Capitolo 34 - emozioni di una mattina speciale

2.1K 88 32

"È il momento di alzarsi, piccola. Sto per accendere la luce. Voglio inseguire l'alba insieme a te. Buongiorno, splendore" (Christian Grey)

Suona la sveglia alle 8... ALLE OTTO!!! Ma ho ancora sonno!!! Come si fa a svegliarsi alle 8, avrò dormito si e no tre ore...
Comunque nonostante abbia ancora un sonno devastante, mi sveglio felice come non lo sono stata da tanto tempo, e noto che Claudio non è più accanto a me.

Comunque nonostante abbia ancora un sonno devastante, mi sveglio felice come non lo sono stata da tanto tempo, e noto che Claudio non è più accanto a me

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Come sempre, appena sveglio lui è immediatamente pronto per iniziare la giornata, già completamente lucido...e pieno di energia, è una specie di auto sportiva biturbo...io invece sono come una locomotiva a vapore... non riesco a connettere se prima non mi bevo almeno un paio di caffè e mi mangio altrettanti croissant.

Adesso che ci penso, ieri sera LUI mi ha fatto anche saltare la cena per la sua assurda gelosia.

«...Però...mi ha saziata comunque» e ripensando alla notte appena trascorsa e a come è iniziata con la cena andata a rotoli non riesco a trattenere una risatina, lui si accorge che sono sveglia mentre esce dalla cabina armadio già quasi vestito, ma poi mi guarda e ... niente...decide di sfruttare nuovamente l'energia di cui è dotato anche la mattina per amarmi di nuovo prima a letto e poi sotto la doccia.

Non mi tiro di certo indietro, mentre penso che andando avanti di questo passo i cinque anni di astinenza da CC li recupererò molto in fretta

Oops! Questa immagine non segue le nostre linee guida sui contenuti. Per continuare la pubblicazione, provare a rimuoverlo o caricare un altro.

Non mi tiro di certo indietro, mentre penso che andando avanti di questo passo i cinque anni di astinenza da CC li recupererò molto in fretta.

Glielo dico ridendo e lui altrettanto ridendo risponde "Ehi Sacrofano, l'hai detto tu che sono anzianotto, come vedi ti sto dimostrando che sono ancora pieno di energie e nel mio vigore... pensa un po' come ero a vent'anni, ti avrei tenuta nuda nel letto per una settimana facendoti morire di piacere! In ogni caso se le tue provocazioni sono mirate a farmi schiattare per eseguire la mia autopsia, ti comunico che non troveresti niente che non sia al suo posto. ... Anche il cuore, nonostante tu abbia sempre avuto parecchi dubbi..." e questa ultima frase gli esce un po' titubante come se volesse dirmi qualcosa ma non sapesse come fare.

Lo capisco circa mezz'ora dopo... mi sono infilata al volo una sua maxi camicia ed entro in cucina affamata, e a fianco della tazza di cappuccino e dei croissant che si è fatto portare dal bar all'angolo, trovo una scatolina e un foglio scritto a mano.

Alice Allevi, Medico Legale. Boston, MA [#Wattys2019]Leggi questa storia gratuitamente!