CAPITOLO 43:

RAIN POV

lou:"tocca a me"

si guarda intorno

lou:"ZAYN!"

io:"non urlare, idiota"

lou:"scusa sistah"

mi lascia un bacio sulla guancia

lou:"obbligo o verità? "

z:"verità"

louis sghignazza.

lou:"hai mai fatto pensieri perversi su Rain?"

il moro mi accarezza la schiena

z:"ovvio"

mio fratello sgrana gli occhi ed ha un'espressione indecifrabile.

io:"non so se essere arrabbiata o lusingata"

louis prende un cuscino e lo colpisce, facendo rimbalzare il letto.

lou:"Zayn, mi sto trattenendo dal spaccarti la faccia"

il moro si irrigidisce e mi stringe a se.

z:"Rain, proteggimi"

io:"non posso, ho la febbre"

mi guarda in cagnesco e io faccio spallucce.

n:"Zayn, tocca a te"

si passa una mano fra i capelli e punta gli occhi verso harry.

z:"hazza"

h:"obbligo"

z:"bacia louis"

il diretto interessato sgrana gli occhi ed arrosisce come un bambino.

h:"no problem"

lo attira per la maglietta e gli stampa un bacio sulle labbra, mentre sorride.

h:"fatto"

scompiglia i capelli a louis e torna alla posizione iniziale, nascondendo un sorriso beffardo.

io:"aah, l'amore"

mi lascio scappare.

h:"Rain"

io:"seh?"

chiedo disinteresssata.

h:"obbligo o verità?"

ok, vecchia volpona, riflettiamo.

se scelgo obbligo, mi faranno fare qualcosa di imbarazzante, come minimo, ma non saprei perché anche se dico verità potrei ritrovarmi con uno schiaffo sulla guancia..oppure..

io:"devo andare in bagno"

harry scoppia a ridere accasciandosi sulla spalla di louis

h:"non scherzare, scegli"

sbuffo

io:"obbligo"

h:"togli i vestiti a zayn"

lo guardo male insieme a louis, che ha assunto uno sguardo irritato.

io:"non ci penso neanche!"

h:"e dai Rain, so che non aspetti altro"

ammicca e avvolge un braccio intorno alla vita di louis.

alzo il dito medio e gli faccio la linguaccia.

z:"facciamola finita"

mi afferra per i fianchi e mi fa stendere sotto di lui, mentre lui si regge con i gomiti sul materasso.

sorride maliziosamente ed io arrossisco violentemente, mentre mi copro gli occhi con la coperta che avevo ancora intorno.

z:"Rain, se non lo fai ti spoglio io"

sgrano gli occhi e lo guardo male

io:"non ci pensare neanche"

z:"allora datti da fare"

sospiro ed appoggio le mani sui lembi della sua maglietta. gliela sfilo lentamente ed intravedo gli addominali scolpiti.

oh Dio, se esisti, salvami!

il moro sghignazza divertito ed io gli tiro un pugno sul braccio

io:"smettila, non è divertente"

si morde il labbro inferiore, lasciandomi tramortita per qualche seconto, finché raggiungo la zona "y".

niall scoppia a ridere, seguito da harry.

io:"ma che amici ho?!"

lou:"come ho fatto a conoscervi?!"

io:"lou, vedo che la pensi come me"

zayn si schiarisce la voce, attirando la mia attenzione.

io:"si si, ho capito"

armeggio(?) con il bottone e la zip per poi lasciargli scivolare con le mani i pantaloni lungo le gambe.

quanto ben di Dio.

io:"c-così può b-bastare?"

mi mancava solo balbettare.

lou:"SI!"

urla louis, alquanto irritato.

zayn si alza dal mio corpo e scoppia a ridere, mentre io mi stringo la coperta intorno al corpo, essendo scossa da una serie di brividi dabadibidi (?).

io:"che cazzo ti ridi? dovresti essere imbarazzato"

z:"invece non lo sono"

ammicca e mi attira a se, facendomi sedere di nuovo nello spazio delle sue gambe incrociate..

SEMI NUDO.

mi accoccolo al suo petto caldo e sospiro sorridendo come un'ebete.

lou:"hei, svegliati, tocca a te"

alzo gli occhi al cielo

io:"niall, obbligo o verità? "

incrocia le braccia e si porta un dito alle labbra per riflettete.

cerco di leggerli il pensiero, fissandolo intensamente negli occhi

*n:"dal suo viso, credo che non avrà scrupoli con me, visto che ho proposto il gioco. ma sembra anche abbastanza sfinita, quindi non si inventerà niente di troppo imbarazzante"*

oh, dolce e ingenuo niall.

n:"obbligo"

sogghigno, sfregandomi le mani

io:"esci fuori in mutande e saluta le persone che passano come se niente fosse"

n:"bastarda"

inizia a togliersi la maglietta, ma la mia visuale si oscura a causa di zayn, che mi ha appoggiato una mano sugli occhi.

sorrido come un'ebete ed avvolgo la coperta intorno a noi, mentre cerco di coprire tutto il ben di Dio.

tutto mio.wow.

qualche secondo dopo, sento una porta sbattere, e mi affaccio alla finestra con gli altri.

niall arriva sulla stradina di ghiaia bianca, e adocchia una signora che si dirige incurante verso di lui, mentre messaggia con il cellulare.

il biondo le passa a fianco.

inizia a fischiettare

n:"buongiorno! "

la donna si gira e cerca di ricambiare il saluto, ma fallisce miseramente, restando a bocca aperta.

n:"tsk, che scortese!"

e continua a fischiettare, finché non raggiunge il nostro bungalow, entrando e vedendo noi che ci rotoliamo a terra dal ridere.

h:"ti giuro Fratello, è stato troppo divertente!"

A VAMPIRE LOVE(IMPOSSIBLE)STORYLeggi questa storia gratuitamente!