi pensieri quando vedo Linda uscire dalla cucina e buttarsi a peso morto sul divano.
"Ma tu hai dormito bene? Io non resterò mai più a casa di Julia" dice guardandosi le mani.
Sì, ho dormito benissimo con Kaleb.
"Ma linda eravamo sopra un piumone, non c'erano letti a disposizione, è normale che hai dormito male" rispondo alzando le spalle e lei sbuffa accendendo la tv.
"Sono le 10:30 che ne dici di andare al mare?" Chiede ed io annuisco, c'è una bella giornata e non ho proprio intenzione di stare buttata sul divano.

Salgo a prepararmi mettendo un costume bianco con una scollatura e poi dei pantaloncini.
Faccio una coda e poi scendo di nuovo al piano di sotto per preparare lo zaino, perché so che se non lo faccio io Linda non lo fa.
Dopo averlo preparato Linda scende facendo segno di andare.
"Guarda che sole!" afferma alzando gli occhi al cielo, ma li riporta subito giù per la troppa luce.
Annuisco, e continuiamo a camminare.
Dopo circa 5 minuti arriviamo, e prendiamo posto stendendo i teli.
La spiaggia è piena di persone e affianco a noi ci sono due ragazzi girati.
Soprattutto uno attira la mia attenzione, sembra essere veramente figo.
Mi giro verso Linda e le faccio segno di guardare dietro di me mentre io levo i pantaloncini rimanendo in costume.
"Ma Martina, sicura che non sono Marcus e Kaleb?" chiede guardando meglio.
Scuoto la testa, "Impossibile" sussurro e poi mi giro ancora una volta per guardare meglio.
Il ragazzo a cui avevo fatto caso si sta alzando, ed è proprio Kaleb.
"Anche voi qui?" Chiede sistemandosi i capelli.
Io annuisco e Linda si catapulta da Marcus, il quale l'abbraccia sorridendo.
"Non sapevo indossassi questi costumi, con questo genere di scollatura" mormora al mio orecchio ridendo.
Lo guardo male e prendo della sabbia per poi tirargliela addosso.
Resta appesa al suo petto, e lui mi prende in braccio dirigendosi verso la riva.
"Ora mi levi questa cazzo di cosa" dice e non riesco a rispondere che mi getta in acqua.
"Cretino" dico schizzandolo, ma il suo sguardo è rivolto al mio costume.
Sentiamo, adesso cos'ha il mio costume?
Porto lo sguardo giù ed è diventato tutto trasparente.
Martina, è mai possibile che con lui ti ritrovi sempre in queste situazioni imbarazzanti?
"Mi piace proprio questo costume" sussurra avvicinandosi al mio orecchio.
Il mio corpo viene percorso da brividi, e lui sorride nel vedere cosa mi ha appena provocato.
Sorrido falsamente ed esco dall'acqua a tempo luce, ma sento il suo sguardo sul mio fondoschiena.
Oh Dio mio!
Decido di distendermi sul telo, lasciando stare Linda e Marcus, che non si sono staccati neanche un momento.
Kaleb si stende affianco a me e mette gli occhiali da sole, portando la testa dall'altro lato.
Lo guardo bene, i suoi addominali sono proprio scolpiti che sembrano fatti da Lisippo.
Decido di distogliere lo sguardo da quel ben di Dio e concentrarmi su qualcos'altro, ma cosa?

SPAZIO AUTRICE:
Ciao a tutti ragazze/i , siamo quasi a 700 letture e vi ringrazio per tutto ciò.
Comunque, passate a leggere la storia di FedeFS_ è fantastica.
Se vi é piaciuto questo capitolo lasciate una stellina e un commento.
Adesso mi dileguo, un bacio❤️
-Simona

365 giorni di noi (WATTYS 2019) Leggi questa storia gratuitamente!