9

1.1K 104 16


Erano passati 6 mesi dal loro arrivo alla casa del branco. Tyler stava finalmente bene, era sano ed era stato ammesso agli allenamento nei guerrieri, Aly era già dentro, ma fino ai 16 anni non sarebbe mai stata in pattuglia. 

E lui, bè lui era diventato un allenatore. Narcis sorrise divertito. Le varie tecniche di difesa e di attacco nei corpo a corpo e i suoi allenamenti in solitaria, avevano scatenato molta curiosità all'inizio. Tracy fu la prima a chiedergli di insegnargli l'arte marziale, e dopo di lei si erano aggiunti altri del branco, fino a che Black, con Tom e Bill avevano deciso di affidargli quel tipo di allenamento. Non era una Luna sprovveduta timida e paurosa. Bè, sì timido lo era ancora ma solo con Black...arrossiva ancora ad ogni suo sguardo carico di passione, o alle sue battutine erotiche.

----------

Emise un altro sospiro mentre fissava il vuoto con un pezzo di torta che Nanny gli aveva sistemato davanti.La donna lo fissò a lungo, aveva messo su un po' di chili e ora aveva un aspetto sano. E quei sospiri, la dicevano lunga alla vecchia. Guardò il piccolo Omega perso nei suoi pensieri.

-Narcis....-

Altro sospiro.

-Narcis...-

Un lieve battito di ciglia e lo sguardo che si spostava, ma ancora assente. 

La donna spense il fuoco da sotto i fornelli . E solo allora lo sguardo vacuo del giovane, si posò attento su di lei. 

Nanny che spegneva il fuoco sotto le pentole? Eppure aveva un sorriso a tutta bocca.Lo prese per le mani alzandolo e trascinandolo con se verso l'infermeria. Appena dentro ringhiò a tutti di uscire e di chiamare Black immediatamente. Guardò il medico e fece un lieve gesto con la testa.

 -Oh...- disse solo questi.


----------


Il medico lo aveva fatto distendere piano sul lettino, gli aveva tastato la pancia e aveva tirato su la maglietta scoprendolo, era imbarazzato, solo Black lo aveva visto così. E poi, Narcis era agitato, cosa aveva? Cosa aveva visto Nanny? Era malato? Stava male?

La porta si spalancò di colpo con un boato e qualche scricchiolio e un Black preoccupatissimo si precipitò dentro accanto al suo compagno.

-Che succede?- ringhiò verso il medico e Nanny che sorrideva ancora.Narcis era sul lettino disteso. E il medico gli stava posando un aggeggio sul ventre.

-Ora capirete...-Borbottò questi.

Un rumore e poi lieve, lieve come un battito d'ali di una farfalla.

 "Tumtumtumtumtum"

Black e Narcis spalancarono le bocche insieme guardandosi e poi sorridendosi dolcemente. Non ne avevano mai parlato di avere un figlio, ma evidentemente la Dea Luna aveva già deciso per loro.

-Da quanto non vai in calore?- chiese Nanny ridacchiando.

Narcis si strinse nelle spalle, non teneva piu il conto ormai.

 -Due mesi...-Rispose sicuro Black. 

Lo guardò sorpreso, evidentemente qualcun altro invece controllava tutto. Gli sorrise dolcemente. Mentre il medico prendeva un altro macchinario piu grande e messo un gel sulla sua pancia, ci pose sopra un aggeggio. Fino a che sorrise. E voltò lo schermo verso i due che si tenevano per mano dolcemente. Videro una piccola nocciolina una testa un corpo, qualcosa che sembrava dei piedi e dei pugnetti che si muovevano nella trasparenza dell'ecografia, si vedeva anche quel piccolissimo muscolo che batteva velocissimo, e che fece scoppiare in lacrime Narcis, oltre che emozionare in un modo assurdo Black. 

Nanny uscì dall'infermeria tornando in cucina. Era così felice. Quella creatura che sarebbe nata e cresciuta in quella casa, sarebbe stata così amata da tutti. Una piccola lacrima scese dall'occhio destro della vecchia e velocemente se la asciugò rimettendosi a cucinare.


----------

Aly saltò dalla gioia abbracciando il fratello emozionata, e uguale fece Tyler.

-Era ora che ci facessi diventare zii...- Rise il ragazzino verso il fratello e il cognato.

-Sospenderai gli allenamenti...fino a data da destinarsi...-Sentenziò poi Black.

-Eh?- Narcis lo guardò corrugando la fronte. -Ma...-

Black scosse il capo. -Non cambierò idea, tesoro. Ci sono cose che mettono in pericolo la tua vita e quella del bambino. Per gli omega, la gestazione è stancante, consuma le loro energie, e in tutto quel periodo non si riescono nemmeno a trasformare, e il loro lupo va in letargo...quindi saresti esposto, troppo, il tuo fisico non riuscirebbe a guarire velocemente...comprendi? Non lo faccio perché non mi fido di te...ma perché sono preoccupato per te...-

Narcis lo baciò sulle labbra, il ragionamento di Black non faceva una piega. E lo comprendeva in tutto. E poi sì, erano giorni che si sentiva sempre fuori fase. -Va bene...-

Black sorrise a quella concessione del suo compagno, sapeva quanto cocciuto e quanto determinato fosse, ma ora era così tenero, e il suo odore era cambiato in qualche modo, istigava ancora di più il suo senso di protezione.


----------

-In quale branco ha detto che è l'Omega?-

-I Black Wolves...-Rispose la donna al telefono.

-Come sa che c'è un Omega là?- chiese ancora la voce dura e secca dall'altro capo.

-Facevo parte del branco, colpa di quell'essere fui cacciata...-

-Cosa può dirmi sull'omega in più...?-

-È marchiato...ed è gravido...-

-Della prima cosa non è un problema, non è il primo e non sarà l'ultimo che prendiamo, della seconda cosa, è sicuro che sia gravido?-

-Sicurissima, il medico che lo visita, me l'ha assicurato...- Roxy sghignazzò rabbiosa. Per colpa sua, lei aveva perso il suo posto nella casa del branco, era stata cacciata con disonore, ed ora avrebbe avuto la sua vendetta. -Per la ricompensa?-

-Metà, quando saremo là, e l'altra metà quando l'Omega sarà al sicuro nel nostro laboratorio signorina...-

-Perfetto...-Ghignò ancora. Poi la telefonata si interruppe. 

Black non avrebbe mai saputo, che a fare la soffiata fosse stata lei, le bruciava ancora che aveva preso il posto che spettava a lei a lei soltanto, lei doveva essere la Luna del branco. Ma con quei soldi che le avrebbero dato, si sarebbe trasferita e avrebbe fatto una vita da regina.

Omegaverse: NarcisDove le storie prendono vita. Scoprilo ora