CAPITOLO TRE: Mare

538 99 27


-363
Mi sveglio a causa del tremendo caldo che fa.
Linda dorme ancora come un ghiro e decido di alzarmi per andarle a preparare la colazione.
Prendo diverse barrette kinder,faccio il caffè e per finire le preparo un'aspirina nel caso si svegliasse con il mal di testa.

Ho sempre sognato che qualcuno facesse ciò per me dopo una serata , ma purtroppo non è mai successo.
Quante volte avrei voluto mia madre qui, affianco a me a sussurrarmi "andrà tutto bene".

Improvvisamente mi viene in mente Kaleb, diciamo che l'ho chiamato "Kalum" solamente per provocarlo, non perché non mi ricordassi davvero il suo nome.
"Buongiorno" mormora Linda, ha i capelli scombinati, e sbadiglia portando le braccia in alto, nel farlo la sua maglietta corta bianca si alza, scoprendo la sua pancia piatta.

"Ecco a te la colazione" dico indicandole la tavola.
Spalanca gli occhi e dopo avermi ringraziata si siede incominciando a divorare tutto.
"Ah ho dimenticato a dirti che andiamo al mare con la comitiva di Marcus" mi annuncia con la bocca piena di cioccolato.
Annuisco e vado a prepararmi, mettendo un costume intero e dei pantaloncini.
Diciamo che fa abbastanza caldo e non voglio proprio mettere qualche maglietta.
Faccio una coda e poi inizio a preparare lo zaino, mentre anche Linda inizia a prepararsi.

"Uhm, hai visto quel Kaleb?" Dice maliziosa e indossa anche lei i pantaloncini.
Annuisco, "Sì, niente di che" ma so che sto mentendo.
Non è male come ragazzo, anzi, è proprio carino, ma non c'è feeling ecco!

Dopo mezz'ora siamo pronte, prendiamo gli zaini e ci incamminiamo verso la spiaggia.
Andiamo a piedi visto che è molto vicina e dopo 5 minuti arriviamo in spiaggia, mi giro vedendo Linda che si fionda subito fra le braccia di Marcus.
Stanno davvero bene insieme quei due.

Mi avvicino salutando le altre ragazze del gruppo, ovvero: Julia, Teresa e Amber.

"Adoro questo costume!" Esclamo.

Amber ha un fisico fantastico ed è molto alla moda.
Mi ringrazia e poi andiamo insieme dagli altri ragazzi.
In comitiva ci sono anche Cameron, Matt, Marcus, Luca e Kaleb.
A quanto pare Kaleb è amico di Marcus e prima stava in Italia anche lui, ma si è trasferito qui.
"Ciao" saluto tutti i ragazzi, tranne Kaleb che ci sta provando con una ragazza in riva al mare. O è la ragazza che ci prova con lui?

Matt mi da un bacio sulla guancia e si sofferma più del dovuto.
"Sei bellissima" sussurra al mio orecchio, ed io penso di essere un peperone vivente.
Teresa sostiene che mi voglia, e penso di dubitare anche io.
Lo ringrazio e mi allontano.
Stendo il telo mare affianco quello delle ragazze e poi levo i pantaloncini rimanendo solamente in costume.

"C'è un mare fantastico, perché non facciamo un tuffo?" Chiede Marcus, mettendo un braccio in vita alla sua ragazza.
Annuisco e metto gli occhiali da sole nello zaino, prima che mi butti con questi addosso.
"Comincia a correre!" Urla Cameron, prendendomi in braccio.

Cameron è una persona fantastica e il nostro rapporto si sta sviluppando nel miglior dei modi.
Però ti ricordo che lui non sa nulla!
Già... non gli ho per niente parlato della visita medica.

Intanto ogni giorno parlo col dottore per ricevere notizie, ma non c'è ancora nessun donatore.
C'è ancora tanto tempo.

Mi sveglio dai miei pensieri quando sento l'acqua ghiacciata avvolgermi, riemergo e schizzo Cameron.
È veramente fredda, anche se siamo a fine Giugno.

Alzo lo sguardo e noto Kaleb fissarmi; lascio scorrere il mio sguardo dal suo viso al suo costume bianco, notando la mancanza di peluria nel petto.
Le gambe sono anche esse depilate e per un secondo penso che sia il mio prototipo di ragazzo ideale.

Dopo qualche minuto esco dall'acqua e mi stendo sul telo.
"Com'era l'acqua?" chiede Amber, mettendosi una mano davanti gli occhi per vedermi, a causa del sole che è abbastanza forte.
"Fredda" risponde al posto mio Kaleb.
KALEB?

SPAZIO AUTRICE:
Spero che questo capitolo vi sia piaciuto, ci vediamo al prossimo❤️
-Simona

365 giorni di noi (WATTYS 2019) Leggi questa storia gratuitamente!