Runaway 🌸 BabyGirl Capitolo Trentotto

1.3K 32 6
                                    

Capitolo 2
3 Gennaio, 2017

Camila:
Mentre esco dall'aereo, l'atmosfera è immediatamente diversa da Londra, niente sembra lo stesso.
Nemmeno gli edifici o le auto, le nuvole o il cielo, anche l'odore dell'aria è diverso da quello in Europa; casa mia.

"Mila. Andiamo, non possiamo smettere di muoverci finché non lo raggiungiamo." Sophie allunga la mano verso di me ed io la afferro.
Mi guida via dall'aereo ed in un elegante suv nero con i finestrini oscurati.

Il suo telefono inizia a ronzarle in mano e lei risponde, nel frattempo io mi godo il panorama.
Siamo uscite dall'aereo da circa dieci minuti e dico a me stessa che andrà per il meglio e che mi piacerà tutto questo.

Ovviamente mi mancherà la mia famiglia, ed ovviamente mi mancherà il paese in cui ero fino a circa dieci ore fa, ma so che non era salutare per me restare lì, so che non mi avrebbe beneficiata in alcun modo.
Per cinque mesi sono stata in quel posto e non ho avuto un vero contatto con ragazzi della mia età.

In pratica sono stata costretta a smettere di andare a scuola quindi ora tutto ciò che ho è meno di un diploma secondario.
È definitivamente qualcosa che non avrei mai pensato potesse accadere, semmai la scuola era il mio punto forte, ma sono successe troppe cose che non riuscivo a gestire, così sono scappata dai miei problemi, quelli che mi hanno portata a questo casino- il casino.
Il casino del passato, il casino che non c'è più.

Sophie si gira verso di me con un'espressione compiaciuta e copre il microfono con la sua mano.
"La coordinatrice vuole parlare con te per un momento prima che andiamo nella compagnia." Allunga il telefono nella mia direzione ed io lo porto esitante al mio orecchio.
"Pronto?"

"Ciao, Karana J. Barnes -" la interrompo e la correggo.
"Scusi, ma il mio nome è Camila."
La signora dall'altro lato ridacchia e si schiarisce la voce.
"Ti correggo tesoro, il tuo nuovo nome è Karana J. Barnes. Il cambio di nome è una prassi una volta che sei scappata. Ti dà meno probabilità di essere trovata e riportata nel sistema." Guardo verso Sophie e tutto ciò che fa è scrollare le spalle ed avvicinare la testa al telefono.

"Questo lavoro ti piacerà molto o lo odierai a morte, non ci sono vie di mezzo quando si tratta di questo. Prima inizierai con l'addestramento a partire da domani, quindi sii pronta. Ogni volta che salirai di grado, ti sarà permesso fare più cose e partecipare ad attività più avanzate."

"Che tipo di attività?" La donna che deve ancora dire il suo nome si schiarisce la voce ed inizia a parlare.
"Attività che saranno nominate quando arriverai alla struttura Agente Karana. Arriverai in meno di venti minuti. Quando sarai qui, verrai immediatamente portata alla nostra clinica con infermieri e dottori che ti visiteranno e si assicureranno che tu sia in salute. Poi ti verrà mostrato il tuo appartamento e poi il resto della struttura. Quando avrai idea di quello che facciamo e come ci muoviamo, sarai in grado di avere tutta la libertà che vuoi, ma nel frattempo verrai supervisionata da Sophie. Aspetto di parlare con te, Karana."

Proprio quando la coordinatrice attacca, guardo in su per vedere che il veicolo ha parcheggiato davanti al cancello di una serie di appartamenti.
L'autista parla in un microfono ed i cancelli si aprono, ma solo abbastanza da far entrare il veicolo, poi si chiudono immediatamente.
Guardo Sophie e lei sorride.

"Solo le BabyGirl salvate vivono qui. Ogni singola ragazza qui una volta è stata nel sistema, come te." Mi guardo intorno e ragazze della mia età, più piccole e più grandi girano sorridendosi e parlandosi a vicenda.

"Perché non tornano semplicemente dalle loro famiglie, in seguito?"

"Il primo posto che controllano gli agenti delle BabyGirl è la casa, è troppo prevedibile. Vuoi prima vedere la tua famiglia e poi forse nasconderti ma quando arrivi a casa tua, loro ti stanno già aspettando per ucciderti. Essere trovata dopo essere scappata è probabilmente una delle cose peggiori, perché non è una morte veloce. Ti torturano fino alla fine della terra e poi fanno qualche cosa di macabro così che tu muoia lentamente e senta tutto il dolore che viene con esso, e non puoi fare nulla per fermarlo." Un brivido corre per la mia spina dorsale ed all'istante inizio ad avere paura per la mia vita.

BabyGirl || h.s. ITALIAN TRANSLATIONDove le storie prendono vita. Scoprilo ora