Una sorpresa improvvisa

Comincia dall'inizio

- Oh Ornella.- sbuffò Giovanna, che in realtà era tormentata da questo scenario in un modo inverosimile.

- In ogni caso. - continuò Ornella - Ho ancora una cosa per te.- li diede un tubetto. Spray al peperoncino.

- Un vecchio trucco sempre efficace.- disse.

Alda stava per replicare ma per fortuna arrivarono le pizze e si misero a mangiare, evitando la guerra.

La mattina dopo Mary si svegliò alle sette e mezza.

Andò alle docce, si profumò per bene, ritornata su si vestì usando però i lavati vestiti vecchi, quelli nuovi andavano tenuti per il viaggio, e si fece un abbondante colazione. Ritornata in camera prese il telefono, c'era un messaggio da Carlos

- Se non hai cambiato idea, domani alle 17 e mezza vieni alle ditte sei ancora in tempo.-

Mary li rispose

- Non so cosa voglia dire la parola ritirarsi.-

prese il regalo e lo mise nella borsa, salutò tutte, uscì da casa e andò dal motorino.

Mentre lo accendeva le parve di vedere Toby farle un cenno di saluto da dietro la macchina. Per sicurezza ricambiò con un sorriso. Alle 8:40 raggiunse la stazione.

Parcheggiò in un angolino e messo il casco a posto entrò a comprare i biglietti. Mentre aspettava il treno Toby li si sedette vicino

- Allora,si va dal Papì?- le chiese

- A quanto pare. -

- Va bene, io ti terrò d'occhio da lontano. Ci sediamo vicini sul treno?-

- Un buon modo per guardarmi da lontano, senti Toby ti piacciono i giochi Horror?-

- Oh si. Quelli che vai in giro ad esplorare che ti spuntano i fantasmi, oh siiii.-

- Ah. Hai mai giocato ad Punta e Clicca?-

- Un cosa?-

- Ih ih. Sul treno, che ritorna dopo tanto tempo sul mio telefono, avrò l'onore di presentarvi il mio carissimo amico Freddy.-

- Come mai quel aria maliziosa?-

- Scegli Toby, 1-2-3 o 4?-

- Non saprei, che mi consigli?-

- Non so a me fanno tutti cagare addosso e non perché son mal fatti, anzi. Ho un idea, giochiamocela con le monete.-

- Ma una moneta ha due facce.-

- Tranqui,adesso con questo euro scegliamo chi ti farà spaventare. La lanceremo tre volte,ogni faccia avrà un numero.-

- Ho capito! Con il primo lancio ci giochiamo l'1 e il 2,con il secondo il 3 e il 4. L'ultimo i finalisti.-

- Bravo Toby, bravo.-

- Sbrigati che arriva il treno.-

- Sta calmo. Allora con la faccia con l'uno è il 2, l'altra l'uno.- lanciò. - Vince il 2. Secondo lancio,faccia con l'uno il 4 e l'altra il 3.- lanciò - Vince il tre.-

- L'ultimo lancio lo voglio fare io.- -

Tè. Se la giocano il tre e il due ricorda. - Toby lanciò.

- 2.- sentenziò. Il treno arrivò. - Uh uh Toby! Ho già fatto le prime tre notti ieri. Non si notano le occhiaie?- esclamò Mary

- Non ho bene capito che gioco è.-

- Sul treno te lo spiegherò e ti mostrerò come si gioca. Poi sarai completamente alla merce degli animatronics miei amici.-

Arrivarono alle nove e cinquanta minuti. Toby scese dal treno un po' pallido, Mary ridendo come una matta

Affari da Assassini L'ombra del preteLeggi questa storia gratuitamente!