Capitolo 62 - Alice, Claudio, Kathy, Leo

1.3K 85 21

"A Natale non importa cosa trovi sotto l'albero, ma chi trovi intorno" (Stephen Littleword)

Roma, 25 Dicembre – casa Conforti senior

Sembra che stiamo traslocando, e invece stiamo "solo" andando dai genitori di Claudio per il pranzo di Natale.

La nostra piccola peste ha dichiarato che non si sarebbe mossa di casa se non portandosi appresso qualche gioco, cagnolino incluso (chissà quando si scaricherà? non ne vedo l'ora, perché continua ad abbaiare...).

E invece di fare il padre, Claudio fa il tappetino, e le concede di portarsi dietro mezza casa..."tanto il SUV è grande" dice... ma che c'entra, è una questione di principio, non può dirle sempre di si !!!

Vorrei capire come mai con me è sempre stato severissimo quando era il mio prof, anche quando eravamo già molto intimi, mentre con questa mocciosetta si scioglie come gelato al sole... e non è capace di negarle nulla.

Spero che anche questo nuovo fagiolino che ho in me nasca femmina, sarebbe solo giustizia divina, per uno come lui.

Non sto a spiegare quello che abbiamo trovato dai nonni Conforti, anche lì una montagna di doni per Claudia, senza contare quelli portati da Leo e Kathy.

Va a finire che a casa lei si prenderà la nostra camera, che è più grande, e noi la sua, se andiamo avanti di questo passo...
Appena arrivata qui lei ha ignorato tutto e tutti e si è fiondata tra le braccia di Leo iniziando a raccontargli tutta la sua vita dell'ultimo periodo, ovviamente in inglese, ma l'abbiamo redarguita subito, perché i nonni non avrebbero capito.

A un certo punto ha notato una figura a fianco a lui... un'estranea? si è staccata e l'ha guardato con sospetto "chi è zio Leo quella signora?"

Claudio, a braccia conserte, ridacchia mentre gli dice sottovoce "ora voglio proprio vedere come fai a spiegarglielo" guadagnandosi una occhiataccia e un "Buon Natale anche a te fratellino eh!"

Rivolgendosi a Claudia, Leo cerca di spiegare la presenza di Kathy e, secondo me, se la cava egregiamente "Ecco Claudia questa signora si chiama Kathy, e sarà la tua nuova zia americana, ti piace? A me piace tanto poi siccome tu e la mamma eravate tornate qui, e mi sentivo tanto solo, le ho chiesto di farmi compagnia e se aveva voglia di diventare la zia di una bellissima bambina, che saresti tu. Lei mi ha detto di si e allora ci siamo sposati. Sei contenta?"

Lei guarda Leo, poi Kathy, poi ancora Leo, poi sorride e chiede "Ma in che modo devo parlare per farmi capire? Italiano o inglese?"

Kathy scoppia a ridere, anche se Claudia ha parlato in italiano l'ha capita benissimo e ha anche capito di essere stata accettata senza problemi.

Si abbassa e in inglese le chiede "ti va di venire a salutare con un bacio la tua nuova zia Kathy piccola?"

Lei, da gran ruffiana, non se lo fa ripetere e le corre incontro abbracciandola e dicendole "mi piaci, mi piace come ti chiami e profumi di buono e di zio Leo".

Al quale zio Leo brilla lo sguardo per l'emozione, ma non quanto ai genitori di Claudio.

Entrambi hanno gli occhi lucidi mentre guardano noi quattro, anzi cinque, che ridiamo e scherziamo insieme, e sento che Maria sussurra ad Antonio "siamo stati bravi eh? Con Claudio e anche con Leo poi, guarda che uomini sono diventati. Sono davvero fiera di loro, e sono fiera delle loro spose. Speriamo che Claudia non resti sola a lungo..."

Faccio finta di niente, vorrei tanto dire loro della nuova vita che ho dentro di me, ma è troppo presto, bisogna aspettare fino a che non sia passato il periodo critico dei primi due o tre mesi.

La giornata di Natale passata con i Conforti e affini è bellissima, un Natale ancora più bello di quelli di quando ero bambina, perché sono con i due amori della mia vita, perché sono con le persone a cui tengo di più al mondo, perché vedo Claudio felice mentre parlotta con il fratello e vedo Kathy estasiata di come la mia bambina le stia vicino e la coinvolga nei suoi giochi.

Mentre guardo le persone che più amo mi si avvicina mamma Maria.

"Alice, a me lo puoi dire. Non lo saprà nessuno. Hai quello sguardo... quello di una donna in dolce attesa, vero?"

Spalanco gli occhi mentre cerco il modo di risponderle "Maria ma non lo sapevo nemmeno io fino a questa mattina... e tu come..."

"Non per niente ho fatto l'ostetrica per quarant'anni tesoro. Ho come un sesto senso ormai. E sono proprio contenta, fammi sapere se hai bisogno di qualcosa, va bene? Ah, e non dire a Claudio che lo so, altrimenti si agita. Quel ragazzo da quando siete tornate non capisce più niente, ed è diventato una persona nuova, migliore. E siete voi che l'avete guarito nell'anima"

Mi rattristo mentre le rispondo "Forse hai ragione, ma è anche stata colpa mia se si era intristito ed aveva perso la gioia di vivere. Come sono stata idiota"

"Non si piange mai sul latte versato ricordatelo. Ogni errore ha un rimedio, e tu hai avuto per lui un rimedio bellissimo, la vostra piccina. La adora vedi? Vedi come la sta viziando?" ride e scuote il capo come a dire «chi l'avrebbe mai detto».

Già «chi l'avrebbe mai detto».

La giornata vola in un'atmosfera di felicità e serenità, poi salutiamo tutti e torniamo a casa nostra, Claudia si è addormentata sul divano per la stanchezza e l'eccitazione, Leo e Kathy partiranno domani per passare il capodanno a Marrakech, al caldo, e ci promettiamo reciprocamente di sentirci non appena possibile.

Tornati a casa, dopo avere messo Claudia a dormire ci corichiamo subito anche noi, io sono distrutta, forse è stanchezza da gravidanza. Ci addormentiamo abbracciati, dopo alcuni baci fantastici, ma siamo troppo stanchi per dedicarci al nostro sport serale, tanto l'obiettivo è stato centrato.

E anche domani è un altro giorno.
Un giorno in più tra tutti quelli bellissimi che passeremo insieme, io, CC e la nostra famiglia.

***Fine Capitolo 62

E' stato un capitolo piuttosto corto se paragonato ai miei soliti, ma serve sostanzialmente come ponte per arrivare alla vacanza di Capodanno.

E comunque CC non si smentisce, è proprio cotto di sua figlia. Che ho paura diventerà viziatissima, meno male che c'è Alice.

Alice Allevi, Medico Legale. Boston, MA [#Wattys2019]Leggi questa storia gratuitamente!