Chapter 24

1.4K 58 9

Arrivo in Istituto come una furia e vado dritta nell'ufficio di Claudio. Non busso nemmeno, so già che non mi lascerebbe entrare perciò spalanco la porta senza il suo permesso. So che questa cosa lo farà imbestialire ma poca m'importa. Abbiamo una faccenda ben più grande da risolvere ora tra noi due.

<< Certo che per te bussare deve essere proprio una cosa impossibile da fare...>> sbuffa sonoramente per la seconda volta oggi dopo aver alzato lo sguardo dallo schermo del computer.

<< Non era necessario, anche perchè non mi avresti fatto entrare.>>

<< Anche se ti avessi detto di no, saresti entrata lo stesso. Cosa vuoi? Se sei qui perchè ti ho lasciata in balia dei mezzi pubblici... Io non ne ho colpe stavolta.>>

<< La questione è un'altra e tu sai bene a cosa mi riferisco. A quello stupido discorso che mi hai fatto in macchina. Se pensi di cavartela così, bè ti sbagli! Io non sono assolutamente d'accordo!>>

<< Ho già deciso, o ti va bene così altrimenti quella è la porta.>>

<< Cioè tu mi stai dicendo che hai già deciso per il mio futuro e a me deve andare bene? Ma sei impazzito?>>

<< Ripeto, o così o te ne vai. A te la scelta.>> 

<< Posso sapere almeno il motivo per cui hai deciso così? O è vietato?>>

<< Semplice, Malcomess andrà in pensione e ho deciso di candidarmi per il posto da direttore dell'Istituto. E ho molte probabilità di vincere, come ben saprai. Perciò le cose tra me e te potrebbero cambiare ma solo se lasci l'Istituto. Prendere o lasciare, a te la scelta.>>

<< Ma sei consapevole di quanto arrogante ed egoista tu sia? Pensi solo a te stesso, fregandotene degli altri che ti stanno accanto. Tu sei pazzo se pensi che accetterò la tua proposta. Preferisco restare qui che stare con uno come te e andarmene! Tra noi è tutto finito! Anzi, non è possibile dato che non è mai cominciata!>>

Esco da quello studio prima che commetta il folle gesto di tirargli tutto ciò che mi capiterebbe sottomano, perché si sarei capace di farlo ora. Ho una rabbia dentro di me nei suoi confronti che cresce sempre di più ogni volta che penso alle sue stupide parole. E io come una cretina gli sto pure dietro, mi sto innamorando di lui ma non siamo per nulla fatti per stare insieme. Siamo troppo diversi, abbiamo dei modi differenti di guardare molte cose, in primis l'amore. È arrivato il momento di chiudere definitivamente il breve capitolo "Claudio" e guardare oltre, devo smetterla di pensare a lui. È stato bello finchè è durato ma ora meglio metterci un enorme macigno sopra. Con lui non voglio più nulla a che fare, nella vita privata. Per quanto riguarda il lavoro, tra di noi ci sarà solo un rapporto strettamente professionale niente di più.

Vedo mio fratello all'entrata e Lara che cerca di intrattenerlo ma lui sembra quasi assente. Mi domanda cos'abbia.

<< Ehi Marco!>>

<< Alice grazie al cielo. Ho bisogno di parlarti... In privato.>>

Entrambi ci giriamo nella direzione di Lara che capisce subito al volo che deve andare via. So benissimo che muore dalla voglia di restare qui con noi invece, ha da sempre una cotta per il mio caro fratellino ancora quando lui stava con Yukino. Si era messa l'anima in pace di poterlo conquistare quando lui disse che era gay ma era solamente una copertura per sfuggire a lei. Ma da quando ha scoperto che era solo una bugia, ha ricominciato ad essergli sempre attaccata ogni volta che lo vede ma a lui non importa dato che ho il sospetto che lui abbia interesse per una ragazza in particolare....

<< Alessia. Io mi sto preoccupando. Non mi risponde al telefono, né ai messaggi. È da cinque giorni che non la vedo, dovevamo vederci al solito bar ma non si è presentata... Tu sai qualcosa? Le è capitato qualcosa di grave? Ti prego dimmelo.>>

<< Va bene d'accordo, anche se non vuole però te lo dirò lo stesso... Non sapevo ti piacesse così tanto. Il mio caro e dolce fratellino innamorato!>>

<< Si va bene è così, credevi che sarei rimasto solo a vita? La vita va avanti, Yukino fa parte del passato e ha fatto la sua scelta. Ora me lo puoi dire per favore?>>

<< Vai a casa mia, la trovi là.>>


Nuovo capitolo! Oggi ho una piccola domanda per voi: vi è mai capitato di leggere un libro, divorarlo in poco tempo, amarlo infinitamente, provare le stesse emozioni dei personaggi per poi rileggero mille altre volte scoprendo che ti lascia le stesse emozioni che avete provato nel leggerlo la prima volta? 

Io si, assolutamente!  C'è un libro che io amo che mi provare esattamente ciò che ho scritto sopra.


Insegnami ad amareDove le storie prendono vita. Scoprilo ora