CAPITOLO 57:

RAIN POV

la guardo in cagnesco e rabbrividisce.

D:"e-era solo uno s-scherzo!"

sorrido dolcemente e le porgo la mano. lei mi da velocemente le buste e si alza di scatto.

D:"a-andate ora. "

ci alziamo lentamente ed usciamo con cautela. liam scoppia a ridere tenendosi la pancia

li:"l'hai spaventata a morte!"

riesce a dire. mi guardo le unghie.

io:"modestamente"

gli passo la sua busta e ci dirigiamo verso la scuderia.

io:"hai musica?"

annuisce e tira fuori il cellulare.

li:"scegli. non so cosa ti piace"

intanto che guardo i brani, mi scontro con qualcuno.

?:"hei, guarda dove vai!"

io:"senti amigo, guarda tu dove vai! potevi spostarti!"

il ragazzo più alto di me fa una smorfia.

?:"ma ti senti? sei così bassa che non ti ho nemmeno visto!"

io:"ascoltami bene,non ho voglia di star qui a chiederti scusa, perché lo troverei una perdita di tempo. quindi togliti dal cazzo, che non ho, e sparisci!"

scoppia a ridere

?:"ma stai bene?"

io:"no, ho il ciclo!"

questa battuta serve sempre, anche se non è vera.

?:"si, certo, e io sono Mastro Lindo. tanto so che sei una vampira."

sgrano gli occhi

?:"hai ancora il segno del morso sul collo, genia"

io:"chi cazzo sei?!"

si passa una mano fra i capelli color cioccolato e sorride.

f:"Fernando, il fratello maggiore di alejandro"

ma sbaglio o i loro genitori sono fan di lady gaga?

io:"stai scherzando, vero?"

scuote la testa

f:"mi ha parlato di te. ha detto che sei dolce e simpatica, ma non mi pare proprio"

sorride beffardamente.

wow, simpatico come la merda.

io:"si, emozionante, però ora dobbiamo andare"

prendo a braccetto liam e lo trascino via da quella situazione.

io:"se la prossima volta non intervieni, giuro che ti castro con le mie stesse mani!"

gli sibilo all'orecchio. lui mi guarda inorridito

io:"con i guanti, ovviamente"

******

io:"liam! torna al lavoro! "

mi fa la linguaccia e continua ad accarezzare il pony che ha appena finito di dare da mangiare.

li:"come faccio? è troppo dolce!"

io:"non è che mi stai diventando gay anche tu?"

mi fulmina con lo sguardo mentre prende una spugna  bagnata dal secchio.

li:"questa..è..SPARTAAA!"

me la lancia addosso e scoppio a ridere come una demente, visto che lui mi guarda in cagnesco. e vi assicuro che vedere liam così, è uno spettacolo imperdibile.

li:"lavora"

io:"lo sto facendo, al contrario tuo"

alza gli occhi al cielo

li:"che rompicoglioni che sei"

io:"di natura"

li:"infatti"

******

li:"Rain"

io:"si?"

li:"mi spieghi cosa cazzo sta facendo?"

io:"non si vede? sto lavando un cavallo!"

li:"si, da stesa?"

faccio spallucce

io:"le mie gambe non reggono"

li:"in che senso?"

io:"che non reggono, genio"

si avvicina

li:"hai male ai muscoli?"

io:"anche alle ossa"

mi prende in braccio per poi farmi sedere sul celebre letto di paglia.

li:"penso sia una mancanza di ferro dovuta alla febbre"

sospiro

io:"e quindi? che si fa?"

li:"ti porto al bungalow. non puoi lavorare in queste condizioni"

torno fra le sue braccia,avvertiamo Dana che non potrò lavorare per tutta la giornata e in pochi minuti ci troviamo davanti la porta del bungalow.

busso e viene ad aprire mia madre

m:"cosa ti è successo?"

io:"ho male alle gambe"

ci fa entrare e liam mi appoggia sul divano.

li:"penso sia una mancanza di ferro"

m:"sicuramente"

mia madre si dirige verso il frigo

io:"come mai sei ancora qui?"

m:"questo pomeriggio partiamo"

annuisco come se lei mi vedesse. torna in salotto con un bicchiere di sangue fresco.

la mia vista diventa rossa e i canini mi graffiano la lungua. allungo le braccia per prendere il bicchiere, poi bevo velocemente il contenuto.

mi pulisco la bocca con il dorso della mano e sorrido soddisfatta.

io:"grazie"

mia madre lo porta via ed io posso stendermi sul divano

li:"come ti senti?"

io:"un pò meglio"

sorrido e lo invito a sedersi

li:"scusa Rain, ma devo tornare alla scuderia. ci vediamo dopo"

mi scocca un bacio sulla fronte ed esce dal bungalow.

deciso di messaggiare sul gruppo, visto che non ho nulla da fare.
IO:"hei, c'è qualcuno?"
HAZZA:"non dovresti lavorare?"
IO:"liam mi ha portata al bungalow perché non mi reggevo in piedi"
LOU:"ma stai bene adesso?"
IO:"un pò meglio"
ZAINO:"hai bisogno di qualcosa"
IO:"no grazie"
NELLO:"UELLAAAAAAAAA! come butta rega? qui al bar i vecchietti bevolo i loro caffè, quindi posso messaggiare. oh, piccola Rain, stai bene? niall james horan è qui per teee!!!! *musica di superman*"
ZAINO:"nooo! la salverò io!"
LOU:"è mia sorella, la salverò da voi idiotiiii!"
LEE:"Rain! scappa con meee!"
HAZZA:"tanto so che sceglierà me! voi poveri plebei non potete competere con..LA PERFEZIONE!"
IO:"allora, in questo caso, scelgo la mosca che è appena entrara dalla finestra"

A VAMPIRE LOVE(IMPOSSIBLE)STORYLeggi questa storia gratuitamente!