08

26.4K 1.8K 1.7K
                                    

Silence - Marshmello & Khalid

Harry

Mando giù l'ennesimo sorso di birra e corrugo la fronte, osservando le immagini che il televisore trasmette. La trottola gira, ruota su se stessa e mi spingo istintivamente in avanti, accigliandomi quando lo schermo diventa improvvisamente nero.

«Stanno scherzando, vero?», domanda Louis al mio fianco.

«Non credo», dice invece Liam.

«Ma vive o muore?», aggiungo io.

«La trottola si stava per fermare, quindi presumo la prima opzione», risponde Liam.

«Non mi è sembrato che si stesse per fermare», controbatte Louis.

«Fidati, è la quarta volta che guardo "Inception". Si stava per fermare.»

«Sono d'accordo con Liam», mi intrometto.

«Certo però che DiCaprio ha tutti ruoli in cui muore o ha una vita sentimentale di merda», borbotta poi Louis, incrociando le braccia al petto.

«Non per niente è il mio attore preferito», afferma Liam.

«Sì, perché anche a te piacciono le psicopatiche», lo rimbecca Louis divertito, sporgendosi per pizzicare giocosamente l'orecchio destro di Liam. Questo si ritrae di scatto, rovesciando buona parte del contenuto della lattina di birra sul parquet.

«Quello lo pulisci tu», lo avverto, indicando la macchia sul parquet.

Mi alzo in piedi e mi stiracchio, dopo aver posato la mia lattina ormai vuota sul tavolino da caffè. Ho passato quattro buone ore spiccicato sul divano del mio appartamento con Louis e Liam, a guardare stupidi film scelti da uno o dall'altro ed ho bisogno di sgranchirmi le gambe. Ormai sono già cinque giorni che ci limitiamo a non fare un bel niente, a parte lavorare. I due sembrano aver stabilito la loro nuova residenza qui, ma non mi dispiace, perché mi tengono compagnia.

Liam afferra la sua stampella e si solleva in piedi a sua volta. «Ho fame», dice, arricciando le labbra.

«Hai mangiato due pizze. Che altro vuoi?», lo schernisce Louis, sdraiandosi sul divano ed afferrando il telecomando per cambiare canale.

«Presumo un'altra pizza», ammette l'altro con una scrollata di spalle.

«State riducendo il mio appartamento in una discarica, siete due maiali», li incalzo, scavalcando i cartoni vuoti di pizza abbandonati sul parquet e dirigendomi in cucina. Riempio un bicchiere di succo all'ananas ma Louis sbuca alle mie spalle e me lo sfila dalle dita. Stringo la mascella e dilato le narici, contando mentalmente per evitare di sferrargli un pugno. Compagnia a parte, la convivenza con questi due non fa decisamente per me.

«Hai telefonato a mia sorella?», chiede Liam, raggiungendoci.

Louis scuote la testa. «Mhm, no.»

«Ed hai intenzione di farlo?»

«Vorrei, ma non posso», spiega, abbandonando il bicchiere vuoto dentro il lavandino. Gli lancio un'occhiataccia che comprende al volo e si affretta ad aprire il getto dell'acqua per lavarlo.

Doctor Dream 2 Dove le storie prendono vita. Scoprilo ora