Capitolo 6.

26K 766 1.4K
                                    

Note della traduttrice: Buongiorno a tutti, ci siamo. Questo è il capitolo conclusivo di questa storia meravigliosa che ho avuto il piacere di tradurre grazie alla stupenda autrice originale, hattalove.
Sono felicissima del supporto che ho avuto durante tutta questa storia, davvero. Il fatto che ne siate rimasti così entusiasti è andato davvero al di là delle mie aspettative. Voglio ringraziare chi mi ha sopportato e supportato dal primo giorno. La mia beta e amica Giulia con cui ho lavorato nei primi capitoli, e tutte le persone che hanno trovato il tempo di commentare o recensire questa storia.
So che non sono stata velocissima nel tradurre, so che ho avuto i miei tempi, ma ho cercato di fare il possibile. Spero sia stato abbastanza per dare giustizia a questa meraviglia. Mi mancherà davvero questa storia.
Spero anche di sentire i vostri pareri sull'ultimo capitolo. Per ora, hope you enjoy this chapter.
Un bacione enorme.

Capitolo 6

"Andiamo," sta dicendo Louis, fuori dalla macchina mentre allo stesso tempo fa capolino all'interno con la testa, come se Harry fosse un bambino testardo. "Le conosci. Non mordono."

Ehm, sì invece, mordono. Specialmente quando c'è di mezzo Louis.

"Hai detto che volevi mostrarmi una cosa," dice Harry, accasciandosi sul sedile e incrociando le braccia sul petto.

"Questa è solo una sosta," dice Louis, trattenendo a malapena un sorriso. "Cos'è che ti fa così paura?"

Harry gesticola verso niente in particolare. Il suo cuore sta battendo all'impazzata. "Non mi hai detto che stavamo venendo qui! Mi faranno del male."

Questa volta Louis si mette a ridere per davvero. "Nessuno ti farà del male, amore. Non glielo permetterò."

Harry si scioglie così velocemente che è quasi imbarazzante, quando si sente chiamare amore da Louis. Non tenta però di farla finita e smettere di provare a confondersi con la tappezzeria. Ha la schiena appoggiata contro la portiera della macchina che aveva bloccato quindici minuti prima in caso Louis avesse provato a prenderlo e farlo uscire da quel lato.

"Andiamo," sospira Louis, ma c'è un sacco di affetto in quel gesto. "Dovrai vederle prima o poi, sai."

"Poi," replica Harry. "Mi sta bene il poi, ti aspetto in macchina e basta – "

"Harry," lo interrompe Louis. "Esci."

Harry geme, ma sa che Louis ha ragione. In più, ha fatto tutto un casino per dire a Louis che non lo deluderà mai più in tutta la sua vita, non importa quello che può succedere, quindi non si sta facendo nessun favore a comportarsi in questo modo.

È solo che – è davvero spaventato.

"Mi terrai per mano?" chiede, serio solo per metà, e con esitazione sblocca la portiera della macchina.

"Certo che sì," Louis alza gli occhi al cielo, sorridendo, e quel gesto da solo è piano di un affetto inspiegabile. Si sposta dalla portiera dalla parte del guidatore, la chiude sbattendola con forza, e va fino alla portiera sul lato del passeggero per aprire a Harry.

Harry scivola fuori dalla Land Rover per andare nel giardinetto anteriore della famiglia Tomlinson-Deakin, e si sfrega la t-shirt per togliere delle briciole inesistenti. Louis fa onore alla sua promessa e intreccia immediatamente le loro mani.

"Non ti succederà niente," dice ad Harry, riordinandogli un paio di ciocche di capelli sulla testa. "E se proprio non ce la fai, puoi semplicemente andare via. Ti giuro che non ci sono problemi, va bene."

"Non lo farei mai," Harry aggrotta la fronte. Anche se – anche se Jay fosse crudele nei suoi confronti come lo è stata quando si sono incontrati un paio di mesi prima, non lascerebbe mai il fianco di Louis.

Got The Sunshine On My Shoulders || Italian TranslationDove le storie prendono vita. Scoprilo ora