For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

"La vita ha bisogno di cambiamenti. Uscire dalla solita routine"

-

"Buongiorno Londra, sono le 8 e vi parla Nick da BBC radio 1, oggi.."

Premetti con fatica il pulsante della sveglia per spegnerla. Ogni giorno sempre la solita routine: sveglia alle 8, università, pranzo veloce, compiti e letto.

Mi alzai con fatica e mi diressi in bagno per una doccia veloce e infilai un jeans e un maglione con le mie solite converse. Semplice e comodo almeno per andare a scuola. Misi il mascara giusto per rendere i miei occhi azzurri più grandi e visibili e aggiustai i miei capelli mossi e lunghi di lato.

"Zoe, abbiamo 1O minuti per arrivare all'università, perché diavolo non mi hai svegliata?"

Ed ecco la mia amica. La mia migliore amica nonché coinquilina Amber, 19 anni proprio come me, capelli biondo cenere, due occhi azzurri, un corpo che invidio tanto ed una gran ritardataria. Neanche il tempo di farmi rispondere che lei era scomparsa ritornando nella sua camera con un urletto. In genere aveva bisogno di ore per vestirsi e quella mattina aveva solo cinque minuti. Risi solo al pensiero della sua faccia in quel momento.

Presi la mia borsa, il mio cellulare e scesi giù con Amber che aveva fatto tutto alla velocità della luce. Uscimmo di casa non prima di aver afferrato al volo i biscotti fatti in casa da noi il giorno prima e scendemmo le scale del nostro palazzo salutando come ogni mattina il nostro portiere James, un uomo sulla sessantina.

Il freddo pungente di Londra mi fece rabbrividire e mi strinsi ancora di più nel mio cappotto. Entrammo nella metro che per un soffio non perdemmo e arrivammo in università giusto un minuto prima delle 9. Salutai Amber e mi diressi verso la mia prima lezione. Letteratura inglese.

Le vacanze natalizie erano finite e le lezioni erano ricominciate da una settimana e io avrei dovuto scegliere il nuovo corso extra per il nuovo semestre. Mentre il professore McConny iniziava a spiegare un nuovo sonetto di Shakespeare io presi il foglio dei corsi e iniziai a valutare quelle sarebbe stato più adatto a me.

-Teatro. Troppo banale.
-Economia domestica. No grazie, non ero un tipo da taglio e cucito.
-Arte e pittura. Perché no?

Avevo scelto come facoltà lingue e letteratura straniera, ma il mio hobby preferito era l'arte, amavo disegnare a matita, con i gessetti, dipingere un quadro. Era solo un hobby, ma se i corsi erano questi avrei scelto sicuramente Arte.

Le prime ore terminarono e prima di pranzo passai per la segreteria per informarli della mia scelta del corso. Mi diedero l'indirizzo dove si sarebbe tenuto e mi fecero firmare un documento. Soddisfatta della mia scelta raggiunsi Amber nel solito pub di fronte alla scuola dove pranzavamo sempre.


* * *

Ciaoo bellezze, è la mia prima storia quindi siatee buone e recensitee in molteeeee

Un bacio A.

Disaster || Harry StylesLeggi questa storia gratuitamente!