Prologo

961 40 1

AVVISO: il nome della protagonista, per chi non lo sapesse, non è più Cris ma Jane!


I miei social
Instagram: morfeoilaria (privato)
Instagram: ilastories (pagina)
Twitter: ilast0ries
Facebook: Ila Stories

Se volete entrare nel gruppo Whatsapp mandatemi il numero in privato.

                               Ho visto il peggio ed il
                                              meglio di te...

E' passato quasi un anno da quando ho visto per l'ultima volta gli occhi del ragazzo che mi ha stravolto la vita, un anno da quando ho iniziato una nuova vita, un anno da quando lui non è con me...

Le cose non sono più le stesse, ma questo potevate immaginarlo...

Una volta arrivata a New York, ho incontrato Melissa White (una donna fantastica) con cui ho iniziato a lavorare al mio primo disco. Inutile dire che ritrovare la mia voce su quell'affare è stata una delle emozioni più grandi della mia vita perché ho realizzato uno dei miei sogni più grandi.
Dopo qualche mese mi sono trasferita in Italia ,dato che Melissa diceva che qui avremmo ottenuto più fama e che ci fossero anche università migliori per me. Già, sto frequentando l'università di lettere a Milano e devo ammettere che è molto difficile vivere in un posto dove non capisci per niente ciò che le persone dicono, o almeno, così era all'inizio, adesso posso dire di capire bene la lingua italiana, credo. Quindi mi trovo a vivere in Italia, lontanissima dalla mia famiglia, dai miei amici e da Cameron...

"Jane sei pronta?"mi chiede Francesca, la mia nuova coinquilina
"Si, arrivo!"le dico per poi prendere la borsa con i libri e raggiungerla
"Certo che sei lenta!"dice ridacchiando
"Non è per niente vero"dico salendo nella sua macchina
"Ammettilo dai"dice mettendo in moto per poi partire verso la scuola.
"Okay, forse sono un tantino lenta ,la mattina"ammetto
"Non solo la mattina eh"dice ridacchiando
"Okay basta!"dico ridacchiando
"Come vuole, popstar"
"A proposito, devo avvisare Melissa che non farò l'intervista oggi"dico prendendo il mio cellulare
"E perché?"
"Devo fare un progetto per la Ruffiani"dico alzando gli occhi al cielo
"Cosa hai fatto?"
"Perché?"
"Di solito assegna dei progetti solo a chi non sopporta o a chi ha combinato qualcosa di grave"
"Diciamo che, beh, le ho dato della puttana..."
"Solo tu"dice ridendo
"Pensa che alla mia prof di matematica di Miami facevo di peggio" dico ridendo. Quasi quasi un po' mi manca....Nah
"Siamo arrivate"annuncia parcheggiando

Entriamo nel grande edificio e, mentre camminiamo per i corridoi, finisco addosso a qualcuno.

"Ciao Jane"mi saluta Andrea sorridendo
"Ehi Andre!"ricambio.

Andrea è un ragazzo molto carino .E' alto, con gli occhi verdi e i capelli castani. Anche lui è un cantante e lavora nella mia stessa casa discografica, ecco perché lo conosco.

"Come va?"
"Bene, tu?"chiedo sorridendo
"Benone. Oggi ci sei all'intervista?"
"No, ho da fare"
"Peccato! Potremmo lo stesso vederci questa sera, cosa dici?"chiede gentilmente.

'Digli di si!'

"Ehm..."mentre penso a cosa rispondere, una gomitata della mia amica mi fa decidere "Bella idea"
"Okay, allora questa sera alle 20:00 passo a prenderti"
"Certo, a questa sera"dico per poi andare via, seguita da Francesca.

Entriamo in classe e ci sediamo ai nostri posti mentre aspettiamo l'insegnate di italiano.

"Perché non gli hai risposto subito?"chiede scioccata
"Non so sinceramente" ed è la verità!
"Lo so io"dice e , notando la mia espressione confusa, continua "Cameron"

Una sola parola, un solo nome, il suo nome. Solo il suo nome pronunciato ad alta voce riesce a farmi venire i brividi lungo la schiena.

