10

718 81 1

Marcus guardò tutti i suoi, nella loro nuova casa branco. Erano tutti là che si fissavano sorridenti. Il piano era riuscito alla perfezione, con l'aiuto di Cassiopea. Che aveva distratto quel poco che bastava tutti i telepatici con una sorta di blocco di qualche minuto. Avevano liberato J.J., spente le due telecamere ed usciti indisturbati arrivando alla nuova proprietà, dove avevano, nei giorni precedenti, già sistemato tutto fra cibo e sistemazioni per tutti.

J.J. guardava verso il bosco. -Non saremo al sicuro qui....-

Marcus ridacchiò. -Abbiamo molte cose che non ti immagini...-

-Sensori a lungo e corto raggio, telecamere, diurne e notturne. Allarmi silenziosi, dissipati in giro...e uno...-J.J. rimase in silenzio qualche secondo. -No...due droni piazzati sempre sopra la casa...non basteranno...-

Marcus lo guardò a bocca aperta. -Ma come....?-

J.J. rise. -Era il mio lavoro come esploratore....ora posso usare questa cosa...per...aiutarvi...-

Marcus lo guardò dritto negli occhi. -Ci vuoi aiutare?-

L'altro annuì deciso. -Dovrò tornare dagli Hunter entro domani sera, ma qui dovrete mettere tutto in sicurezza, veramente in sicurezza...se volete che qui vengano a starci anche gli omega che ora avete là...-

L'Alpha annuì guardando fuori dalla finestra anche lui.

-Me lo hanno spiegato...- J.J. lo guardò serio in volto. -Alpha Marcus, ti riconosco l'autorità di mio Alpha...-Gli disse con un lampo rosso negli occhi, e piegando la testa in avanti.

Marcus gli posò una mano sulla spalla. -Benvenuto nel branco...J.J.-

----------

-Perché cazzo li hai aiutati!- Silver stava gridando nell'ufficio di Wonder.

Cassiopea ridacchiò. -Non li ho aiutati, li ho agevolati....-

Silver emise un basso ringhio a cui la bambina rispose con una risata. -Silver non provocarmi...-Gli occhi della piccola divennero neri nell'esatto momento in cui aveva detto quelle parole. 

-Calmiamoci tutti, per favore...- Disse Wonder, con calma che non provava.

Cassiopea sorrise e i suoi occhi tornarono di quel bianco-azzurrino iridescente, mentre fissava l'Alpha. -Io faccio solo ciò che devo...e voi lo sapete entrambi. Lilian vi ha avvisato...ora sta a voi cercare di fare in modo di rimanere tutti nel giusto. Non potete marchiare i ragazzi di tradimento, perché poi non potreste combattere insieme, dovete agire in modo fermo, con polso, ma in modo da far sapere loro che anche se hanno agito in un modo sbagliato, sarete comunque dalla loro parte...-

Silver sbuffò infastidito, sapeva perfettamente che la piccola aveva ragione.

Wonder sospiro. -Resta il fatto che tu li hai aiutati...-

-Agevolati...-Lo corresse in automatico la piccola.

Wonder alzò un sopracciglio. -Cassiopea, non cavilliamo sulle parole...mi chiedo solo perché tu lo abbia fatto...-

-Wonder da quando in qua, io vi dò delle spiegazioni? Io faccio sempre ciò che va fatto, punto...non sarà né in questa né in altre occasioni che io vi dirò qualcosa...ti pare?-

Wonder guardò per aria ma un sorrisino divertito gli si formò sulle labbra.-Hanno lasciato qui gli omega...per proteggerli o perché ci spiassero?- Wonder guardò la faccia divertita della bambina e quella sorpresa di Silver. 

-Non dirmi che non ci avevi pensato, amico mio...Marcus ha un senso dell'onore troppo elevato per lasciare uno dei suoi indietro o nelle mani di un altro branco...quindi le cose sono due...Sanno che J.J. è il mate di Albert...e quindi è l'hunter stesso che ha suggerito di lasciare qui gli omega...e se Marcus lo ha ascoltato...vuol dire che J.J. comprende la sua natura di lupo...e riconosce in Marcus il suo capobranco...l'Alpha...-

Silver si passò una mano fra i capelli. -Si ma cosa facciamo con gli Hunter?-

-Hanno liberato J.J., probabile rientrerà prima dello scadere dei 10 giorni per prendere tempo, conoscendo Marcus, farà mettere delle protezioni alla mente del ragazzo, da parte di Naxos...e noi per comunicare con loro...-Guardò per aria. -Abbiamo Albert...credo solo noi tre sappiamo ste cose...e così devono rimanere. Non verranno accusati di tradimento, ma solo di insubordinazione, che venuto da parte di un altro branco...è come sedare una rissa in un bar...conterremo così gli animi...soprattutto quelli dei genitori di chi è andato con loro...chi mi preoccupa...-

-Edgard...-mormorò Silver.

-Si, spero che Naxos riesca a contenerlo...-

-Ci riusciranno tutti loro insieme...-Disse Cassiopea con un lento dolce sorriso. -Ricordatevi che ci sono anche Star e Diamond come creature particolari...e che hanno dei poteri di diversa tipologia, e nemmeno loro sanno come controllarsi, Naxos, è la loro speranza...ma anche una base...la loro crescita dipenderà molto dal branco...-

----------

-Hai un gps sotto pelle, è fatto in un materiale invisibile ai loro macchinari. La tua mente è protetta da Naxos. Devi solo mantenere la tua freddezza, se vedono il colore dei tuoi occhi...è la fine...-

J.J. guardò i ragazzi di fronte a se e sorrise. -Andrà tutto bene. Quando mi rivedrete, anche se sarò fra di loro...ricordatevi che non sono uno di loro...-

I vari ragazzi e ragazze lo salutarono. Avevano nascosto la sua moto poco lontano, e ora sarebbe andato nella tana dei cacciatori...lui che era un lupo. 

-Dite ad Albert...che tornerò da lui...-

Marcus annuì. 

Lo videro mettere in moto, e partire veloce, aveva poche ore per rientrare alla base degli Hunter.

Omegaverse: FabulousDove le storie prendono vita. Scoprilo ora