Capitolo 67 - Alice torna ad indagare...?

1.1K 63 22

"Niente ha il potere di allargare tanto la mente quanto l'investigazione sistematica dei fatti che si possono osservare" (Marco Aurelio) 

Sento parecchio rumore fuori dalla mia porta, che all'improvviso si spalanca, e nella mia stanza piomba la studentessa che mi aveva fatto la domanda durante la Lectio Magistralis in Aula Magna.
E' strattonata dal ragazzo di questa mattina, Luca Vietri (aka «COSO») e sta cercando di divincolarsi dalla sua presa.

Ricordo il suo nome, «Giulia Sestanti», perché mi aveva davvero colpita e mi ricordava me stessa alla sua età. La osservo, è carina, capelli castani portati con due treccine, occhiali stile Harry Potter, piccolina, abbigliata con jeans e stivali da motociclista. Dimostra 16 anni... non 24 come dovrebbe averne al quinto anno.

"E lasciami andare brutto animale!" sta urlando contro COSO.

"Non sei autorizzata a stare qui e non puoi disturbare il Professor Allevi, sta lavorando su cose molto importanti! Sciocca ragazzina!" esclama lui.

"Ti ho detto di lasciarmi andare!" e dall'altezza dei suoi limitati centimetri (come ho già notato la ragazzina è perfino più bassa di me) gli dà un pestone al piede con il tacco del suo stivale (AHIA...)..

Resto con i gomiti appoggiati alla scrivania e il volto sui mei palmi, una posizione perfetta per godermi l'imprevisto spettacolino.

Resto con i gomiti appoggiati alla scrivania e il volto sui mei palmi, una posizione perfetta per godermi l'imprevisto spettacolino

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Nel frattempo si raduna una cerchia di curiosi di fronte alla porta ormai spalancata del mio studio.

I due si calmano perché si rendono conto di essere stati protagonisti di una scenetta (o meglio scenata) che darà origine a parecchi pettegolezzi nei prossimi giorni.

Mi alzo e con calma vado alla porta, faccio entrare i due e mettendo il naso all'esterno imito alla perfezione il tono di CC "Beh? Che abbiamo da curiosare? Non avete da lavorare? Filate ai vostri posti prima che avvisi il Professore!"

E' bastato nominarlo, «il Professore», che l'assembramento si è volatilizzato in un baleno «che bello poter dare ordini ed essere obbedita al volo!» penso sogghignando, ma mi levo il sorriso dal volto non appena mi giro e fisso i due malcapitati.

E' bastato nominarlo, «il Professore», che l'assembramento si è volatilizzato in un baleno «che bello poter dare ordini ed essere obbedita al volo!» penso sogghignando, ma mi levo il sorriso dal volto non appena mi giro e fisso i due malcapitati

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.
Alice Allevi, Medico Legale. Boston, MA [#Wattys2019]Leggi questa storia gratuitamente!