Capitolo 75 - grandi gioie e devastanti tristezze

1.5K 94 70

"È sperare la cosa più difficile. La cosa più facile è disperare, ed è la grande tentazione" (Charles Péguy)

Fine Aprile

Sono passati due mesi da quando Giulia è venuta a vivere da noi, ora lei e Luca stanno insieme, non ne avevamo dubbi no?

E io controllo Giulia come un mastino, anche se Claudio ogni tanto, individuando (tra uomini si capiscono...) le espressioni di desiderio nel volto del ragazzo, mi dice "Alice, sono persone adulte ormai, devono fare le loro scelte no? Pensa a come eri tu all'età di Giulia... mi pare fossi già svezzata da quel punto di vista no?"  e poi aggiunge con una voce che sa di rimpianto "mi spiace solo di non essere stato il primo e l'unico per te Alice. Pensa la felicità di Luca..."

Quando mio marito dice cose come questa penso sempre che non sia CC, ma una via di mezzo tra lui e Leo, che abbiano un terzo fratello che ha preso il posto di Claudio?

Entrambi i miei protetti fanno ormai parte della mia squadra in Istituto perchè Giulia ha passato brillantemente la selezione per internato, ma non ne avevo dubbi.

E anche Luca, «Claudio sostiene "sorprendentemente"», ha passato, con il massimo dei voti e in prima posizione tra gli specializzandi, la valutazione per passare da Medicina Legale a Medicina Legale applicata alla Criminologia.

Entrambi hanno superato, facendosi forza insieme, i tragici eventi che hanno portato all'arresto di Giorgio Contelan, 27 anni, friulano e "ragazzo" di Carlotta. In realtà era la mente del giro di prostituzione di studentesse di cui lei era la più ricercata, non si tirava indietro a nessuna richiesta dei clienti. Per questo motivo aveva alzato la testa e pretendeva di diventare socia di Giorgio e avere una percentuale sul totale degli introiti del giro, e lui l'aveva uccisa.

Lei per la sua avidità aveva ingaggiato altre ragazze, soprattutto di famiglia modesta e con ambizioni di facile guadagno, e procacciava clienti con un'abilità sorprendente per una ragazza così giovane e, all'apparenza, studentessa modello.

Poveri genitori, continuo a vedere il viso devastato della mamma, il suo dolore e la domanda al marito "Ma dove abbiamo sbagliato?" quando sono venuti a reclamare il corpo per le esequie.

E noi? Noi faremo giusto? Faremo errori? Saremo capaci di crescere i nostri figli come ne sono stati capaci i genitori di Giulia e Luca?

Ne parliamo spesso io e Claudio. Abbiamo gli stessi dubbi e le stesse paure, ma sappiamo che ogni decisione che riguarderà i nostri ragazzi sarà presa insieme, sempre e comunque. Litigheremo, con molta probabilità, ma alla fine sono sicura che ci accorderemo e proveremo a fare del nostro meglio.

Ieri mi sono fatta fare da Claudio una foto alla pancia, sta lievitando rapidamente, più che con Claudia, ma loro sono due è normale.

Ieri mi sono fatta fare da Claudio una foto alla pancia, sta lievitando rapidamente, più che con Claudia, ma loro sono due è normale

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

E' il mio wallpaper, di sfondo al cellulare. La prima foto dei miei bambini.

***     ***     ***     ***

Alice Allevi, Medico Legale. Boston, MA [#Wattys2019]Leggi questa storia gratuitamente!