Capitolo 83 - a Sacrofano

1.4K 88 33

"Che mondo meraviglioso sarebbe, se con i fratelli minori ci fosse il «soddisfatti o rimborsati» " (Anonimo)

Alice

Claudio sta facendo ristrutturare l'appartamento, ha acquistato il bilocale a fianco per allargare la casa e avere spazio per tutti, inclusi i miei genitori, o i suoi, se necessario. E per poter avere due camerette separate una volta che i gemelli saranno cresciuti e abbiano necessità di avere ciascuno la propria privacy.

Non appena sono uscita dall'ospedale ha chiamato l'architetto e si sono messi all'opera.

Nel frattempo Giulia ha lasciato la mansarda e si è trasferita da Luca, perché il coinquilino si è laureato ed è tornato a vivere nella sua città.

E' stato un passo importante per loro, Luca ha voluto conoscere i genitori di Giulia prima di intraprendere la strada della convivenza... un ragazzo di altri tempi.

Luca PoV

Accidenti che fatica questo fine settimana a casa di Giulia. La sua famiglia è bella, e mi hanno fatto un sacco di feste... troppe feste. Io non sono così espansivo e, soprattutto, la quantità di cibo che ho dovuto ingoiare per educazione ...mi basta per due mesi...

Poi ci si è messa la gelosia di mezzo... la sorella minore è completamente diversa da Giulia, non l'avrei degnata di uno sguardo se non fosse stata sua sorella, è volgarotta, sguaiata e mi continuava ad abbracciare facendomi sentire un po' a disagio. E questo ha scatenato la piccola tigre nascosta nella mia ragazza.

Quando siamo rientrati a Roma ho percepito in lei un certo livello di alterazione, mentre ho provato a giustificarmi "Giulia che ne sapevo che tua sorella è un po' zoccola... io pensavo che mi abbracciasse come un fratello..."

Lei è seccata quando mi inizia a rispondere "Punto uno, tu non ti puoi permettere di dire che mia sorella è un po' zoccola... Lo posso dire solo io, e SI, è davvero PARECCHIO ZOCCOLA! E hai ragione, avrei dovuto avvisarti..." poi si calma, e mi viene vicino accarezzandomi il viso "Scusami se mi sono comportata da vipera gelosa... il fatto è che SONO GELOSA, GELOSISSIMA. Tu sei il mio eroe e sei solo mio..." e mi butta le braccia al collo.

Quando fa così è impossibile resisterle, ma ci devo riuscire. Quando siamo qui, a casa dei nostri professori mi sento sempre un po' inibito a scambiare effusioni con Giulia.

Quindi dopo un bacio la allontano "Giulia, prepara in fretta tutte le tue cose, ho chiamato il mio amico Alberto che ha un piccolo furgone, così questa sera saremo già a casa mia, o meglio, casa nostra... e finalmente saremo soli" aggiungo strizzando l'occhio e facendola arrossire come un pomodoro maturo.

E in meno di tre ore ce ne siamo andati dalla mansarda, mi sento libero, libero di stare finalmente solo con questa ragazzina che mi ha catturato cuore, mente e sensi.

E in meno di tre ore ce ne siamo andati dalla mansarda, mi sento libero, libero di stare finalmente solo con questa ragazzina che mi ha catturato cuore, mente e sensi

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

**    **    **    **

Alice

Claudio sembra rimbecillito, sono tre giorni che gira per l'ospedale con un sorriso ebete stampato in viso e la prima cosa che fa con tutti quelli che mi vengono a trovare è trascinarli fuori dalla mia camera per portarli a rimirare i gemelli.

Alice Allevi, Medico Legale. Boston, MA [#Wattys2019]Leggi questa storia gratuitamente!