8

1.2K 116 35

Una femmina poco vestita da un profumo nauseabondo gli si mise seduta davanti e lo fissava con astio. -Ah, quindi sei la nuova troietta del capo...- Gli disse la tizia. -Benvenuta nel club, quasi tutte qui se lo sono scopato...-

Conosceva bene i tipi come lei, ne aveva visti e conosciuti parecchi. Le sorrise divertito. -Ah, quindi sai già di essere una cagna, non serve che te lo dica anche io?-

La donna spalancò gli occhi presa in contropiede, si alzò prendendolo per la maglietta e alzando una mano per schiaffeggiarlo. -Difenditi cane schifoso! Pregami di non farti del male.-

-Mi dispiace, ma non riesco a toccare le cagne senza provare un moto di disgusto...- Le rispose divertito.

Fece scendere la mano. Ma la forchetta che aveva in mano Narcis le si piantò sul palmo. La donna urlò. La prese per i capelli e la schiacciò sul tavolo sbattendole la testa. Poi salì con un ginocchio sulla sua schiena e la tenne giù. -Solo perché sono un Omega...- Sibilò al suo orecchio. -Non vuol dire io sia una femminuccia spaurita....anzi...ho parecchie sorprese in serbo, lurida cagna...se ti avvicini ancora a me, lo dovrai fare con il rispetto che merito, come compagno del tuo Alpha, ci siamo capiti?-La donna non rispose, ringhiava. Le prese di nuovo i capelli sbattendola con piu forza la testa sul tavolo. -Non ho sentito la tua risposta...-Ringhiò Narcis tirando fuori le zanne appuntite e affilatissime.

-Sì, sì, Luna...sì...- guaì l'altra.

Narcis le tolse il ginocchio dalla schiena. Sfilò con un colpo secco la forchetta dalla mano, e fissò tutti dentro nella cucina. -Qualcun altro vuole esternare le sue rimostranze? No? Bene...io vado a prendere un po' d'aria...- Narcis si voltò e uscì sentendo Nanny che scoppiava a ridere. -Roxy, hai fatto la troia con la persona sbagliata...spera solo che Black non lo scopra...-

---------

Tom guardò il suo Alpha che rideva al racconto. -E aspetta, quando stava per uscire in un tono zuccherino fa "Qualcun altro vuole esternare le sue rimostranze? No? Bene" ed è uscito in giardino. Nanny ha riso alle lacrime e nessuno ha più fiatato, pensando di potersi approfittare di un povero effeminato Omega...col cazzo, quel ragazzo spezzerebbe le ossa anche a Jake...se prima lo guardavano come fosse un cucciolo spaurito, ora lo guardano come il tuo compagno, che sia un omega è diventato secondario...-

Black pensò a Jake che era il suo guerriero più forte, 2 metri di muscoli da umano che raddoppiavano da lupo. E il suo compagno che sembrava dolce e smielato era invece un piccolo guerriero. Lui lo aveva visto con il bastone della scopa, come lo muoveva come se non facesse altro nella vita che allenarsi per difendersi. Sorrise divertito al suo beta. 

-Credo non serva io faccia un bel discorsetto a Roxy, ma preferirei che si allontani dalla casa del branco....non vorrei che istighi altre femmine a provocare Narcis, anche se non credo si lasci mettere i piedi in testa da tipi come lei...la voglio fuori di qui al più presto...-

Tom annuì. -Per quell'altra questione...-

Black tornò serio di colpo. -Parla...-

-Abbiamo trovato un sito sul dark web....e stiamo rintracciandoli tutti... sono molti...-

Black annuì. -Prepara la seconda casa...e falli venire...-Tom annuì.

Bill guardò Black. -Siamo ancora in pochi...-

-Abbiamo tempo...dobbiamo muoverci piano...non posso scoprire le carte di colpo...Se facessimo troppo velocemente le cose...se ne accorgerebbero...ci vuole pazienza...e ora come ora...- Black sospirò. -La pazienza è l'unica cosa che mi rimane...-

Bill annuì, poi lo guardò con un sorrisino divertito. -Fa bene pure a te avere un compagno...sei meno rompicoglioni oggi...- 

Il gamma con il beta, si alzarono in fretta e uscirono veloci dall'ufficio, prima che Black potesse rispondergli per le rime. Invece da fuori sentirono un scoppio di risate. Era molto tempo che lui e Tom non lo sentivano così sereno. 

---------

-Lo sai che una Luna dovrebbe essere dolce e caritatevole?- Gli mormorò Black mordicchiando l'orecchio a Narcis.

-Caritatevole? Con una troia che pensa che solo perché sono un Omega sono pure sottomesso a chiunque? Vuoi che picchio pure te?- Ringhiò arrabbiato.

Black scoppiò a ridere. -Oh, no, a me piace che ti sei fatto rispettare, e che tutti ora sanno che non sei un giocattolo per il branco...ma sei la mia metà, la Luna del mio cielo...il mio compagno...-Black lo baciava ad ogni parola e gli fece perdere subito l'arrabbiatura ed ogni altro pensiero. 

Quando lo spogliò vide che il suo morso era sparito. Ed emise un gemito eccitato alzandosi in piedi e girandolo. Sulla spalla del suo compagno era comparso un Tattoo, un lupo con delle catene spezzate fra le zanne e i pezzi di ferro rotti ai suoi piedi, gli occhi feroci una zampa su quelle catene rotte e l'altra su un narciso bianco.

Lo portò davanti allo specchio e lo voltò a mostrargli il tattoo. Tolse la maglia e un tattoo identico era comparso sul petto a sinistra, dove batteva il suo cuore. Narcis sorrise vedendo il tattoo sul petto del suo compagno. -Credi abbia un significato?-

-Sì, lo ha...ma non sempre ci è dato scoprirlo presto...alle volte sono messaggi...per il futuro...-

-E come facciamo a capirlo?- 

-Istinto, il nostro lupo...ce lo dice quando è il momento...-

Narcis sorrise strofinando il viso sul petto del suo amato. Respirandone l'odore. Per poi iniziare a baciargli ogni punto del Tattoo fino a farlo gemere. Lo spinse sul letto e gli si mise sopra, continuando con i baci dolci e sensuali allo stesso tempo.

Omegaverse: NarcisDove le storie prendono vita. Scoprilo ora