29. ultima partita 🔞

516 57 21

Harry era nervoso.

Sì sarebbe disputato il derby quel giorno e Harry stava solo aspettando una mossa falsa da parte di Flint per prenderlo a cazzotti.

Quando uscì dallo spogliatoio e salì sulla scopa per il riscaldamento prima della partita, Harry stava fumando come un toro.

Charlie si voltò verso di lui, preoccupato.

"Che hai?" Gli chiese.

Harry si passò una mano sul volto.

"Aspetto per ammazzare quello stronzo di Flint..." disse Harry con tono tetro.

Charlie alzò gli occhi al cielo.

"Smettila. Ho bisogno di concentrazione sul campo!"

"Lo sono!" Protestò Harry.

"No, non è vero. Stai solo aspettando di vendicarti! Fregatene di quello che ti ha detto anni fa, Harry! Comportati da adulto!" Disse Charlie e lo sguardo di Harry si spostò su Draco che stava salendo di quota sulla scopa.

Charlie notò lo sguardo ma non disse nulla, non voleva renderlo più agitato di quanto non fosse già.

Quando arrivò la squadra ospite, però, Charlie fece una scelta che indignò Harry più del dovuto: come cercatore scelse Draco.

"Perché?!" Aveva così chiesto Harry guardando Charlie ferito.

"Perché rischieresti solo di farti espellere..." Disse Charlie osservando la squadra volare sopra le.llro teste.

Harry strinse la mascella ma non disse nulla, alzò la testa e osservò i giocatori.

Verso la fine del primo tempo, i Fire in vantaggio i dieci punti rispetto alla squadra ospite, Draco notò il boccino e si mise all'inseguimento.

Nel farlo, però, scontrò inavvertitamente Flint che si arrabbiò e prese a rincorrerlo per fargliela pagare.

Harry trattenne il fiato.

Draco stava rincorrendo il boccino e non si era accorto di nulla, all'improvviso il boccino fece una virata verso il basso e Draco si spinse verso il fondo del campo.

Stava quasi per stringere le dita attorno alla pallina dorata quando ricevette una spallata e cadde nel vuoto.

~*~

Harry urlò e corse velocemente verso il campo dove Draco era caduto.

Una volta raggiunto si inginocchiò accanto a lui e gli afferrò il volto con entrambe le mani.

"Ti prego, Draco, aprì gli occhi!" Disse, mentre l'arbitro segnalava l'interruzione della partita.

I vari compagni scesero sul campo e accerchiarono i due.

Flint, invece, era appoggiato con un braccio sulla scopa e sghignazzava.

"Draco, ti prego, ho bisogno di te... Ti prego, aprì gli occhi...."

Harry sospirò e mentre sentiva una lacrima scivolare lungo la guancia, avvicinò le labbra a quelle del biondo, baciandolo.

Nelle fiabe babbano facevano sempre vedere del principe che risvegliava la principessa con un bacio.

"Ti amo, Draco, ti prego, apri gli occhi..." Disse Harry con il cuore in gola mentre lo staff medico della squadra raggiungeva Draco che aprì gli occhi.

I due si guardarono per un secondo e poi la faccia del biondo mutò in una maschera di dolore.

"Il polso!" Fu tutto quello che disse, prima che Harry venisse spinto via.

~Drarry~ IL CUORE NEL BOCCINO🌈Leggi questa storia gratuitamente!