Una sorpresa improvvisa

23 5 5


Sua madre era in casa quando Mary arrivò. L'aiutò a portare le borse in alloggio e ispezionò i vestiti con aria da professionista.

- Mi piacciono.- disse alla fine.

- Soprattutto quella della serpe.- Mary annui divertita.

- Anche lo zaino e una borsa sono carini. Sai?- concluse la donna con un sospiro.

- Davvero Mam?-

- Mi dispiace d'esser stata così dura con te. Però davvero, se là stai male fottitene, torna indietro noi siamo sempre qui.-

- È il piano B. Oggi mamma mi sarebbe venuta in mente un idea. -

- Dì. -

- Ho comprato questo a Giuseppe.- li mostrò il peluche

- È molto bello.- disse sua madre - Ma quale sarebbe l'idea?-

- Non voglio andè via lasciando Josef con una chiamata. Voglio andarlo a trovare.-

- Va bene, è giusto.-

- Non vuoi che veda Frank vero?-

- No, non è quello. Ormai sei grande ma io faccio ancora fatica ad accettarlo. E te ne vai.-

- Per mezzo anno Mam, nemmeno.- Mary abbracciò la madre con forza. Voleva credere che si sarebbe risolto tutto, che avrebbe avuto i soldi per far iniziare una nuova vita alla sua famiglia. Lo sperava, lo sperava con tutto il cuore.

- Non fare cacchiate, mi raccomando.-

- Questo non puoi chiedermelo, lo sai.-

- Ok, ok. Non fare cacchiate troppo grandi.-

- Va bene te lo prometto.-

- Domani starai via per tutto il giorno quindi staccati cozza che ti aiuto a fare le valigie.-

- Aspetta Mam!- Mary andò a frugare nella borsa

- T'ho preso questo.- li diede il cofanetto.

Sua madre lo aprì e rimase stupita. Era un set di bellezza.

- Oh Mary! Ti sarà costato una fortuna!-

- Nah.-

- Grazie,è bellissimo. Ma io non t'ho preso niente.-

- Mi hai dato il permesso di andare e dei soldi, te lo meriti.-

- Centro euro sai che roba.-

- Mi sono rifatta di vestiti. Devo dare anche i regali ad Ornella ed Alda!- si precipitò fuori dalla stanza.

Era cena, Mary e Giovanna avevano fatto le valigie e quest'ultima aveva anche ordinato le pizze.

Ornella ed Alda si erano commosse per i regali e nonostante volessero aspettare le diedero i loro comprati quello stesso giorno.

Un vestito blu come il mare, morbido come un cuscino con una scollatura sulla schiena, da parte di Alda.

- Oh mio Dio, Alda non dovevi!- esclamò Mary.

- Scherzi, si faranno delle feste lì no? Ecco, se vai con quello ne avrai dieci di ragazzi come minimo che ti fanno la corte solo ad inizio ballo!-

- Ehm,grazie.- poi fu il turno di Ornella. Lei, molto più per la quotidianità rispetto ad Alda le aveva comprato un dizionario tascabile, un carica batterie portatile e una piccola torcia.

- Cacchio Ornella non andrà mica in missione.- disse Alda, Mary sentì un brivido lungo alla schiena

- Aspetta Alda, tu dici tanto ma magari lì è peggio che qua! Potrebbe incontrare qualche farabutto per strada.-

Affari da Assassini L'ombra del preteLeggi questa storia gratuitamente!