12

1K 104 6


Black ringhiava da ore. Erano passate 2 settimane, senza sapere nulla. In ogni laboratorio avevano un informatore. E ora era esasperato. Quell'attacco era troppo mirato, troppo preciso. Come se qualcuno gli avesse detto tutto sul Branco, perfino delle 5 telecamere nascoste esterne. Che erano state disabilitate, come anche quelle interne. Avevano agito veloci, senza morti, solo per prendersi Narcis, il suo compagno, quello a cui aveva giurato che lo avrebbe protetto, che il Laboratori non lo avrebbero mai preso. E invece...lo avevano preso, e non riusciva piu a collegarsi con lui mentalmente, un dolore sordo al petto, sulle line del Tattoo. Sospirò affranto, prendendosi la testa fra le mani ed emettendo un altro ringhio.


----------

-Tu...con me immediatamente, e senza storie...- Da quando Nanny era così autoritaria?

Black la seguì, aveva il viso provato.

-Finché è gravido lo tratteranno con i guanti...ma dopo...per come lo conosciamo sappiamo bene che Narcis non gliene risparmierà una...-

Black fece un sorriso tirato, Nanny fece un gesto con la mano. -Ma non sono qui per parlare di questo...-

L'altro sospirò.

-Sai cosa facevo come lavoro per i vecchi Alpha? Non ero la loro cuoca...proprio per nulla...-Black fissò gli occhi della donna, che ebbero un lampo di fuoco passarle dentro.-Io so dove e come riunire molti lupi...ma...devo avere il tuo consenso...ci saranno tutti, e se dico tutti, proprio tutti, amici, nemici...ma che si uniscono per un bene superiore...- Nanny lo guardo fisso negli occhi. -Finché sarete uniti per un unico scopo, e non sarà solo salvare Narcis, ma salvare e distruggere tutti i laboratori... se sceglierai questa cosa...tutto cambierà, tutto sarà diverso...ma anche uguale...-

-Nanny, hai il mio consenso...Fai ciò che devi fare, chiama chi devi chiamare...sai bene che stavo cercando tutti i parenti degli omega rapiti...stavo già combattendo...ma ora ci vuole una spintarella...-

La donna annuì. 

Prese un telefono da una delle tasche del grembiule. Compose un numero.

-Radunali, è ora...- disse e chiuse la telefonata, tolse la batteria dal telefono tolse la scheda, la spezzò in due, e gettò telefono batteria e la sim nella pattumiera.

Omegaverse: NarcisDove le storie prendono vita. Scoprilo ora