L'incontro ( parte 1 )

37 9 1

Mary era uscita da casa Utti e dopo aver rifatto il mega viaggio  era tornata a casa alle otto, pronta per partire già il giorno dopo per Novara. Ma la fortuna smise di sorriderle. Giuseppe era peggiorato e i medici volevano trasferirlo a Torino e ciò sarebbe stata tragedia, come avrebbero fatto per andare a trovarlo? Soggiornare a Torino non potevano, spostarsi di continuo neanche. Lasciare che Giuseppe peggiorasse men che meno. Come se non bastasse Alda e Giovanna si presero la febbre e Mary dovette occuparsi di tutto. Aveva appena il tempo di dormire sei-cinque ore, fu anche per questo che le sigarette quotidiane aumentarono e si becco una bella tosse. Non andò più a scuola, era un lusso che non poteva permettersi. Fu però quella situazione che la fece avvicinare a Daniela. Daniela era una ventenne del suo stesso quartiere, si conoscevano già da un po' ma i momenti in cui avevano parlato di più erano stati quando erano andate a vedere il serpente di Dorce e quando avevano fumato per la prima volta insieme . Mentre Mary portava Hob a pisciare una sera l'aveva incontrata. Una fumata, una chanchata. Niente di che. Avevano  però dopo qualche giorno iniziato ad incontrarsi quotidianamente. Daniela l'aspettava nascosta ed appena Mary usciva la raggiungeva.

Qualche giorno dopo alle quattro del pomeriggio Daniela si era presentata in casa di Mary dicendo

- Va a dormire.- e così Mary fece. Quando alla mattina si svegliò trovò quello che doveva ancora fare tutto fatto e così strinsero una vera e proprio amicizia. Mary andava a casa di Daniela per dare una pulita generale e a lavare i piatti e Daniela a casa sua lavava i panni e faceva i letti. Mary faceva le cose che Daniela odiava e viceversa. Così facendo avevano entrambe due orette libere che usavano per chiacchierare e fumare insieme. Andavano al Vecchio Ponte, un ponte abbandonato mezzo andato e loro, come molti altri ragazze e altre ragazze stavano sulla sponda. Solo i più coraggiosi (e scemi) andavano sul ponte vero e proprio, chi arrivava sano e salvo sull'altra sponda si divertiva a pavoneggiarsi con compagni e compagne. Una volta a settimana al mercoledì veniva un gruppo di nome " Italiani ed Italia" veri miti, stimati tantissimo dagli abitanti della periferia più giovani. Stavano dalle due alle quattro ed era per loro che Mary e Daniela saltavano le loro ore libere alla sera. Italiani ed Italia era formato da otto persone, quattro maschi ( tra la quale due neri) e quattro femmine ( di cui due italo-americane) ed erano praticanti di Parkour. Andavano in varie zone della periferia, anche d'altre città e praticavano questo sport filmandosi, una chiara denuncia dei disagi che subivano gli abitanti di periferia ma anche dei paesi piccoli e dimenticati. Il loro canale youtube aveva un milione d'iscritti ed era grazie a loro che alcune periferie erano state in parte ristrutturate o dotate di nuove comodità, ma i soldi erano soprattutto di benefattori.  Italiani ed Italia erano già molto conosciuti dalle parti di Mary e quando era giunta notizia che sarebbero venuti... Si era fatta letteralmente festa. Quel giorno, dopo il loro spettacolo Daniela e Mary si erano avviate verso casa. Oramai si conoscevano molto meglio. Mary non avrebbe mai immaginato che il sogno più grande di Daniela era avere una figlia e darli una grossa opportunità di studio. Aveva già in mente il suo nome ed era da otto anni che, segretamente, metteva da parte i pochi soldi che aveva per lei

- Li pagherò l'università con questi.- aveva detto. Daniela condivideva la sua passione per i fumetti, era molto religiosa, amava i pesci e ne aveva due rossi. Non aveva completato gli studi, ma non per sua volontà.

- La mia famiglia era già in crisi, non potevamo pagare il pullman, i libri e tutto il resto.-

- Se trovi un lavoro part time potresti però.- aveva detto Mary

- Devo risparmiare i soldi per i miei futuri figli, avranno una vita dignitosa, costi quel che costi.- era incredibile il suo istinto materno. Una cosa ancora più incredibile però erano le sue opinioni sulla fede. Amava la sua fede, non li piaceva la Chiesa. Questo scombussolò Mary che aveva sempre creduto che il "credere" e la Chiesa fossero strettamente legati, troppo per separarli. Sentire le parole di Daniela fu una rivelazione.

Affari da Assassini L'ombra del preteLeggi questa storia gratuitamente!