Problemi Famigliari

92 12 9


Il campanello suonò, svegliando almeno mezzo palazzo, testimoni i rumori e le imprecazioni dei vicini. Mary, ancora coricata sul divano, aprì un occhio. Chi era quel pezzente che suonava il suo campanello alle cinque di mattina? Quel poco di tempo che aveva per dormire lasciateglielo godere? E invece no. Qualcuno a rompere c'era sempre. Era una legge universale probabilmente. Il campanello venne ripremuto. Urla di protesta risuonarono per tutto il corridoio. Mary si alzò, si mise le scarpe e, mentre si sistemava un po' i capelli, andò ad aprire. Si ritrovò davanti un maggiordomo tutto elegante, dalla portatura aristocratica, probabilmente di una certa età. Mary alzò un sopracciglio, quel vecchio non poteva essere più fuori luogo di così. Poi ridacchiando disse

- I ricchi abitando nel nord della città.- era troppo patetico con quello smoking.

- Grazie per l'informazione milady. Siete lei Marianna Farfallone?-

- Dipende.-

- Lo siete sì o no signorina?-

- Si che cazzo vuoi?- il maggiordomo si portò davanti alla bocca la mano destra. Ok, quel tipo era proprio troppo aristocratico.

- Milady! Mi rifiuto di credere che una donna come lei usi questo linguaggio così volgare.-

- Perdonami la domanda, se sei uno venuto a rompere le balle a chi di balle ne ha già abbastanza? Se è così puoi andartene. Prima che qualcuno ti prendi a calci nel culo.-

- Ma milady! Che linguaggio troppo volgare! Mi rifiutò di credere che siete la figlia di un nobile gentiluomo.-

- Se ti spiegassi meglio... Riuscire a capire di cosa stiamo parlando.-

- Vostro padre, il Signor Farfallone Frank, dopo aver conosciuto i suoi nuovi parenti in India, è ritornato in Italia giusto ieri insieme alla nuova Signora Farfallone e hanno intenzione di sposarsi a breve.- no, questo no, proprio no. La faccia di Mary divenne seria

- Vostro padre ha intenzione di portare lei e vostro fratello in India con lui.- qualcosa si ruppe dentro di lei.

- Ascoltami bene bello smoking-

alcune porte al piano di sopra si aprirono. Stava per succedere qualcosa di interessante. E di divertente. Proprio quello che ci voleva per iniziare la giornata. Dal corridoio Ornella, che teneva per il collare Hob, Andressa, Alda e Giuseppe ascoltavano. Giovanna non era ancora tornata da ieri sera. Il maggiordomo impallidì.

- Io NON vado da nessuna PARTE!-

- Ma ma vostro padre...-

- QUELLO STRONZO NON SARÁ MAI PIÙ MIO PADRE HAI CAPITO?! NON ANDRÓ A NESSUN MATRIMONIO E NON VERRÓ A STARE IN INDIA MANCO SE MI PAGHI, CAPITO?-

- Ma io...-

- TU UNA MERDA AL SOLE! ASLCOLTAMI BENE BELLA VITA, FRANK CI HA LASCIATO SOLI, MIA MADRE È UNA PROSTITUTA A CAUSA SUA, NON GLI É MAI INTERESSATO NIENTE DELLA SALUTE DÌ MIO FRATELLO E SE NE ANDATO IN INDIA CON UNA VENTENNE! DIGLI PURE DI SPOSARSI ANCHE CENTO VOLTE MA DI NON VENIRE A ROMPERE LE PALLE O A VANTARE QUALCHE DIRITTO PATERNO SU DI NOI, CHE DI PATERNITÁ NON NE HA MAI AVUTA! E ORA... MUOVI IL CULO E SPARISCI!-

- M, m, ma...-

- SPARISCI HO DETTO!-

- Io devo portarti...- Mary lo guardò dritto negli occhi

- Non so sei sordo quindi te lo ripeto. SPARISCI. ORA!-

ed essendo che sembrava seriamente sordo lo prese per il collo e lo trascinò giù dalle scale mentre decine di facce si affacciarono per vedere meglio divertite e sorprese. Mary lo trascinò fino alla porta di ingresso ed uscì fuori, dove una bella macchina era parcheggiata sotto un albero malato. Mary prese le chiavi dalla tasca del maggiordomo, aprì la portiera e scaraventò il poveretto dentro il veicolo insieme alle chiavi.

- E NON FARTI PIÚ VEDERE!- urlò mentre la macchina partiva a tutto gas. Mentre rientrava molta gente, anche quelle dei palazzi vicini, dalle finestre fischiava e applaudiva ridendo. Giuseppe l'aspettava all'entrata. Mary si limitò a prenderlo per mano e a riportarlo a letto.

- Incavolata la ragazzina.- commentò un tizio nascosto nell'ombra. Quella settimana Mary non andò né a scuola né al lavoro, nonostante fosse in nero e rischiasse il posto.

Ciao a tutti rieccomi turna qui con questo capitoletto un po' cortino ma necessario. Povero maggiordomo eh? Infondo lui non ne poteva nulla delle "divergenze" tra Mary e suo padre. Come sta andando la storia secondo voi? Mi raccomando ricordatevi di commentare e votare! E se vi va contattatemi! ( mi sento troppo una yuotuber oggi perdon ). Oggi ho letto qualche altro racconto su wattpad molto carino e tra poco aggiornerò il mio elenco di lettura, guardatelo troverete belle letture! E consigliatemele di nuove magari! Comunque sia dato che ho appena mangiato e quindi sono di buon umore vi voglio fare un piccolo spoiler... Nel prossimo capitolo, che ricordo che uscirà lunedì, farà il suo debutto un personaggio molto importante... Chi sarà ?

Detto questo arrivederci e buona lettura!

Affari da Assassini L'ombra del preteLeggi questa storia gratuitamente!