BabyGirl 🌸 Capitolo Trenta

1.8K 44 7
                                    

Capitolo 30
16 Dicembre, 2016

Camila:
Il giorno è passato organizzando molteplici piani di fuga che potrei usare e di cui potrei parlare ad Hannah e Sophie.
Da quando mi hanno detto chi sono davvero, non riesco a smettere di pensarci. Non riesco a connettere la mia mente con tutto ciò, a dire la verità. Sono ancora scioccata.
Tuttavia, da quel giorno, non ho visto o parlato con nessuna di loro, ma le volte che ci siamo incrociate, loro hanno fatto l'occhiolino.

"Camila. Potresti venire un minuto?" Nascondo il mio quadernino sotto il materasso ed esco dalla mia stanza. Cat è sotto il pianerottolo con una grande scatola in mano ed una corona sulla testa.

"Grazie ad un uccellino, ho sentito che amavi il Natale ed amavi decorare." Un enorme sorriso si diffonde sul mio viso ed io corro giù per le scale, da Cat.
Preme un bottone sul pannello di controllo della musica e musica natalizia inizia a diffondersi per la casa intera.

Dopo circa dieci minuti a decorare, Sophie ed Hannah appaiono dal nulla ed iniziano ad aiutare me e Cat. Posso dire onestamente che questo è il tempo più piacevole che ho avuto tra le mura di questa casa.

Quando l'albero è quasi finito, decidiamo di prenderci una pausa. Cat ci dice che sta uscendo per parlare con la sua famiglia lasciando me, Sophie ed Hannah da sole.
"Camila?" Dicono con il loro accento americano.

Mi giro per guardarle e loro mi mostrano una pila spessa di fogli.
"Cosa sono?" Li spingono verso di me ed io li afferro.

Camila Jane Avila.
Heatrow, Londra a Phoenix, Arizona.
18 Aprile, 2017.

La mia bocca si spalanca e ci vuole tutta me stessa per nascondere il mio entusiasmo.
"Harry e Des di solito vanno ad una Convention annuale di BabyGirl che si tiene in Irlanda e stanno via per due o tre giorni. Quindi quando loro se ne vanno, noi dovremo partire subito dopo per assicurarci che non ci prendano."

Il mio cuore salta un battito un paio di volte ed un grande sorriso è presente sul mio viso.
Alterno lo sguardo tra il biglietto e le mie salvatrici, prima una e poi l'altra, prima di mettermi sulle ginocchia ed abbracciarle entrambe.
"Davvero, infinitamente grazie. Lo apprezzo davvero." Loro scrollano le spalle e sorridono proprio mentre Cat ritorna nella stanza, Sophie strappa velocemente il biglietto dalle mie mani e lo mette sotto la sua maglia.

Il modo in cui Cat torna, mi getta completamente giù, perché sembra quasi che abbia sentito la notizia peggiore della sua vita.
"Jaime sta venendo." Il mio stomaco cade ed il mio corpo si irrigidisce al solo suono del suo nome.
"C-Cosa? Perché?" Lei scrolla solo le spalle ed inizia a camminare avanti ed indietro per il pavimento del corridoio.
"Non lo so. Padrone Styles ha detto che Jaime sta venendo e non mi ha dato ulteriori informazioni al riguardo."

"Pensi che voglia, che vogliano?" Mi interrompo non volendo finire la frase ma sapendo che loro sanno cosa stavo cercando di comunicare.

"Des è un uomo davvero imprevedibile, quindi questa potrebbe essere la ragione, ma potrebbe portare Jaime per una ragione completamente diversa. Sostanzialmente è un gioco di tirare ad indovinare, quando si tratta di lui." Cat accarezza la mia spalla e mi rivolge un sorriso rassicurante per calmare i miei nervi, ma non funziona del tutto.

La maniglia della porta inizia a girare, poi la porta si apre ed entrano ridendo Padrone Styles ed un sogghignante Jaime. Una volta chiusa la porta, i loro occhi si posano su di noi, su di me nello specifico, e guardo come Jaime si lecca le labbra e mi fissa.

"Ciao Camila." La sua bocca si allarga in un sorriso malizioso e a me vengono i brividi.
Velocemente tolgo il mio corpo dal suo raggio visivo e mi giro di nuovo verso Sophie ed Hannah. Loro due, velocemente, si alzano e mi afferrano per le braccia, mettendomi dietro di loro.
"Puoi averne due al prezzo di una." Usano di nuovo il loro finto accento ed attorcigliano i loro capelli.

Guardo mentre pensa alla proposta guardando tra Hannah, Sophie e me.
"Tre per uno?"

Non può essere così stupido, davvero non può.
Sophie guarda verso di me ed accarezza il suo stomaco dove c'è il biglietto.
"Ad una condizione."

"Sto ascoltando." Hannah va da lui e sussurra qualcosa nel suo orecchio.
"Okay. Se non sarà così, l'accordo salta." Lui annuisce con gli occhi spalancati.
"Non ora Rogers, abbiamo degli affari di cui occuparci, adesso." Mentre Padrone Styles e Jaime stanno iniziando a camminare, la portiera di un'auto sbatte fuori e la porta viene aperta facendo entrare un Harry furioso.

"Haz, come è andata? Non ti vedo da quando ho scopato la tua BabyGirl laggiù." Ora io sono furiosa, Sophie ed Hannah sono furiose ed Harry sembra che stia per perdere la calma in due secondi.
"Di fatto, Jaime fai il gentiluomo e porta Camila giù alla Stanza Nera per me. Vai avanti con lei e non trattenerti." Padrone Styles si gira verso Harry e sorride.

"Vai di sopra nella tua stanza e porta la biondina e la compagna con te." Jaime viene verso di me, ma Hannah e Sophie restano come uno scudo tra me e lui.
"Avete sentito il signore. Voglio ancora il mio tre per due, piccola." Afferra il mento di Hannah e posa un bacio sulle sue labbra e lei si sposta.

"Des, se non lo fai uscire da questa fottuta casa giuro che non uscirà vivo. È una promessa." Jaime ruota gli occhi e spinge Sophie a terra per raggiungermi, qui è quando interviene Harry.

Mentre Jaime cerca di afferrarmi, Harry va da Sophie e la aiuta ad alzarsi, assicurandosi che stia bene, poi viene verso Jaime.
Senza esitare, si sposta al lato della testa di Jaime e tutti guardiamo mentre si lancia su quel lato e poi si inginocchia.

"Devi starmi fottutamente prendendo per il culo, amico. Conosci le regole della compagnia, non vuoi scoparla per qualche sconosciuto motivo, quindi sono venuto e l'ho fatto io per te. Ti ho fatto un favore."

Un altro colpo in faccia, ma stavolta appare del sangue sulle nocche di Harry e sul naso di Jaime.
Tutti stanno di lato e guardano i due ragazzi che fanno una rissa per me.

BabyGirl || h.s. ITALIAN TRANSLATIONDove le storie prendono vita. Scoprilo ora