sono tornataaaa :D

scusate il ritardo ma ho dormito fino a tardi per "ricarmicarmi"

CAPITOLO 52:

RAIN POV

stronzo di merda, come si permette?

qualcuno bussa alla porta.

io:"non ci sono!"

urlo, affondando la testa nel cuscino.

la persona entra e si stende sul letto.

sento il profumo di harry.

h:"ehi"

io:"mmh"

h:"come va?"

io:"come vuoi che vada?! una merda!"

piagnucolo.

lui sospira

h:"vedi, Rain...Zayn è protettivo nei confronti di chi vuole bene."

io:"ho capito! ma non gli da il diritto di non farmi uscire con un amico!"

sbraito, alzando la testa rivolta nella sua direzione.

h:"Rain, hai la febbre e non sei in grado di uscire. lo dice persino tuo fratello!"

alzo gli occhi al cielo

h:"e poi.."

io:"e poi?"

h:"penso sia geloso di alejandro"

io:"ma va? che scoperta spaziale!"

dico ironica.

lou:"hazza!"

urla louis.

h:"torno subito"

mi lascia da sola nel letto a contemplare l'interessantissimo soffitto bianco.

ma all'improvviso mi viene un'idea davvero, ma davvero stupida.

prendo la mia, ormai, celebre coperta, cellulare  ed esco dalla finestra per tornare alla panchina davanti al laghetto della scorsa volta.

******

mi siedo con le gambe incrociate e le copro con la coperta.

sento dei passi verso sinistra, così mi giro e vedo alejandro con una faccia sorpresa.

a:"cosa ci fai qui?"

abbasso la testa e la rialzo cercando di sorridere

io:"abbiamo litigato, ma niente di grave, spero"

lui sgrana gli occhi e si siede accanto a me.

a:"vuoi..vuoi parlarne?"

scuoto la testa e prendo il mano il cellulare per vedere se ho ricevuto messaggio.

da:LOULOU

"dove cazzo sei finita?!"

da:HAZZA

"Rain, giuro che ti ammazzo!"

da:NELLO

"Rain, ti prego, siamo preoccupati"

da:LEE

"torna da noi, louis sta sclerando"

e nessun messaggio da parte di zayn.

bella merda.

a:"ti ha scritto?"

io:"no"

rispondo secca.

lui si passa una mano fra i capelli

a:"vuoi fare pace?"

io:"ovvio! solo che lui è intrattabile!"

ZAYN POV

io:"è intrattabile!"

sbuffo e mi siedo sul divano con la testa fra le mani.

lou:"giuro che se non torna più per colpa tua, ti ammazzo!"

mi sbraita.

io:"cosa cazzo posso farci io?! è lei che si offende per niente! "

lou:"si, ma tu hai esageraro!"

mi tira una ciabatta ed esce con harry al seguito.

liam si siede affianco a me

li:"sei un coglione"

sbuffo alzando gli occhi al cielo

io:"forse hai ragione.."

li:"io ho sempre ragione"

LOUIS POV

io:"harry, dove potrebbe essere?"

cammino con lui cercando di fare mente locale

h:"non ne ho idea..provo a chiamarla, se vuoi"

annuisco in pensiero.

prende in mano il cellulare, compone il suo numero ed avvicina il telefono all'orecchio.

h:"ciao Rain..no, non c'è nessuno..davvero?..perché? ..ah..dove sei?..ok, arrivo, ciao"

riattacca e mi guarda sorridendo, facendo spuntare le fossette.

h:"seguimi"

intreccia una mano con la mia ed iniziamo a camminare

******

h:"nasconditi dietro gli alberi"

annuisco e faccio come mi ha detto.

vedo che si avvicina alla panchina

h:"cosa ci fa lui qui?"

chiede harry stupito ed arrabbiato.

chi c'è?

mi avvicino ulteriolmente, cercando di riuscire a sentire tutto

a:"le faccio compagnia"

oh merda..alejandro!

h:"perché? "

r:"se avete intenzione di litigare per questa cazzata io me ne vado"

corre via e si alza in volo, però torna indietro.

r:"scusate, la coperta"

e se ne va.

io esco dal mio posto strategico e guardo male i due ragazzi

io:"coglioni"

RAIN POV

atterro piano su un ramo ed afferro con facilità uno scoiattolo che cercava di scappare.

povero illuso.

caccio fuori i canini e succhio avidamente il sangue, mentre guardo tranquillamente il paesaggio marittimo.

dopo aver consumato la mia "cena" sento il cellulare vibrare nella tasca.

lo tiro fuori e rispondo senza guardare

io:"pronto?"

z:"ciao"

riattacco e scendo dall'albero, incurante di averlo lasciato di merda.

il cellulare vibra di nuovo, ma io non rispondo.

intanto che cammino verso il mare, sento dei passi alle mie spalle, ma non ho voglia di girarmi.

mi avvolgo la coperta intorno al corpo e finalmente raggiungo la spiaggia, dove c'è uno sdraio abbandonato al suo triste destino. mi siedo e recupero le cuffiette che avevo messo precedentemente in tasca.

attacco la canzone "same love" di macklemore.

fa molto "louis & harry forevah and evah" .

sento una mano sulla mia spalla. mi giro e fisso gli occhi ambrati del moro.

merda.

A VAMPIRE LOVE(IMPOSSIBLE)STORYLeggi questa storia gratuitamente!