For every story tagged #WattPride this month, Wattpad will donate $1 to the ILGA
Pen Your Pride

Attacco dal cielo

9 0 0

Vi ricordo che, per qualsiasi informazione, esiste la Pokémon CentralWiki con tutto ciò che dovete sapere sui giochi Pokémon Colosseum e Tempesta Oscura. Ci sono anche informazioni sugli attacchi Ombra!

Cap2- Attacco dal cielo

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Le Rovine d'Alfa erano uno dei più grandi misteri di Johto, perfino il prof Oak se n'era interessato e più volte aveva fatto un sopralluogo. Si diceva che vivessero dei Pokémon misteriosi avvistati solo da pochissime persone. Lex osservava affascinato le pareti delle costruzioni in muratura. C'erano tante lettere in rilievo, alcune non creavano parole sensate, quasi come se fossero state piazzate lì a caso. Il ragazzo allungò una mano per toccare quei segni ma per un momento credette di vederli tremare e una luce verde brillante attraversarli in un nanosecondo. Non sapeva se fosse illusione ottica oppure no, ma Lex bloccò la mano a pochi centimetri dal muro e rimase immobile per un po' fino a quando una voce familiare lo chiamò per nome, era la Professoressa Karen.

“Che fai lì impalato?” chiese la donna avvicinandosi al ragazzo “Non sei mai stato qui?”

Lex parve risvegliarsi da un sogno e scosse il capo “Sì, ma ogni volta resto stupito del lavoro svolto dagli architetti che han fatto questo.” indicò le lettere con un movimento della mano “Anche se prima...” esitò, i suoi occhi azzurri fissavano insistentemente la parete sperando di rivedere la luce verde “No, niente. Sarà stata la luce del sole.” poi si rivolse alla professoressa “Allora, a cosa devo la sua chiamata?”

Karen si aggiustò nervosamente il camice bianco “Beh, ho due notizie, una buona e una cattiva. Quale vuoi sapere prima?”

L'allenatore corrugò la fronte e pensò “La brutta, quella buona dovrebbe consolarmi, giusto?”

La donna esitò “Dipende dai punti di vista.” rispose dondolando sui piedi “Allora. La brutta notizia è che il villaggio qui vicino è stato quasi totalmente distrutto da qualcosa. Ci hanno segnalato un Pokémon volante, ma non so dirti altro. Sei un bravo allenatore, credo che tu sia capace di individuarlo osservando i danni che ha fatto.”

“E gli abitanti del villaggio?” chiese il ragazzo preoccupato, sua sorella sarebbe dovuta passare per quel posto e probabilmente aveva incontrato il Pokémon devastatore. Ebbe l'impulso di usare il PokéGear per chiamarla.

“Sono salvi. Sì, ci sono dei feriti ma hanno già provveduto ai soccorsi.” sospirò la professoressa che si accorse dello stato d'animo di Lex “Usagi od Ellie?”

“Ellie.” rispose lui, la mano stringeva l'apparecchio telefonico e tremava “Credo che si sia fermata lì per la notte, era diretta ad Amarantopoli .” cercava il contatto della sorella e chiamò “Rispondi, rispondi, rispondi...” pregava il biondo. Ma dall'altra parte nessuno parlò. Il telefono continuava a squillare. “Merda.” pensò il ragazzo con rabbia.

Karen abbassò lo sguardo, sperava che non fosse accaduto nulla di grave “Forse sarà in bagno oppure è nel mezzo di uno scontro. Non ti abbattere. Sarà solo una coincidenza.” cercò di essere rassicurante ma l'allenatore era visibilmente teso.

“Sì, forse ha ragione.” Lex cercò di ricomporsi e di recuperare la calma “Qual era la buona notizia?”

“Sono arrivate due persone per aiutarti. Vorrei che viaggiaste insieme per un po'.” la dottoressa chiamò i due allenatori che erano rimasti per tutto il tempo nel piccolo laboratorio delle Rovine “Sono Iris e Cassandra. Iris viene direttamente da Auros, la regione famosa per essere stata il covo dei Team Clepto e Cripto. Cassandra è di Kanto. Hanno collaborato per un po' a Kanto e poi sono passate a Johto perché c'è più bisogno qui che altrove.”

Shadow HeartLeggi questa storia gratuitamente!