CAPITOLO 65

383 21 0

POV'S JENNIFER

"Mantienimi il gioco." Borbotto ridacchiando.

"Ok.. Allora.. Sei Michael percaso?" Chiede lui ridendo.

"No.." Rispondo avvicinandomi al suo orecchio.

"Allora Ashton?"

"Nemmeno." Sussurro.

"Forse sei Jennifer?" Mormora girandosi verso di me con ancora le mie mani sui suoi occhi.

"Esatto!" Esclamo. "Ma come hai fatto ad indovinare?" Continuo facendolo ridere.

Gli libero gli occhi e lui mi bacia facendomi sporgere dallo schienale del divano.

Lo scavalco goffamente e lui mi posa sulle sue gambe.

"Ho paura che tutto questo finisca." Mormora abbassando lo sguardo.

"Tutto questo cosa?" Chiedo.

"Questa armonia che c'é fra noi... É da un po' che non stiamo avendo problemi ed é abbastanza strano." Risponde sospirando.

"Hai ragione. Ma pensiamo al presente. Non importa ciò che verrà dopo." Sussurro appoggiando le braccia sulle sue spalle.

Lui mi cinge i fianchi e mi stringe al suo petto.

"Grazie per tutto." Sussurra nei miei capelli.

"Sono io quella che deve ringraziarti." Ribatto.

"Dobbiamo ringraziarci a vicenda." Dice facendomi ridacchiare.

Annuisco ed alzo lo sguardo su di lui.

Sta divinamente oggi.

Ha i capelli dorati arruffati e quegli occhi azzurri.. Mi ci perdo dentro ogni volta che li guardo.

Mi chiedo invece che aspetto terrificante abbia io in questo momento.

La domanda che mi tormenta ogni giorno torna.

Come faccio a piacergli?

"Sai che ti amo piú di ogni cosa al mondo?" Mormora nei miei capelli facendomi arrossire.

"So che ora penserai che non sia vero.. Ma lo é." Ammette.

"Per me é lo stesso." Dico corragiosamente.

"Non penso." Sbuffa una risata spostandomi una ciocca di capelli dalla fronte.

"É vero." Borbotto aggrottando la fronte.

"Non mi amerai mai quanto io amo te." Sussurra baciandomi la punta del naso.

"É quello che penso io invece." Ribatto seria.

"É impossibile." Continua lui posando le sue labbra sulle mie.

"Io pensavo che fosse impossibile che qualcuno si innamorasse di me." Dico staccandomi.

"É impossibile che qualcuno non si innamori di te." Risponde facendomi sorridere.

Lo bacio io stavolta.

Piú appassionatamente del solito.

Muovo i fianchi involontariamente contro il suo bacino e dopo qualche minuto lui mi blocca ridacchiando.

"Jenn.. Sappi che sono un ragazzo." Dice abbassando lo sguardo sui suoi pantaloni.

"E non so quanto potrei resistere ancora se continui a strusciarti cosí contro di me." Continua facendomi sussultare.

Abbasso lo sguardo arrossendo ma lui mi alza il viso con una mano.

"Non voglio metterti sotto pressione. Aspetterò che tu sia pronta." Sussurra facendomi sorridere.

Sono pronta?

Non lo so.

Vorrei tanto avere quel approcio in piú con la persona che amo ma ho sempre vissuto con rigide regole dove la donna deve essere rispettata e non deve vendere il proprio corpo a chiunque.

Ma Luke non é chiunque.

Lo bacio cogliendolo di sorpresa.

"Sono.. Io sono pronta." Mormoro imbarazzata.

"Jenn. Non devi farlo per me. Non voglio metterti fretta." Risponde accarezzandomi la guancia.

"Non voglio farlo solo per te. Sono sicura che sia il momento giusto e tu sei il ragazzo con cui voglio condividere questa esperienza." Dico tutto d'un fiato.

Sono troppo timida per dire direttamente che sono pronta a perdere la verginità con lui.

"Sei sicura?" Sussurra preoccupato.

Annuisco e lo bacio.

Sorride e mi prende in braccio.

Attorciglio le gambe attorno alla sua vita e mi porta su in camera da letto senza staccare le sue labbra dalle mie.

So close but so far away.Leggi questa storia gratuitamente!