A VAMPIRE LOVE ( IMPOSSIBLE ) STORY

CAPITOLO 33:

RAIN POV

*lou:"si"*

*io:"spero siate felici"*

fa una faccia strana

*lou:"non sei arrabbiata?"*

*io:"perché dovrei esserlo?"*

*lou:"boh forse perché non ti ho detto che sono gay?"*

*io:"tranquillo loulou, lo sospettavo già."*

*lou:"si vede così tanto?"*

*io:"beh a volte direi proprio di si...però tranquillo, almeno non stai con un decelebrato manico sessuale che cerca di stuprarti ogni secondo"*

*h:"ciao raga, mi unisco anche io.di che parlate di bello?"*

oh, ma che cazzo

*io:"bitch please, vi ho beccati! ho sempre desiderato un fratello gay!"*

*lou:"davvero?!"*

*io:"l'idea mi ha sempre allettata"*

*h:"beh, adesso torniamo dagli altri, se no si preoccupano"*

*n:"hei plebei,  abbiamo ascoltato tutto"*

*io:"ecco che arriva il biondo.vuole unirsi qualcun'altro alle nostre conversazioni mentali?"*

*z:"si, voglio prenderne parte"*

*io:"peccato che ora io mi scollego.adios amigos!"*

mi alzai di colpo interrompendo la comunicazione

io:"che ore sono?"

n:"l'ora di ieri a quest'ora"

tiro una ciabatta che ho sottomano a niall

n:"malefica!"

io:"only for you"

ammicco e guardo l'orario dal mio cellulare.

sono le 8:34 della mattina.

io:"vado a farmi una doccia.poi andiamo alla scuderia"

liam annuisce ed io entro in camera per prendere l'occorrente.

******

esco dal bagno vestita mentre mi asciugo i capelli.vado in salotto e vedo i ragazzi che giocano alla wii.

io:"non mi ricordavo di averla portara"

lou:"infatti è di niall. l'ha portata per divertirsi un pò"

però mi sorge un dubbio

io:"ma come cazzo avete fatto a collegare tutti i fili in così poco tempo?!"

lou:"magia"

ammicca e torna a giocare.

mi appoggio allo schienale del divano mentre li guardo.

niall fa delle facce strane mentre cerca di far ruotare velocemente il telecomando, liam sorride come un ebete, harry e louis urlano parolacce ai quattro venti mentre zayn si morde il labbro.

oh goddy, non farlo, ti prego.

si gira a guardarmi e sorride maliziosamente, stringendo il labbro inferiore tra i denti.

sa tutto, il bastardo.

mi siedo a fianco a lui mentre smette di torturarsi il labbro.

oh, grazie al cielo.

stendo le gambe sulle sue e appoggio la schiena sul bracciolo del divano.

lui le accarezza piano con il palmo della mano, sorridendo verso la Tv, mentre, penso, che stia vincendo.

io:"liam, appena finisci la partita andiamo alla scuderia"

li:"ok, arrivo subito"

passo qualche minuto a girarmi i pollici e canticchiare delle vecchie canzoni di mia nonna.

io:"finché la barca vaaa lasciala andare, finche la barca vaaa tu non remare, finche la bar-"

li:"Rain, se prometto che ora andiamo, la smetti di cantare "finché la barca va"?"

lo guardo male

io:"stai a guardareee quanto l'amore viene il campanello suonerààà, quando l'amor-"

li:"qualcuno le tiri qualcosa!!"

louis prende in mano un pacchetto di haribo e me lo lancia in faccia.

scoppiano tutti a ridere, compresa me.

******

io:"liam! muovi quelle chiappe moscie che ti ritrovi!"

li:"si, si! un attimo!"

mi porta velocemente la pompa dell'acqua, mentre  finisco di lavare un cavallo

io:"mi spieghi cosa se ne fanno di tutto 'sti cavalli?"

sentiamo un'altra testimonianza

li:"verso sera arrivano i maestri di equitazione per recuperarli ed usarli per far allenare gli alievi"

io:"brutti stronzi!e quando ci pagheranno?"

li:"Dana mi ha detto fra un mese"

tsk,quella baldracca.

passo l'acqua sul cavallo e la schiuma scivola lungo le lughe gambe.

?:"hei!c'è qualcuno?"

sentiamo una voce all'entrata della scuderia

io:"da dove vieeeni bella straniera-"

liam mi tappa la bocca e ridacchia

li:"siamo qui!"

nell'ombra scorgo dei lineamenti conosciuti.

il ragazzo si fa avanti e io faccio un passo indietro spaventata,nascondendomi dietro liam che intanto ha già i canini sporgenti e gli occhi rosso sangue.

li:"cosa ci fai qui?!"

alejandro si passa una mano fra i capelli e sorride innocentemente

a:"abbiamo iniziato con il piede sbagliato"

si,vedi dove ti finisce quel piede,se ti vede zayn.

a:"meglio che non lo sappia,Rain"

alzo gli occhi al cielo

a:"visto che sei diventata una vampira non c'è più motivo di darti la caccio, no?"

annuisco lentamente

a:"fammi ripresentare"

si avvicina ed io abbraccio liam da dietro.

il moro dagli occhi di ghiaccio,con un rapido movimento,si scosta la frangia che ricade sull'occhio e mi porge la mano.

a:"piacere,mi chiamo alejandro rodrigo pablo fernandez roberto chico(?) daniel de la sagrada Familia"

nome corto eh

io:"non sembri spagnolo,apparte il nome"

a:"mia madre è europea,quindi la pelle e gli occhi li ho presi da lei"

io:"ah"

del tipo "non me ne frega un cazzo".

io:"bene,Buon Natale,adesso facci lavorare"

il ragazzo ghigna

a:"e tu come ti chiami?"

io:"Bond,James Bond.agente zero zero "non rompere i coglioni""

A VAMPIRE LOVE(IMPOSSIBLE)STORYLeggi questa storia gratuitamente!