Prologo

39 5 2

Autrice: Questa è una nuova fan fiction che ho voluto iniziare e ora ne ho l'opportunità . x
Spero che vi piaccia . x

~~

"Mamma ? Papà ? Possiamo - possiamo parlare ?" Louis chiese ai suoi genitori , i quali annuirono . Si sedette di fronte a loro , su una sedia vicino al tavolo della cucina . Gli sudavano le mani e stava tremando nervosamente .

"Uhm , io - ... sono stato un po' confuso per un po' di tempo , e - e ora penso di aver capito . " disse , innervosendosi .

"Tesoro , mi stai spaventando . Cosa c'è ?" Sua mamma gli prese la mano dall'altro lato del tavolo.

"Sono gay . "

Gli occhi di sua mamma si ampliarono. La sua mano lasciò quella di Louis e si coprì la bocca. Tutto era silenzioso , finché suo padre ruggì , "COSA ?! "

Louis sussultò , la gola si strinse mentre gli occhi gli si riempirono di lacrime .

"Per favore , dimmi che è uno scherzo . " Sua madre disse a bassa voce . Louis scosse la testa .

"Oh Dio . Che cosa ho fatto di male ?" Sua madre si chiese .

"Mamma -"

"Non mi chiamare in quel modo !"

Louis sussultò di nuovo al suo tono duro . "Vai a preparare la sua roba " disse al padre di Louis , poi riportò l'attenzione su Louis , "E tu... come hai potuto !"

Si alzò dalla sedia e strattonò Louis , tirandolo violentemente verso la porta .

"No , mamma ti prego - " "Non provare a chiamarmi in quel modo ! Non sono tua madre . Non più . " Urlò .

Aprì la porta "Sei una disgrazia ! Ti ripudio . Vattene via da qui . " lo spintonò fuori di casa , nel freddo di dicembre , facendolo atterrare sul terreno duramente .

"Mamma , no !" sentì le gemelle chiamare , ma sua mamma le zittì , "Louis non tornerà , fatevene una ragione !"

A questo punto Louis stava piangendo .

"Ecco la tua roba . Non tornare più , frocio . " Suo padre gli lanciò una borsa e sbatté la porta .

~~

Harry stava passeggiando , non sapendo bene dove si trovasse , ma non gli importava . Aveva bisogno di tempo per pensare , per stare solo .

Stava camminando per un altro quartiere , quando sentì una porta aprirsi nella casa dall'altra parte della strada .

"Sei una disgrazia ! Ti ripudio ! Vattene via da qui . "

Vide un ragazzo inciampare nella porta e atterrare sul terreno con un tonfo .

"Mamma , no !" "Louis non tornerà , fatevene una ragione !"

Sentì un singhiozzo scappare dalle labbra del ragazzo , e il suo cuore si strinse .

Un uomo tirò una borsa al ragazzo per terra , "Ecco la tua roba . Non tornare più , frocio . " disse , prima di sbattere la porta .

Harry sentì il ragazzo piangere , trasalendo quando provò ad alzarsi dal pavimento . Harry non poteva lasciarlo lì così , come avrebbe potuto ?

Attraversò la strada per andare dal ragazzo , provando a non inquietarlo . Si avvicinò e vide che il ragazzo stava tremando , il suo respiro usciva come piccole nuvolette bianche .

"Hey..." sussurrò , e la testa del ragazzo scattò per guardarlo , attraverso folte ciglia e lacrime negli occhi e sulle guance .

Gli occhi di Louis si allargano quando vide chi gli stava parlando ; Harry Styles , il modello perfetto e uno dei suoi youtubers preferiti .

"Uhm , lo so che non avrei dovuto ma ho visto cosa è successo . Stai bene ?" 

Dio , che domanda stupida . Certo che non sta bene . Harry si disse , appuntandosi mentalmente di schiaffeggiarsi più tardi per questo .

Louis guardò di nuovo in basso e allungò la mano verso la sua borsa portandola vicino al suo petto .

"Hai qualche posto dove stare ?" Harry chiese di nuovo . Il cuore di Louis stava battendo fortissimo . Voleva dire di no , perché non aveva nessuno nessun amico o familiare vicino , ma non riuscì a fermarsi da dire sì .

"Vuoi che ti accompagni ?" Harry chiese . Louis non rispose .

"Uhm , non voglio sembrare rude o egoista , ma , sai chi sono , vero ?" Harry chiese accovacciandosi di fronte a Louis . "Non sono uno sconosciuto "

Louis annuì , continuando a non guardarlo .

"Sono Harry , come ti chiami ?" Harry chiese , porgendogli la mano .

" Louis . " Louis disse piano , quasi sussurrando stringendogli la mano .

Harry gli sorrise e si alzò , continuando a tenergli la mano . Aiutò Louis ad alzarsi , "Bene , Louis . È stato bello incontrarti ."

Louis annuì e lasciò la mano di Harry , guardandolo per un secondo prima di guardare in basso e andarsene .

Harry lo osservò , e sapeva che Louis non aveva nessun posto dove andare . Quindi lo seguì .

Raggiunsero il parco , Harry rimase nel buio per non farsi vedere da Louis . Guardò Louis mettere la borsa su una panchina e togliere un maglione . Stese il maglione sulla panchina e si rannicchiò su essa , chiudendo gli occhi .

Il cuore di Harry si strinse , un'altra volta . Si morse il labbro inferiore , non posso lasciarlo qui al freddo .

Camminò lentamente verso di lui , guardandolo tremare chiaramente .

"Non hai nessun posto dove stare , eh ?" Ridacchiò piano e gli occhi di Louis si aprirono ; vide Harry lì in piedi , le braccia incrociate al petto . Arrossì , ma Harry non se ne accorse a causa del freddo .

"Forza , starai a casa mia "

Gli occhi di Louis si allargarono . Sta davvero per passare la notte a casa di Harry Styles ? L'ha sognato così tante volte , non pensava che sarebbe davvero successo .

"Non posso " disse lentamente " Non voglio essere un disturbo , e - "

"Non sei un disturbo . Davvero , non mi spiace . Preferisco che tu stia a casa mia che qui al freddo " Harry sfregò il suo braccio , poi  si tolse it cappotto e lo avvolse attorno alla piccola ossatura di Louis "Forza , andiamo "


~~

Autrice: È uscito più lungo di quello che pensavo . Oh , bene .

Spero che vada bene . Questa Fanfiction sarà tutta carina e dolce , se avete domande per questo sentitevi liberi di chiedere . xx

~ Autrice

A Model And A Fan -Larry Stylinson AU (BoyxBoy) /Italian Translation/Leggi questa storia gratuitamente!