Capitolo 12

1.5K 67 25


Pov Alice

Sono sdraiata con CC sul suo letto dopo aver fatto l'amore con lui. 

<< Ti fa male la gamba?>> Mi chiede preoccupato accarezzandomi la schiena. Sollevo il viso dal suo petto per poterlo guardare dritto negli occhi. 

<< No, non mi fa male tranquillo,>> gli rispondo serena ed appagata,<< anche se mi da fastidio il gesso.>> 

<< Dovrai sopportarlo! Non puoi toglierti il gesso,>> mi ricorda sfiorandomi la guancia ed io sbuffo. 

<< Lo so, lo so!>> Dico alzandomi maggiormente per poter controllare l'orario nella radiosveglia. 

<< Devo prepararmi,>> gli dico visto che voglio andare in istituto a lavorare. Claudio sospira e con una leggera pressione sulla schiena mi fa riabbassare.

<< Non pensi che sia il caso di restare a riposo, tranquilla a casa almeno oggi?>> Mi chiede catturando il mio sguardo con i suoi occhi chiari. Scuoto la testa.

<< No, sto bene. Non voglio restare a letto da sola senza far nulla, mi annoierei!>> Ribatto baciando il mento di Claudio, il quale si irrigidisce leggermente. Sorrido felice della sua reazione perché è l'ennesima conferma che non gli sono indifferente, cosa che mi ha dimostrato pure poco fa quando abbiamo fatto l'amore!;anche se ha fatto tutto con molta delicatezza e dolcezza, sembrava che avesse paura di potermi far provare il più minimo dolore.

<< Sei testarda! Va bene prepariamoci ed andiamo in istituto, tanto saresti capace di prendere i mezzi pubblici da sola con le stampelle e quella ferita alla gamba!>> Sorrido e lo bacio castamente per poi cercare di alzarmi dal letto, ma Claudio mi solleva di peso e mi porta in bagno per lavarci e poi prepararci.

~~~

Dopo non so quanto tempo siamo pronti. Mi osservo allo specchio intero e guardo il vestito bianco con i fiori rossi che indosso. Mi giro e guardo l'orlo della gonna che arriva ad una decina di centimetri di distanza dal ginocchio. Certo che Claudio ha buon gusto! 

<< Puoi sempre restare a casa,>> mi ricorda Claudio osservandomi attraverso lo specchio. Mi giro per guardarlo.

<< No, sto bene e poi vorrei affrontare l'eventuale paura provata ieri : Via il dente, via il dolore!>> Esclamo facendo un passo verso di lui. Claudio sospira e poi annuisce e sorride.

<< Andiamo va, prima che cambi idea e chiami in istituto per saltare il lavoro!>> Afferma lui avvicinandosi a me per poi appoggiare le mani sui miei fianchi ed abbassarsi leggermente per baciarmi le labbra. Ricambio il bacio ma non prima di aver fatto un minimo di resistenza, resistenza che abbatte mordicchiandomi il labbro inferiore ed io dischiudo le labbra e concedo l'accesso alla sua lingua. 

<< Andiamo va!>> Ripete appena ci separiamo, annuisco e raggiungiamo il salone dove recuperiamo il mio giubbotto, la mia borsa e la sua valigetta e poi usciamo dall'appartamento di CC. 





L'Allieva e CC ( #Wattys2019 )Leggi questa storia gratuitamente!