"Cosa c'entra?"
"Dai Jane ammettilo! Non riesci a smettere di pensare a lui"dice seria

Francesca è a conoscenza di tutto, ma proprio tutto. Mi è sembrata fin da subito una brava ragazza con i suoi capelli scuri e occhi del medesimo colore, quindi mi sono aperta con lei.

"Diciamo che ci provo!"rispondo
"Ma non ci riesci per niente"conclude lei, al posto mio.
"Mi sento così in colpa..." sussurro guardando in basso
"L'hai fatto per il suo bene"dice per poi posare lo sguardo sulla prof appena arrivata, non ascoltando ciò che dico dopo...

"Chissà come starà in questo momento...."

CAMERON POV'S

"Sei stato fantastico"
"Si, lo so"dico alla ragazza davanti a me "Non illuderti, io non provo nulla per te"le dico per poi uscire dal bagno in cui l'ho portata per divertirmi un po'.

E' questo ciò che sono diventato dopo un anno in sua assenza, un ragazzo che si diverte portandosi a letto ogni ragazza esistente, solo per cercare di dimenticare quegli occhi blu.
Da quando Jane è andata via le cose sono cambiate, o almeno, io sono cambiato...

Prendo il telefono e chiamo Nash, per chiedergli se possiamo vederci.

"Pronto"risponde Nash con una voce praticamente rassegnata
"Nash, possiamo vederci tra dieci minuti?"
"Tra dieci minuti potrei essermi già ucciso" in sottofondo si sentono urla e pianti, e la cosa mi fa ridere.
"Non dire così Nash"dico ridendo
"Ridi ridi, intanto tua sorella e tua nipote mi stanno facendo delirare" dice esasperato
"L'hai voluto tu amico"

Dopo 9 estenuanti e stancanti mesi, Eli ha partorito, dando alla luce Jess, la mia bellissima nipotina. Devo ammettere che quando Eli mi ha detto di essere incinta (qualche giorno prima che Jane partisse) avevo solo voglia di uccidere Nash ma, solo dopo, ho capito che non c'era nulla di cui essere arrabbiati. Jessica Grier è una bambina bellissima, dagli occhi blu come il padre e i capelli ramati come la madre. Sono felicissimo di essere suo zio!

"Mi stanno distruggendo"si lamenta il mio amico
"Chi di più?"chiedo ridacchiando
"Secondo te?"
"Jess?"
"Ma scherzi? Non è nulla in confronto a quanto rompa le palle tua sorella" dice con un tono che mi fa scoppiare dalle risate "Comunque, vieni da noi"
"Arrivo" dico per poi chiudere la chiamata e salire nella mia macchina.

Metto in moto e guido verso la casa di Eli e Nash. Hanno deciso di vivere insieme quando è nata la piccoletta e Nash si è pentito subito della scelta, però non poteva farci nulla e quindi ha sopportato. Riguardo agli altri: Ari e Shawn stanno ancora insieme e sono una coppia stupenda, Matt ed Emily si sono lasciati dopo che lei si è innamorata di un altro qualche mese fa (sarà il karma?). Charlotte vive con Kevin e il piccolo Zack, che si sta facendo sempre più grande. Travis è ancora fidanzato con la sua Federica e credo abbia intenzione di sposarla. I Jack stanno lavorando per una casa discografica a Phoenix e Taylor sta frequentando l'università lì con loro. Aaron e Carter sono andati a Los Angeles a studiare all'università di medicina. Io ho scelto di frequentare l'università qui a Miami, proprio come Eli, Nash, Travis, Shawn, Ari e Charlotte.

Le cose sono cambiate molto ma il cambiamento che si sente più di tutti è la mancanza di Jane qui, a Miami, accanto a me...

Two Souls In OneDove le storie prendono vita. Scoprilo ora