~Quattordicesimo capitolo

785 49 2

Lui la guardò.La guardò e nei suoi occhi c'era tutto il suo mondo.Il suo sguardo la fregava,sempre.Lei nei suoi occhi si perdeva,come si perdeva a guardare il mare.Le sono bastati due giorni e i suoi occhi non vanno più via dalla testa,dal cuore.Il mondo le sembrava migliore attraverso i suoi occhi.

-E adesso?Quanto aspetterò per rivederti sorridere?

Lei lo fece.Lo fece come non l'aveva mai fatto.

-Volevo solo farti sapere che amo il modo in cui sorridi.

Sentiva una tempesta dentro che le scompigliava tutti i sistemi.

*Voglio a tutti i costi che lei si sfoghi con me.Ora. Subito.Lo si legge dentro ai suoi occhi che sta male,cazzo.*

-Pensi che non me ne sia accorto che hai la guerra in testa e gli occhi tristi?

Le disse porgendole la mano.Lei la strinse. Si sedettero sugli scalini.Occhi negli occhi.

-Mi sento male,ma nessuno lo capisce.Mi sento sola,ma nessuno lo capisce.Ho il cuore a pezzi,ma nessuno lo capisce.Nessuno capisce mai un cazzo.

Una lacrima le rigava il viso.Continuò.

-Ti distrugge dentro,capisci?Io mi rialzo in continuazione, ma poi crollo di nuovo.E mi sento come la neve sporca in autostrada.Bagnata,annerita,schifosa.Non si capisce neanche più cosa sia.Mi sento solo cadere a pezzi.E non vedo nessuno pronto a raccogliermi.Tanto lo so che appena ne avrò il coraggio,come sempre,dovrò raccogliermi da sola.Vorrei essere più forte.Vorrei essere di piú.E invece non ci riesco.

Scoppiò in lacrime.Lui la prese per un braccio,l'avvicinò a sé e la strinse tra le sue braccia. Lei si sentiva al sicuro,al riparo.Poi le sussurrò queste parole.

-Dimostrati più forte.Più forte di loro.Delle tue incertezze.Delle tue paure.Dimostra che tu puoi essere una guerriera.Devi credere in te stessa.Basta piangere. Vai avanti.E sorridi.Salvati.Sorridi fino a spaccarti le mascelle.Dimostra che non ti hanno distrutta,che sei ancora in piedi.E sai che ti dico?Mostragli il tuo sorriso più luminoso,cammina a testa alta e fai vedere a tutti che,nonostante tutto e tutti,riesci ancora a farlo.

Và a casa,fai un bagno,canta e urla a squarciagola,liberati dei tuoi mostri.Poi mandami un messaggio e fammi sapere se funziona!

-E basta! Da oggi inizio a sorridere,a ridere.A ridere davvero.Io da oggi inizio a vivere!

Urlò con gli occhi rivolti al cielo.

-Brava, così ti voglio.

La fece alzare, le lasciò un tenero bacio sulla guancia.

-Ciao piccola.

-Grazie Ale.

Lei si voltò.Lui la guardò allontanarsi.

-Sappi che non mi giro mentre vado via solo perché se incrocio di nuovo il tuo sguardo finisce che ritorno indietro e ti abbraccio,più forte,ma poi non ti lascio più.

Urlò con tutta la forza che aveva.

Lui sorrise.

~SPAZIO AUTRICE~

Ciao a tutti,spero vi sia piaciuto questo capitolo!

Nascerà qualcosa tra Alessio e Francesca?Lui riuscirà a salvarla?Lei supererà i suoi problemi?Lo scoprirete nei prossimi capitoli, non ci anticipo nulla! C:

STELLINATEEEE! e lasciate anche qualche commentino! ♥

~DearJackie

~Resto immobile davanti all'amore e quindi a te!~Leggi questa storia gratuitamente!