Capitolo 6

467 5 0

Per l'agitazione e l'ansia che Brandon aveva stillato in me non riuscì ad addormentarmi. Per tutto il viaggio rimasi in silenzio mentre i due ragazzi alla guida del carro discutevano, mi accucciai in mezzo alle pelli del conducente e mi misi ad osservare il cielo, era una notte senza luna ma le stelle erano così luminose da rischiarare il sentiero anche senza l'ausilio di torce, avevo imparato a riconoscere le costellazzioni durante il mio soggiorno in un paesino sulle coste a nord della Francia, viaggiavamo nella direzione indicata dalla stella piu luminosa, poi riconobbi la costellazione del drago e mi ricordai della figura sul libro della donna, un grande serpente che si morde la coda. Inizia i a riflettere sul suo significato, il rettile è simbolo del male, attraverso uno di questi Satana tentò Eva, ma non era questo il significato che quella figura riportava, era una cercghio, una ruota, forse indicava una ciclicità, ma di cosa? il serpente era un animale, quindi un essere vivente, conclusi che il significato fosse la ciclicità e il continuo rinnovo della vita. Intanto che osservavo le altre costelazioni notai che i miei due accompagnatori smisero di parlare e il carro, che era sempre andato ad una velocità sostenuta, iniziò a rallentare, così mi misi a sedere per osservare il paesaggio circostante: era ancora notte ma in lontanaza vidi delle luci, torce probabilmente, che annunciavano il limitare del bosco. Di norma si cercava sempre di evitare una foresta di notte, soprattutto con un carico così importante come delle pelli per evitare di essere attaccati dai banditi o dai briganti, ma noi non la costeggiammo, vi entrammo senza neanche esitare e, dopo aver trovato il sentiero giusto, il guidatore fece schioccare la frusta e diede un colpo deciso alle briglie, così i cavalli ripartirono al galoppo.

Albeggiava ormai ed eravamo sul limitare del bosco, vedevo in lontananza una strada ti terra battuta; intanto Brandon si era addormentato vicino a me tra le pelli, sembrava ancora più giovane dei vent'anni che realmente possedeva. Era rannicchiato con la mano destra stretta a pugno sulla spalla sinistra, le ginocchia strette al petto come se fosse stato ancora un bambino, io non ero di tanto più vecchio, ma con un accenno di barba sembravo più maturo, quasi come un fratello maggiore. La nostra carrozza pelosa giunse alle mura di un piccolo paesino, ci lasciarono passare, ma il mercante di pelli si fermò subito dicendo qualcosa a Brandon in inglese, poi si rivolse a me in francese:" Monsieur, questo è per voi, una donna mi ha fermato e chiesto di porgervelo alla fine di questo viaggio. Ha detto di dirvi anche queste parole - aria, acqua, fuoco, terra e il quinto elemento che ci distingue degli animali è ciò di cui hai bisogno.-". La Donna aveva fatto questo per me? E cosa conteneva il sacchetto che il mercante mi aveva dato? Forse il quintonelemento? Non ebbi il tempo di controllare perchè alzai lo sguardo per ringraziare l'uomo che ci aveva accompagnato che vidi alle sue spalle la cattedrale di Saint Denis. Manteneva la facciata dello stile romanico ma già lungo la navata, vedendola esternamente, si presentava come gotica; sentii una forza strana, come se fossi stato legato ad una corda e questa mi stesse trascinando all'interno della chiesa. Questa aveva delle immense vetrate colorate e lo sguardo era obbligato a guardare la maestosità dell'altezza e delle arcate a crociera sorrette da immensi pilastri che fanno sembrare chiunque si ritrovi a camminarci vicino un essere minuscolo di fronte alla potenza divina. Fu quando mi trovai abbastanza vicino all'abside che mi mancò il fiato per lo spettacolo che mi si stagliava di fronte: immense vetrate colorate che riempivano la navata centrale di luce avevano delle scene della vita di Cristo raffigurate, ma non fu tanto lo splendore delle figure quanto la bellezza e la vivacità dei colori, soprattutto il blu che sembravano fosse stato rubato dal cielo in una notte di luna piena con stelle brillanti, come quelle della notte passata.

______________________________________________________________

Salve lettori! Vi ringrazio per il vostro supporto e incoraggiamento nel continuare a scrivere. Come sempre se avete domande o se ho sbagliato qualcosa lasciate pure un commento. :)

Lucriscia

Il mercante di sogniLeggi questa storia gratuitamente!