Capitolo 6

2.1K 83 15


Per mia fortuna Alice sta bene! Si è ripresa subito dopo averle somministrato l'adrenalina, la quale era l'Adrenalina salf 5f cioè  uno dei tipi più forti che si trovano in circolazione. Ora siamo in ospedale dove la stanno visitando, sono fuori dalla stanza e sto aspettando che qualcuno esca per sapere se è tutto okay. Sono un medico e sono sicuro che Alice si sia ripresa, ma voglio averne la certezza. Quando l'ho vista a terra priva di sensi mi sono sentito morire, sono riuscito a restare lucido con molta difficoltà e per fortuna mi sono ricordato dell'epinefrina che tiene sempre in borsa con sé. Sono venuto con lei in ambulanza, mentre Paul e la Wally sono rimasti in istituto per occuparsi di Scanner, quella ragazza è pericolosa. 

<< Claudio!>> Mi sento chiamare, mi giro e vedo Giorgio insieme a Lara e al fratello di Alice.

<< Come sta Alice?>> Mi chiede subito il giovane Allevi.

<< La stanno visitando al momento, dovrebbe star bene! L'epinefrina ha agito immediatamente!>> Rispondo e lo vedo riprendere a respirare. 

<< Menomale! >> Esclama per poi sedersi sulla sedia. 

<< Avete chiamato Calligaris?>> Domando a Giorgio, il quale annuisce.

<< Si, ha prelevato la Lastella ed Einardi l'ha dichiarata in stato di fermo! Vuole accusarla di tentato omicidio con l'aggravante della premeditazione!>> M'informa Anceschi.

<< Bene, spero che finisca in carcere e che gettino via la chiave!>> Affermo con rabbia mentre mi vengono in mente quei momenti in cui Alice era priva di sensi ed era in shock anafilattico ed ho rischiato seriamente di perderla.

<< Quella strega!>> Aggiunge con rabbia Lara mentre stringe la mano di Marco. Nessuno aggiunge altro e restiamo in silenzio fino a quando compare un medico che conosco dai tempi dell'università.

<< Come sta Alice?>> Gli chiedo senza perdere tempo.

<< Bene, si è ripresa! Certo deve stare  a riposo, vorrei tenerla sotto osservazione per le prossime ore anche considerando l'incidente di venerdì! La ragazza però non vuole restare in ospedale! >> Risponde scuotendo la testa con esasperazione.

<< È una tua amica Claudio?>> Mi chiede poi lui con curiosità.

<< No!>> Rispondo e prima che dica altro mi affretto ad aggiungere. << È la mia fidanzata!>> Noto Lara sorridere.

<< Io lo sapevo che Alice doveva dirmi qualcosa! Appena si riprende non mi scappa! Deve raccontarmi tutto!>> Esclama Nardelli facendomi imbarazzare leggermente.

<< Sono felice per te, Claudio! Era ora! Comunque Alice deve stare a riposo e deve seguire le nostre indicazioni e seguire la terapia! Le abbiamo dato anche degli antibiotici per endovena.>> 

<< Umh! Allora devo andare a calmarla, so già che è inutile! Alice odia essere sdraiata in un letto d'ospedale, avere aghi, avere gessi!>> Afferma sconsolato il giovane Allevi.

<< Deve restare a riposo almeno oggi!>> Risponde il medico.

<< Ci penso io!>> 

Il mio vecchio compagno universitario annuisce e ci dà il permesso di entrare nella stanza della mia allieva, la quale ha le braccia incrociate ed un broncio. 

<< Sorellina, mi hai fatto spaventare!>> Gli dice il fratello prendendole una mano.

<< Sto bene, Marco! >> Gli dice guardandolo in viso per poi spostare lo sguardo ed incrociare il mio. Ha l'aria stanca e provata da questa esperienza.

<< Grazie Claudio! Mi hai salvato la vita!>> Esclama ed allunga la mano verso di me, mi avvicino e gliela stringo.

<< Non farmi più questi scherzi, Sacrofano! E questo è un'ordine!>> Gli dico cercando di nascondere la preoccupazione che ho  provato per lei. 

<< Okay! >> Risponde proprio nell'istante in cui entra il medico.

<< Ti terrò qui qualche ora e poi puoi tornare a casa, riposati e non fare sforzi. È meglio che ci sia qualcuno con te!>> 

<< Grazie, Dottore!>> Il quale annuisce ed esce.

<< Annullo l'ingaggio e resto io con te!>> Afferma Marco recuperando il telefonino.

<< Non dire sciocchezze! Devi andare, anzi dovresti già essere in viaggio! Non preoccuparti! Tu e Lara andate! Io starò bene!>> Afferma Alice pensando come al solito agli altri.

<< Ci penso io a lei! >> M'intrometto io osservando Alice, la quale appare chiaramente confusa.

<< Vieni a stare da me, e niente storie!>> Come sente le mie parole sgrana gli occhi.

<< L'avevo detto io!>> Esclama trionfante la Nardelli.






L'Allieva e CC ( #Wattys2019 )Leggi questa storia gratuitamente!