24. fammi tuo 🔞

820 76 78

ATTENZIONE: IN QUESTO CAPITOLO CI SARÀ SMUT E NIPPLE PLAY! SE L'ARGOMENTO VI FA SCHIFO CHIUDETE LA STORIA! GRAZIE E ARRIVEDERCI!





La casa di Harry Potter era enorme.

Il suo appartamento era un attico al quale si accendeva solo tramite un ascensore privato che apriva le sue porte direttamente dentro casa.

Draco ne era rimasto sbalordito.

L'ingresso era composto da un grandissimo openspace da cui si intravedeva una grande cucina in acciaio con penisola.

Una grande vetrata divideva l'appartamento dal grande balcone su cui si trovava un grande tavolo con sedie, sdraio e, sul fondo, si vedeva anche una piscina illuminata.

Draco era rimasto a bocca aperta.

Quella casa era bellissima!

Harry si era allontanato da lui e si era diretto in cucina, aprendo il frigorifero a due ante che si trovava accanto alla vetrata.

"Vuoi qualcosa da bere? Ho succo di frutta alla mela, ananas, albicocca, milkshake alla fragola e alla banana, integratori...." Disse prima di fare una smorfia. "L'integratore magari per dopo..." Disse appoggiando un braccio contro l'anta e voltandosi verso Draco che era rimasto ancora con la giacca al centro del salotto.

"Un succo d'ananas?" Chiese chiudendosi nelle spalle e Harry sorrise.

"Ottima scelta..." Disse afferrando due bottigliette poi lo raggiunse.

I due si guardarono in silenzio mentre si portavano le bottigliette alle labbra.

"Puoi toglierti la giacca, se ti va..." Disse Harry indicandola con la bottiglietta.

Draco arrossì e annuì.

Cercò un posto dove posare la bottiglietta, ma a parte due grandi divani in pelle nera non c'era nulla.

Si guardò attorno confuso finché Harry non gli afferrò la bottiglietta dalle mani.

Draco arrossì e si sfilò la giacca prima di lasciarla sul bracciolo del divano.

Restò con indosso un maglioncino bianco e un paio di jeans neri che rendevano ancora più magre le sue gambe.

Lo sguardo di apprezzamento di Harry gli fece provare le farfalle nello stomaco e si trovò ad avvampare.

Cazzo, Draco! Gli disse la sua vocina interiore Ti sei fatto scopare da un manico di scopa e ora arrossisci perché un figo come Potter ti sta mangiando con gli occhi?

Harry finse di non notare le sue guance e con un sorrisino gli consegnò la bottiglietta e Draco ne bevve più della metà in un sorso solo.

Gli occhi smeraldo di Potter erano calamitati dalle sue labbra rosa strette attorno al collo della bottiglia e Draco ne approfittò per leccare il bordo con la punta della lingua.

Quel gesto fece scattare qualcosa dentro Potter perché allungò il braccio libero verso la sua vita per stringerselo addosso con forza, i loro bacini a contatto.

Draco fu stupito di sentire Potter duro contro la sua coscia.

Davvero lo eccitava?

Lo aveva evitato e odiato a lungo per questo motivo?

Draco non riuscì a pensare ad altro perché la lingua di Potter entrò con prepotenza nella sua bocca e Draco tutto quello che riuscì a fare era gemere.

Non era possibile godere semplicemente facendo scontrare due lingue in una bocca.

Non era possibile.

~Drarry~ IL CUORE NEL BOCCINO🌈Leggi questa storia gratuitamente!